Mascherine e guanti da Coronavirus: l’impatto sulla salute e sul pianeta

0
228
mascherine e guanti per terra, mascherine, guanti, coronavirus, smaltimento dpi
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Coronavirus e ambiente hanno un legame molto stretto. L’impatto dei dispositivi di protezione individuale (DPI) quali mascherine e guanti sull’inquinamento del pianeta, non è da sottovalutare ed è importante sapere come smaltirli.

Il rispetto dell’ambiente rischia di passare in secondo piano

Chi, come noi, ha a cuore la salvaguardia del pianeta si è accorto quanto le problematiche sull’inquinamento in essere, già gravi prima del Coronavirus, siano passate in secondo piano.

Il fatto di dover stare in casa, la chiusura dei parchi e il divieto di accesso ai luoghi naturali, ci ha allontanati dal nostro pianeta.

Tutti concentrati sulla malattia e sulla paura di ammalarci, abbiamo dimenticato che anche l’inquinamento è un fattore determinante per la nostra salute, per la nostra sopravvivenza e per la sopravvivenza della terra, la casa che ci ospita.

Un momento di stupore e bellezza non basta

Durante questi mesi abbiamo potuto osservare come la natura ha cercato di riconquistare i propri spazi.

Abbiamo letto e condiviso bellissime immagini di animali in giro per le strade dei paesi e delle città, di tartarughe che hanno riconquistato le spiagge, della ripopolazione delle api perché non c’era nessuno a recidere i fiori di campo.

Ricordiamoci però che, sebbene sia stato un momento importante accaduto per ricordarci la bellezza e l’utilità della natura, non basta.

Ci è piaciuto il risveglio della natura? Possiamo fare qualcosa per mantenerlo anzi per nutrirlo e ricreare un equilibrio intelligente tra il nostro stile di vita ed il mondo naturale.

anatroccoli, anatra per la strada

Foto di Elsemargriet da Pixabay 

Per proteggerci rischiamo di far ammalare ancora di più il mare

Il Pianeta è molto ammalato e sofferente, le notizie si susseguono di giorno in giorno, anche se nascoste dalla priorità Coronavirus. I dispositivi di protezione usa e getta rischiano di peggiorare la situazione del mare in tempi molto brevi.

L’Associazione Marevivo ha inviato una richiesta al governo ai fini di un intervento per incentivare la produzione di dispositivi di protezione ecosostenibili e riciclabili.

Potete leggere qui la lettera al governo.

Lo smaltimento: forse non sai che…

  • si prevede uno smaltimento giornaliero di circa 20 milioni solo di mascherine,
  • i DPI vanno smaltiti nell’indifferenziata. Solo se infetti, vanno chiusi in un sacchetto di plastica. Puoi trovare tutte le disposizioni specifiche dell’Istituto Superiore di Sanità qui. In ogni caso sappi che i guanti in vinile sono gli unici che non vanno smaltiti nell’indifferenziata ma vanno nella plastica,
  • ogni volta che non smaltisci i DPI correttamente metti a rischio la salute di tutti e del pianeta poiché sono composti di materiale non biodegradabile e potenzialmente infetto,
  • in commercio ci sono delle alternative di cui ti parliamo qui sotto.
  • la plastica monouso non ci salva dal Covid-19. Leggi qui: Appello plastica monouso

Mascherine e guanti: cosa puoi fare tu fin da subito

Una scelta responsabile è l’acquisto di mascherine di cotone, tute lavabili, guanti biodegradabili che puoi trovare on line o in negozi specializzati.

La scelta responsabile, inoltre, va condivisa con chi ci circonda. In questo momento già ricco di informazioni su cosa poter fare e cosa no, è importante sollevare anche questo tema. Da quello che osserviamo per strada, purtroppo, notiamo che non vi è alcuna sensibilità.

Come per la plastica e gli altri rifiuti, anche guanti e mascherine sono gettati a terra, come se la terra non fosse la casa di tutti.

Come se non si fosse consapevoli che tutto ciò che non è smaltito correttamente finisce nella terra e nel mare e torna sulle nostre tavole diventando una minaccia per la nostra salute.

Sostieni con noi l’Associazione Marevivo

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articoli
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.