Metodo Kousmine o dieta Kousmine: come funziona

metodo Kousmine, Dieta Kousmine, dottoressa Kousmine
i

Le differenze tra occidente e oriente

Il Metodo Kousmine prende il nome dalla sua ideatrice. La Dottoressa Kousmine è stata una ricercatrice sovietica che ha esercitato come medico per tutta la sua vita; la sua mentalità e il suo modo di porsi differenziano nettamente con tutta la pratica della medicina occidentale.

Metodo Kousmine: più di un piano alimentare

Il piano alimentare Kousmine non è solo un regime alimentare, ma una complessa terapia che comporta un piano differenziato di interventi.

Se la medicina tradizionale considera la patologia come evento a sé stante, indipendentemente dalla personalità, dal modus vivendi, dallo stile di vita e dalle abitudini alimentari del soggetto, la medicina orientale si occupa della persona più che della malattia.

La medicina occidentale rivolge e mira le cure alle specifiche cause della malattia, spesso identificate in agenti virali o batterici, la medicina orientale punta invece sulla prevenzione.

In occidente la medicina non si prodiga quasi mai ad aumentare le difese naturali contro gli agenti patogeni e raramente si preoccupa di consolidare lo stato di salute e il benessere psico-fisico della persona.

La medicina orientale tende, per contro, a prevenire più che fare terapia quando la malattia è già in atto; nonostante ciò gli studi dimostrano che il successo ottenuto è nettamente inferiore rispetto a quello ottenuto dalla medicina occidentale nella cura delle malattie più gravi.

I meriti della Dottoressa Kousmine

La Dottoressa Kousmine ha avuto il merito di accordare e far collaborare l’aspetto preventivo e il rispetto della totalità umana con la scientificità e le scoperte della medicina classica.

Fondamentale a suo avviso è non tralasciare le scoperte in campo medico allopatico e allo stesso tempo scendere in profondità nelle cause delle malattie con risultati più duraturi ed efficaci.

Alimentazione e salute

A suo avviso sono fondamentali le relazioni tra alimentazione e salute poiché c’è uno stretto rapporto tra il modo di nutrirsi e lo stato di salute generale dell’organismo.

La Dottoressa nel suo metodo Kousmine non rifiuta assolutamente farmaci o altre terapie mediche di normale prassi. Il suo obiettivo è tentare di ridurne l’uso rafforzando altresì il sistema immunitario malato in modo tale che riesca a combattere sempre di più e in modo soddisfacente gli agenti patogeni.

Il metodo Kousmine si basa su 5 capisaldi:

  • alimentazione,
  • controllo dell’acidosi e del pH urinario,
  • igiene intestinale,
  • integratori,
  • vaccini.

Metodo Kousmine: come funziona

Il metodo proposto dalla ricercatrice sovietica mira a combattere il cancro, le malattie degenerative e le malattie autoimmuni mediante l’alimentazione.

Il suo è un regime nutrizionale basato su cibi ricchi di molecole funzionali e attive, soprattutto vitamine, utile a suo avviso, come prevenzione e arma terapeutica. Specifica, inoltre, che il trattamento alimentare dà risultati diversi in base allo stadio delle diverse malattie.

La Dottoressa Kousmine attraverso questo metodo si prefigge questi obiettivi:

  • eliminare l’acidosi, fonte di squilibrio organico,
  • diminuire le tossine che affaticano il sistema immunitario,
  • fornire al corpo le sostanze necessarie per la costruzione delle sostanze antinfiammatorie naturali e delle membrane cellulari,
  • garantire il ricambio tessutale,
  • integrare le vitamine carenti, eliminare fattori di rischio come l’alcool e il fumo,
  • diminuire lo stress e i ritmi di vita troppo frenetici.

Una sana alimentazione dà i nutrienti essenziali e necessari e alleggerisce il carico di lavoro al sistema immunitario, l’igiene intestinale ridà al colon la sua integrità funzionale, la complementarietà degli alimenti agevola l’organismo nel suo essere sano, la lotta contro l’acidosi ripristina la flora batterica intestinale e diminuisce i radicali liberi.

