Mele bio ricoperte di cera all’Esselunga: una delle tante bufale del web. Ecco la verità

mele bio, biosudtirol, werner castiglioni
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Nelle ultime settimane nel web è apparso un video relativo ad un esperimento casalingo fatto su mele biologiche acquistate all’Esselunga, pacchetto ed etichetta in bella mostra. Il chiaro intento è quello di colpire il consumatore e di screditare il prodotto biologico, oltre che di agire sull’emotività degli internauti più o meno appassionati di prodotti biologici ed anche di generare click.

Che cosa mostra il video virale sulle mele?

Grattando delicatamente con una lama sulla buccia di una mela biologica, si evidenza l’esistenza di uno strato di una sostanza simile alla cera, la quale viene raccolta e bruciata, generando un particolare odore. L’autore e interprete del video ipotizza che si tratti di una sostanza chimica, paraffina o simile, e mette in guardia i consumatori con tono sarcastico: il senso del messaggio è “Attenzione, anche i prodotti biologici certificati sono trattati con prodotti chimici che ci mangiamo, ignari!”, screditando nel frattempo prima di tutto due noti marchi e secondariamente tutto il comparto dell’agricoltura biologica.

Il video è volato sui social, in particolare su Facebook e Youtube, generando migliaia di “Mi piace”, visualizzazioni e commenti ironici, arrabbiati  e disillusi di ogni tipo.

Ma non finisce qui. Decine di altri paladini dell’antibio o forse solo desiderosi di un momento di popolarità personale o del proprio blog,  hanno clonato l’idea dell’inventore dell’esperimento, senza premurarsi di verificare la veridicità dell’informazione, propagando altri video analoghi sulle più svariate qualità di mele biologiche.

La nostra prova

Dopo aver visto il video ho fatto lo stesso esperimento con le mie mele biologiche che mangio abitualmente, dopo un accurato lavaggio, con la buccia . Ebbene si! La “cera” c’era anche sulle mie mele.
La tentazione di scrivere subito un articolo e dei post per informare i nostri utenti e fan è stata forte, ma la curiosità, l’etica e il senso di responsabilità verso le decine di migliaia di persone che ci seguono ogni mese mi ha spinto ad informarmi , documentarmi ed a fare altre verifiche personalmente.

Il dubbio che ci attanaglia: anche le mele bio vengono ricoperte di cera chimica ?

Vi svelo il mistero, la risposta c’è, è sufficiente chiedere alle persone giuste. Non c’è cera chimica sulle mele certificate biologiche. Nelle ultime settimane sono stati intervistati diversi personaggi di riferimento del mondo dell’agricoltura biologica che ci hanno confermato la seguente verità:

la cera è realmente presente su tutte le mele biologiche, ma si tratta di una c’era naturale di nome Pruina prodotta naturalmente dal frutto stesso per proteggersi.

Tale sostanza cerosa ha la funzione protettiva dai raggi ultravioletti, della disidratazione del frutto e dall’attacco di alcuni organismi.

In questi giorni a Milano si tiene l’importante fiera Fa la cosa giusta !
Con l’occasione abbiamo intervistato il sig. Werner Castiglioni dirigente della Cooperativa Agricola Biosudtirol di cui trovate informazione nel bel sito multilingue biosudtirol.com. che ci ha confermato, mostrandoci seduta stante l’esperimento con una delle sue mele, che si tratta di una cera naturale prodotta dal frutto stesso per proteggersi e per evitare l’evaporazione dell’acqua contenuta all’interno della mela stessa. D’altronde la stessa Esselunga, chiamata in causa dal video che ha fatto il giro del web ha smentito la falsa notizia direttamente sui banchi dei supermercati come potete vedere nella foto sotto, scattata in un punto vendita di Milano la scorsa settimana.

 

Non vi mostriamo il video incriminato ma…

… le voci che consideriamo attendibili.

La spiegazione dell’ente certificatore Biologico ICEA (Alessandro Pulga, Responsabile del Comitato di Certificazione Icea).

Esperimento fatto da Federbio su mele Gala Biologiche certificate della Val Venosta (con comunicato sotto al video)

L’etica della comunicazione ed i danni della superficialità

mele bio, mele bio esselunga, mele con la ceraAbbiamo avviato il progetto BenessereCorpoMente.it con l’ambizione e la missione di fare informazione seria su tutto ciò che riguarda il benessere della persona e dell’ambiente e tra i nostri asset c’è il sostegno al cibo fresco, naturale, di stagione, del territorio e biologico. Quando parliamo di biologico non parliamo solo di certificazioni, ma di filosofia di vita, di etica e di ecosostenibilità. Per questo faremo sempre tutto quanto ci sarà possibile per approfondire le notizie prima di parlarne, soprattutto se queste possono contribuire a mettere in crisi un’azienda, un mercato, un sistema. Infatti Federbio scrive in un suo comunicato: “La disinformazione e la pretesa di imporre verità senza alcun riscontro oggettivo amplificate dalla rete stanno creando grave danno al settore e a tutte le aziende che da anni lavorano con impegno e serietà assoluta per portare sulle tavole degli italiani prodotti biologici certificati secondo le rigide normative europee

Se la pensate come noi continuate a seguirci.

Claudio Monteverdi, Founder & Director di BenessereCorpoMente.it

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.