Maschere viso: a cosa servono e quali scegliere

maschere viso, maschera viso, pelle del viso, crema

Maschere Viso: a cosa servono e perché fanno bene

Maschere viso: perché ve ne parlo? Lo faccio perché hanno a che fare con una domanda ricorrente che mi viene fatta dal pubblico in sala durante le conferenze:

quale tipo di maschera viso mi consiglia di utilizzare?

Maschera viso: come sceglierla?

La risposta non può essere univoca, esistono molte tipologie di maschere viso, ognuna con specificità ben precise. Quella migliore è da consigliare in base alle caratteristiche della pelle.

Perché le maschere viso fanno bene

Annuncio pubblicitario

Le maschere rivestono un ruolo primario per mantenere in buono stato la pelle e dovrebbero essere applicate con continuità.

Le più utilizzate sono quelle Cremose, che hanno una formulazione molto concentrata di sostanze funzionali, mediamente vanno lasciate sul viso per 20 minuti e rimosse con acqua tiepida.

Sono ideali sia per le pelli sensibili che per quelle impure, grazie alla loro azione decongestionante e opacizzante.

Altri ingredienti utili per le maschere viso

Ossido di Zinco  e suoi abbinamenti

L’Ossido di Zinco è un ottimo ingrediente per entrambi i tipi di pelli.

In formulazione con sostanze funzionali come

  • Rusco,
  • Mirtillo,
  • Esperidina,

questo ingrediente esplica un’azione altamente decongestionante e protettiva del microcircolo, mentre abbinato a ingredienti come il Tea Tree, Rosmarino, Salvia, Bardana e Acidi Fruttati evidenzia un’azione sebo-normalizzante e purificante.

Burri e oli vegetale per le pelli secche

Ottime per le pelli secche quando tra gli ingredienti principali si trovano i Burri e gli Oli Vegetali, come ad esempio il Karité, arricchiti dai Polisaccaridi, Vitamina E, Aloe.

Maschere in Alginato Marino, per uso professionale

Un tipo di maschera particolare, sono quelle in Alginato Marino.

Il loro utilizzo è quasi esclusivamente professionale, per la loro complessità sia nella preparazione che durante l’applicazione sul viso.

Si presentano in polvere, a cui va aggiunto un attivatore acquoso ricco di principi attivi, che devono essere amalgamati aiutandosi con una spatola, fino ad ottenere un composto omogeneo che va applicato sul viso, compreso la zona del contorno occhi, da lasciare in posa per 20 minuti.

Al momento della rimozione, l’alginato essendo un polimero dell’alga, non avrà più una consistenza cremosa ma sarà diventato un composto gommoso che si solleva delicatamente dal viso.

L’effetto è sorprendente nel risultato su pelli con perdita di tonicità e per le borse/occhiaie perioculari. Il beneficio è in parte dovuto al ruolo che riveste l’alginato nel veicolare sostanze attive negli strati profondi della cute, grazie alla sua azione osmotica e per la capacità di abbassare di qualche grado la temperatura della pelle, favorendo un deciso miglioramento del microcircolo.

Maschere in tessuto

Per le pelli spente con rughe e quando abbiamo la necessità di ottenere un effetto immediato, le maschere in Tessuto, imbibite di Acido Lipoico e Acido Ialuronico, Aloe, Acidi Fruttati, Vitamina C, sono la soluzione migliore per ottenere un risultato eclatante, in termini di luminosità cutanea ed effetto liftante.

Maschere Peel Off

Interessanti per l’utilizzo domiciliare sono le maschere Peel Off, a base di polisaccaridi. Generalmente si trovano in vendita in comode buste monodose. Una volta applicate formano sulla pelle una sottile pellicola vinilica, che viene rimossa dopo circa 10 minuti di posa. Indicate per tutti i tipi di pelle, svolgono la loro migliore azione sulla cute impura.

Maschere viso, quando usarle

Utilizzare una maschera una/due volte la settimana è un gesto che completa nel migliore dei modi la nostra autocura domiciliare, che ci aiuterà a prevenire gli inestetismi più diffusi dovuti all’invecchiamento cutaneo.

Maschera Viso
Maschera Viso
Idratante illuminante
BioEarth
macrolibrarsii, maschere

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.