Dieta Kousmine: alimenti da prediligere

L’alimentazione proposta non è solamente per dimagrire, ma anche e soprattutto per migliorare il benessere a 360 gradi e quindi per migliorare la salute di ognuno di noi. Questo sistema alimentare ha una data storica antecedente alla dieta Dukan, Dash o Tisanoreica e ha una lunga storia.

Nata con l’obiettivo di contrastare alcune serie patologie come sopra accennato, si è riscoperta poi anche un valido sistema per dimagrire aiutando a ridurre le conseguenze di un’alimentazione squilibrata e poco salutare.

Viene consigliato di ridurre ad un bicchiere al giorno il vino rosso, di diminuire i grassi animali e idrogenati, di eliminare gli oli spremuti a caldo, prediligendo l’olio extravergine di oliva, di eliminare lo zucchero aggiunto e tutti i cibi contenenti edulcoranti, prediligendo altresì lo zucchero integrale o il miele.

Si raccomanda di

  • bere succhi di frutta naturali,
  • eliminare la pasticceria industriale a parte il cioccolato fondente puro,
  • ridurre il consumo di carne rossa favorendo quello di carne bianca o pesce,
  • ridurre al minimo il latte e il consumo di latticini e formaggi stagionati.

Inoltre,

  • preferire i legumi e i cereali come fonti proteiche,
  • ridurre il consumo di caffè giornaliero e del sale, nonché di alimenti conservati definiti “morti”.

Fondamentale è poi bere 1,5 litri di acqua naturale al giorno!

Cosa evitare e come procedere correttamente

Prima di tutto occorre eliminare l’acidosi dall’organismo che, secondo la Dottoressa Kousmine, è la causa dello squilibrio organico. A seguire:

  • Eliminare, pertanto, le tossine o almeno diminuirle il più possibile poiché aggravano l’affaticamento del sistema immunitario; per fare ciò è necessaria l’igiene intestinale che può essere fatta con enteroclismi regolari e la pratica dell’Oil pulling.
  • All’organismo vanno forniti gli alimenti necessari per la costruzione delle sostanze disinfiammanti naturali.
  • Integrare le vitamine che sono carenti a causa di un insufficiente assorbimento dovuto a disordini alimentari, cure antibiotiche o di altro tipo.
  • Eliminare il più possibile i fattori di rischio: fumo, alcool, esposizione a pesticidi, a sostanze tossiche, a onde elettromagnetiche.
  • Diminuire lo stress e i ritmi di vita troppo frenetici.
La Dieta del Metodo Kousmine
Don Sergio Chiesa
La Dieta del Metodo Kousmine
Il ruolo degli alimenti naturali nella cura delle malattie degenerative: cibi crudi, semi oleosi, metodi di cottura leggeri e prodotti biologici aiutano a rallentare l’evoluzione della malattia, a far sentire meglio chi è malato.
Tecniche Nuove Edizioni

Esempio di menù settimanale

Quelle che seguono sono le indicazioni del metodo Kousmine per comporre i pasti di ogni giorno. Sono indicazioni che ognuno dovrà verificare su se stesso per fare le scelte migliori per la propria salute.

Colazione

La colazione sarà molto abbondante: crema budwig ricca di vitamine e zuccheri semplici della frutta, auxine e carboidrati dei cereali integrali crudi, del the per bevanda o un infuso, della frutta fresca da alternare di giorno in giorno, a seconda di quella presente in stagione.

Pranzo

Verdure e frutta crude, cereali integrali biologici cotti in minestra o bolliti e conditi con olio crudo e aromi. Va bene alternare del riso basmati con il filetto di pesce e le verdure a vapore oppure dell’insalata mista o dei carciofi a fettine con limone o prezzemolo o ancora del farro con spinaci.

Le proteine animali vanno calibrate e assunte con moderazione.

Spuntini

Frutta fresca o secca con yogurt magro e una fetta di pane.

Cena

La cena è il pasto più povero, leggero e da consumarsi possibilmente 3 ora prima di coricarsi. Benissimo le verdure crude, la minestra di cereali, magari tritati a freddo in zuppe con legumi, cous cous di kamut, crema di fave, zucca o lenticchie, tofu saltato in padella con radicchio. Ovviamente scegliere il piatto preferito tra quanto proposto!

Dessert

Come dessert si consiglia lo yogurt bianco con mela o pera cotta e con una spolveratina di granella di nocciole.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.