Massaggio indiano Abhyangam: i benefici

massaggio ayurveda, indiano

Un insieme di gesti piacevoli per la Mente e per la salute del Corpo

Come può un rituale massaggio indiano per il corpo restituire per quell’attimo la felicità e l’entusiasmo per lo spettacolo della vita?

Durante il massaggio indiano stress accumulato e tossine nella mente si dissolvono velocemente. Un massaggio completo per il corpo con appropriati prodotti come un buon olio caldo agisce come un ricaricatore potente e un ringiovanente di mente e corpo.

L’Abhyangam, letteralmente “esercizio per il corpo”, è una parte integrante della routine quotidiana raccomandata da questo sistema salutare di prevenzione per la salute complessiva ed il benessere chiamato Ayurveda.

L’Ayurveda

Ayurveda per chi è indiano è tradizione. Nelle case dei Vaidya (medici della tradizione Ayurveda), si tramandano antiche abitudini alimentari e ricette a base di erbe per curare i vari malanni che la vita ci procura.

Per noi Ayurveda è una nuova filosofia, antica più di 5000 anni circa, e come tale, vasta e complicata da spiegare in un articolo. E’ un  sistema medico che vi consiglia cosa mangiare e, cosa vi accade se abusate di alcuni alimenti, quindi è anche scienza.

L’Ayurveda vi spiega chi siete e a seconda di cosa fate, come pensate e quali sono le vostre debolezze, vi aiuta a conoscervi meglio e a controllarvi, quindi è anche psicologia e psicofisiologia; Ayurveda previene, mantiene e, se vi ammalate, vi cura.

I santoni indiani che si spogliarono di ogni bene e raggiunsero l’illuminazione dissero : “l’Ayurveda è insegnata direttamente dagli Dei agli uomini se l’abbraccerete vi ammalerete molto meno e sarete più energici, mentre invecchierete meglio, più sani e consapevoli”, quindi ayurveda è anche consigliere di vita.

Ayurveda letteralmente significa “Conoscenza della vita”: analizza l’uomo e tutto ciò che lo circonda a 360 gradi. E’ in grado di fornire validi strumenti per tenerlo in salute, ricavati solamente dalla natura e dall’esperienza facendo sì che non ci siano effetti secondari alla persona che ne fa uso. La cura sarà per la causa dei suoi problemi e soprattutto personalizzata, cioè rapportata al suo specifico caso,tenendo conto di: costituzione, età, malattie pregresse, ereditarietà, condizione fisica e psichica attuale e persino periodo stagionale in cui si intercorre.

L’Abhyangam

Quando c’è da prevenire i malanni, ma anche rinforzare il sistema immunitario e rilassare, il massaggio ayurveda Abhyangam, è lì, come una panacea universale del benessere. Il massaggio in India e nel sistema dottrinale medico dell’Ayurveda, è in genere, consigliato, non da solo. Può essere utilizzato come compendio di cura almeno nel 90% dei casi e delle patologie, anche parziale. Di solito è proposto full-body per chiari motivi riequilibranti ed energetici, e per meglio sopportare e supportare le diverse terapie, l’uso di farmaci. In alcuni casi è utile in seguito ad operazioni chirurgiche.

Sadbhawna Bhardwaj, ayurveda, massaggio ayurvedico, Abhyangam

Dott.ssa Sadbhawna Bhardwaj
Massaggio Abhyangam

 

Antichi testi ritenuti sacri per gli indù, i “Veda” enunciano eloquentemente tutti i benefici del massaggio. Innanzitutto si dice che un massaggio completo con olio, svolto con costanza e regolarità, nutre la pelle e tutti i tessuti, pacifica la fisiologia, tradizionalmente composta dai  3 Dosha:

  • Vata che regola gli scambi gassosi e il movimento,
  • Pitta che regola la digestione e trasforma il nutrimento,
  • Kapha che regola il sistema immunitario e la rigenerazione cellulare.

Allevia la fatica, offre ed amplifica la capacità di resistenza, procura piacere e sonno perfetto, migliora la carnagione e lo splendore del tono della pelle, promuove la longevità.

Con l’Abhyangam si offrono i mezzi al corpo per assorbire le qualità salutari del materiale usato nel massaggio attraverso l’effetto trans-dermico, aiutando perciò la pelle che è il più esteso organo del corpo a compiere efficientemente le sue diverse funzioni, come permettere il rilascio delle tossine  dal corpo grazie alla traspirazione. È come il cambio olio per la lubrificazione del motore della macchina: se lo fate regolarmente, il vostro motore sarà nelle migliori condizioni per funzionare bene e rendere per anni e anni senza problemi.

