Come migliorare l’ aria di casa

Quanto è inquinata l’ aria di casa

Negli ultimi tempi tutta l’attenzione è rivolta all’inquinamento del Pianeta e poco si parla dell’inquinamento domestico che rende viziata e non sana l’aria che respiriamo nella nostra casa. Talvolta può anche essere più inquinata di quella esterna. Poiché la situazione generale è davvero preoccupante è opportuno apportare i giusti accorgimenti per il nostro benessere anche in casa.

Cosa inquina l’aria di casa

Ciò che inquina l’ aria di casa sono i prodotti chimici utilizzati per la produzione dei materiali che compongono i nostri arredi, per i dispositivi tecnologici, i giocattoli dei nostri bambini, i detergenti e prodotti per la casa e l’igiene personale. Questi agenti chimici vengono rilasciati nell’aria soprattutto quando accendiamo il riscaldamento e quando nell’ambiente si crea molta umidità. Uno dei principali agenti chimici è la formaldeide che si trova nei mobili, nei tendaggi, nelle moquettes ma anche in alcuni prodotti cosmetici, alimentari e di igiene per la casa.

Cosa provoca l’inquinamento dell’ aria di casa

Gli effetti principali dell’ aria di casa inquinata sono sintomi che solitamente attribuiamo ad altre cause: pruriti, occhi irritati, tosse, mal di testa, dermatiti fino ad arrivare a provocare vere e proprie allergie, come del resto fanno gli acari che si annidano nella polvere. È bene quindi essere informati e seguire qualche utile accorgimento.

Come prevenire l’inquinamento in casa

Oltre ad areare spesso i locali, cosa che molti di noi non fanno soprattutto nelle stagioni invernali, è bene evitare di creare umidità: scegliete di stendere i panni umidi all’esterno, quando cucinate attivate sempre la cappa, utilizzate delle ciotole di sale grosso nelle stanze e delle lampade di sale.

Un altro importante accorgimento è quello di scegliere prodotti ecologici per la pulizia della casa. Quelli chimici che troviamo al supermercato inquinano non solo il pianeta ma anche l’aria della nostra casa. In fondo basterebbe attivare l’olfatto per sentire che un prodotto dietro al “profumo di pulito” che ci hanno fatto credere nasconde profumo chimico. Inoltre, se ritirate gli abiti dalla tintoria lasciateli areare qualche ora, spesso il profumo che hanno non è per niente naturale!

I rimedi della nonna e i prodotti naturali

I rimedi fai de te sono semplici, ecologici ed economici. Il fondamentale è l’aceto bianco che è un ottimo sgrassante, disinfettante ed igienizzante. Il bicarbonato unito al succo di limone è un ottimo detergente per i vostri bagni, il sapone di marsiglia può essere utilizzato per i vostri indumenti e…provate a non usare l’ammorbidente vi accorgerete che non cambia nulla! Se volete profumare e purificare l’aria della vostra casa potete utilizzare i preziosi oli essenziali con il diffusore: eucalipto, limone, tea tree e lavanda sono i più indicati. In alternativa, sappiate che in commercio nei negozi biologici, potete trovare prodotti per la pulizia della casa naturali ed ecologici spesso profumati proprio con oli essenziali.

Inoltre vi sono molte piante che migliorano l’aria di casa: il ficus benjamin, il pothos, lo spatifillo, il falangio e l’aloe.

Ti può interessare anche:” Il riciclo intelligente: idee per non venire sommersi dalla plastica e non solo”

Ti può interessare anche:“Riscaldamento globale: una scomoda verità”

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su