Miele di Manuka farmaco naturale, proprietà, quale scegliere

miele di manuka, berringa, forlive, MGO, manuka, antibatterico naturale

Prima di parlare del Miele di Manuka, conosciamo la pianta da cui deriva. Il Leptospermum scoparium è una pianta originaria della Nuova Zelanda e dell’Australia, più comunemente conosciuta con il nome di Manuka.

Si tratta di un arbusto selvatico ricoperto di fiori bianchi; le api si occupano di raccoglierne il nettare per produrre un miele dalle proprietà uniche.

Delizioso, antibatterico, antivirale, antiossidante

Il miele di Manuka viene da molti considerato un vero e proprio medicinale naturale con una potente azione antibatterica, antinfiammatoria, antisettica, antivirale e antiossidante per il nostro organismo.

manuka, fiore di Manuka, miele di manuka, forlive, antibatterico, australiano

Le proprietà antibatteriche del miele di Manuka

I primi a scoprirne gli effetti benefici furono i Maori che lo utilizzavano sia come alimento sia come antidoto naturale nel trattamento di ferite, ulcere e bruciature. Tuttavia fino agli anni ’80 questo miele era considerato “di serie B” rispetto ad altre qualità di miele: pare addirittura che venisse dato da mangiare al bestiame.

Negli ultimi anni diversi studi scientifici hanno avuto come oggetto le proprietà antibatteriche del miele di Manuka, confermandone le sue proprietà uniche rispetto ad altri tipi di miele. Il database americano Pubmed, fonte autorevole di studi scientifici, riporta molti di questi studi (approfondisci qui).

Uno studio condotto da alcuni ricercatori neozelandesi ha inoltre dimostrato che questo particolare miele  è in grado di bloccare la crescita di ceppi batterici generalmente immuni all’azione degli antibiotici (Staphylococcus aureus) senza dare origine a fenomeni di antibiotico-resistenza.

Miele di manuka: cos’è l’MGO ?

Questo meraviglioso miele possiede un agente antibatterico, il Metilgliossale, o MethylGlyOxal, in breve MGO. La quantità di questo principio attivo contenuta nel miele MGO determina la carica antibatterica: più alto è l’MGO più alta sarà la sua efficacia. La quantità di Metilgliossale contenuta nel miele è espressa in mg/kg. Il sistema MGO è stato utilizzato dal Prof. Thomas Henle per misurare il livello di attività antibatterica.

I mieli di Manuka in commercio riportano sulla confezione il valore di MGO. Ad esempio la sigla MGO 220+ individua un tipo di miele la cui concentrazione media di Metilgliossale non sarà mai inferiore a questo valore.

Miele di Manuka quale scegliere? Neozelandese o Miele di Manuka Australiano

Molti siti riportano che il miele di Manuka viene prodotto solo in Nuova Zelanda, probabilmente perché è stata la prima nazione ad esportarlo sul continente europeo.

Negli ultimi anni, a seguito della conferma delle proprietà antibatteriche, le richieste di mercato del miele di Manuka sono aumentate considerevolmente. L’Australia, grazie alla sua conformazione e alla alte temperature che si possono raggiungere nella fascia subtropicale, è in grado di garantire una produzione costante di miele di Manuka durante tutto l’anno, sinonimo questo di freschezza e qualità del prodotto. Dunque quale scegliere ?

Il miele di Manuka Berringa

Nelle nostre ricerche abbiamo auto modo di approfondire la conoscenza del miele di Manuka Berringa distribuito in esclusiva in Italia dall’azienda Forlive, della quale abbiamo già avuto modo di apprezzare diversi superfood, frutta secca ed essiccata.

Il Miele Berringa ha un’alta carica antibatterica e attività̀ antibiotica, ed è noto per i suoi effetti benefici. Questo particolare miele dal gusto ricco e dalle benefiche proprietà per la salute, proviene dalle coste incontaminate dell’Australia dell’Est. E’ inoltre un potente antiossidante che contribuisce a rafforzare il sistema immunitario e a donare una maggiore vitalità̀.

Sul sito del distributore italiano questo prodotto è definito Miele Super Manuka Berringa ed dichiarato 100% naturale, senza l’aggiunta di ingredienti artificiali e dal gusto delizioso.

I tipi di miele disponibile sono con MGO120+, MGO220+, MGO400+, fino all’MGO900+. Tutti disponibili in confezioni da 250g o da 500g. I prezzi vanno dai 34,30 della confezione da 250g di Miele di Manuka MGO220+ da 250g ai 194 euro della confezione da 500g con 900MGO.

In questa sezione dedicata al miele di Manuka sul sito Forlive sono riportate le indicazioni di massima per le diverse concentrazioni di MGO.

Rischio di falso miele di Manuka

La forte richiesta diretta alla Nuova Zelanda ha avuto come effetto l’immissione sul mercato di miele di Manuka sospetto.

Nel 2013 l’agenzia britannica per la sicurezza alimentare (FSA) ha alzato un campanello dall’allarme per i mieli di Manuka commercializzati nel paese. Su 73 etichette di miele di Manuka testate in Gran Bretagna, Cina e Singapore dalla Unique Manuka Factor Honey Association (Umfha), solo 41 presentavano l’ azione antibiotica, nota come “attività anti-perossidante”. A conferma di questo i numeri forniti dai produttori neozelandesi: 1700 le tonnellate di Manuka confezionate ogni anno contro le 1800 vendute nella sola Gran Bretagna e le 10mila tonnellate messe in commercio in tutto il mondo.

Il nostro consiglio

Affidatevi a marche note, leggete bene le etichette, verificate le certificazioni apposte sulle etichette e tenete presente che il miele di Manuka può provenire, oltre che dalla Nuova Zelanda, anche da zone incontaminate dell’Australia, come il miele di Manuka Berringa di cui vi abbiamo fornito le principali informazioni.

Claudio Monteverdi

Nota della redazione

Forlive ha affiancato al miele di Manuka Australiano Berringa, tre nuovi prodotti molto interessanti soprattutto per prevenire e curare i malanni dei cambi di stagione e dell’inverno:

  • Caramelle al miele di Manuka
  • Gola Remedy Spray al Miele di Manuka
  • Favo del miele di Manuka

Per saperne di più e per conoscere i prezzo visitate la sezione dedicata del sito Forlive.

Ti può interessare anche l’articolo: Olio essenziale di Manuka: rimedio universale (antibatterico, antimicotico, antivirale)

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.