Suggerimenti per praticare l’Abhyangam

Il massaggio ayurvedico è compiuto tradizionalmente di mattina, prima del bagno o della doccia. Esso facilita la liberazione di tossine che si sono potute accumulare durante la notte precedente. Si può usare olio di sesamo per lubrificare. In India vengono utilizzati oli medicati con decotti a base di erbe, o un olio di massaggio  arricchito di oli essenziali.

Se scegliete l’olio di sesamo deve essere ricavato da una prima o una seconda pressatura a freddo, senza conservanti o coloranti chimici. L’olio di sesamo ha proprietà di antiossidanti, ed è utile nel proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi, che, se in eccesso, sono responsabili dell’invecchiamento nei tessuti. In India si dice che nutre la fisiologia.

Purificazione dell’olio di Sesamo

Ci sarebbe un modo per purificarlo prima dell’uso, scaldandolo ad esempio fino a 100 gradi (tranquilli non si brucia, il punto di fumo dell’olio di sesamo è a 120°-130°.  Una volta arrivato a questa temperatura va rimosso dalla fiamma, lasciato raffreddare naturalmente e immagazzinato, pronto per l’uso. Se e quando fate questa operazione fate attenzione: l’olio per natura sua è infiammabile.

Gli oli medicati

Gli oli medicati contengono una miscela di erbe attentamente selezionate e non casuali, ma conosciute per la loro abilità di fortificare la fisiologia e bilanciare la mente. Il massaggio quotidiano con un olio da massaggio medicato ha almeno il doppio del potere e del beneficio, rispetto ad un olio normale. La consapevolezza della genuinità e delle cose fatte ancora in maniera artigianale ci dà un senso di garanzia del prodotto che utilizzeremo per il massaggio.

In India non è difficile trovare presso molti medici ayurvedici, oli artigianali per differenti scopi, loro vi diranno che li producono personalmente nel loro laboratorio, ed è una ricetta tramandata di generazione in generazione.

Come si pratica l’Abhyangam

Il massaggio inizia dalla scelta dell’olio e dall’accuratezza con cui si prepara la stanza da massaggio e si scalda l’olio per renderlo più “dermofilo” (grado di penetrazione dell’olio nel derma).

L’olio va dapprima applicato in modo che cominci a penetrare la pelle e poi si massaggia il corpo intero parte per parte, utilizzando a volte solo le dita a volte pressioni e strofinamenti con tutta la mano. Si applicherà una pressione più leggera sulle aree sensibili e delicate come l’addome o il cuore. Usate più olio e fermatevi più a lungo nelle zone dove le terminazioni nervose sono più concentrate, come le piante dei piedi, i palmi delle mani e lungo la base delle unghie.

Molte frizioni circolari sulle aree rotonde come la testa o le articolazioni e percussioni su aree vaste dal punto di vista muscolare come alcune zone delle braccia e delle gambe donano vigore e tonificano.

Alla fine del massaggio

Finito il massaggio, il ricevente si rilassa per 10-15 minuti  tranquillamente sdraiato, lasciando che il nostro olio faccia la sua magia. Più a lungo lo si tiene sulla pelle, più profondamente penetra. Sarebbe opportuno avere a  disposizione il resto della giornata. Concedersi  un bagno caldo, una sauna, prendersi cura di sé e volersi bene. Questa cura  rinnova certamente l’autostima e la voglia di vivere allontanando stress e stati negativi.

Potete sperimentare un mini-ciclo di “rottura”, cioè una breve serie di massaggi ravvicinati, tipo 4 trattamenti in due settimane: vedrete che risultati, è magnifico. Provare per credere!

I benefici dell’Abhyangam

Infine, ecco un pratico e veloce riassunto di che cosa potete aspettarvi principalmente da un buon massaggio Ayuvedico, o meglio ancora da una ciclo di massaggi :

  • Promuove la circolazione e favorisce il rinvigorimento muscolare
  • Calma il sistema nervoso
  • Lubrifica le giunture e le articolazioni, perciò meno dolori ed infiammazioni
  • Sollecita la prontezza mentale ed aumenta la concentrazione
  • Migliora l’eliminazione delle impurità dal corpo
  • Lascia una pelle più morbida e più liscia, con un ottimo tono
  • Ci sono giornate che ci lasciano distrutti senza energia, il recupero è più veloce con l’abhyangam
  • Favorisce un sonno profondo
  • Secondo la tradizione Ayurveda può ringiovanire ed allungare la durata della vita, rendendola meno dolorosa e più dignitosa.

Articolo di: Dott. Sadbhawna Bhardwaj e Riccardo Mentasti

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.