Mango, proprietà e benefici del frutto tropicale

mango, frutto tropicale, benefici del mango, proprietà del mango, mango frutto

Mango, un frutto tropicale molto diffuso con tante proprietà e benefici per la nostra salute. Originario dell’Asia è oggi coltivato molti paesi, non solo tropicali, per questo è reperibile tutto l’anno. Dimagrante, antiossidante, è ricco di nutrienti importanti per la salute del nostro organismo.

Mango: le origini e la pianta

La pianta del mango è originaria dell’asia, dove viene coltivata da almeno 4000 anni. Si è poi diffuso in quasi tutti i paesi tropicali e per questo motivo i suoi frutti sono reperibili per tutto l’anno.

L’albero del mango è un sempreverde, ha un tronco importante, una corteccia resinosa ed alcune specie posso raggiungere i 40 metri d’altezza.

Annuncio pubblicitario

Ne esistono 400 specie diverse, tra le varietà più conosciute ci sono Haden, Keitt, Tommy Atkins e Kent, Camboya, Mulgoba.

Mango frutto dolce e profumato

Il frutto ha un profumo inconfondibile, un gusto dolce ed intenso, inoltre, è poco calorico. Un singolo mango può arrivare a pesare anche 500 grammi e più. La sua polpa ha toni gialli o arancioni e si sviluppa attorno al nocciolo centrale, il seme della pianta, anch’esso di dimensioni rilevanti. Ogni frutto impiega dai un minimo di tre ad un massimo di sei mesi per maturare.

Essiccato

Anche il mango, come altri frutti, può essere essiccato per allungarne la conservazione. Durante questo processo viene ridotta significativamente la percentuale di acqua, aumentando la concentrazione delle sostanze nutritive e di conseguenza aumenta di molto l’apporto calorico (piu di 300 kcal per 100 grammi).

Proprietà e benefici del mango

Il mango ha un ottimo contenuto di vitamine, in particolare vitamina A e beta-carotene, vitamine del gruppo B e vitamina C, oltre a sali minerali tra cui potassio, calcio, fosforo e magnesio. È ricco poi di acqua (oltre l’82%) e di fibre, particolarmente utili per il benessere dell’intestino. Contiene tante sostanze antiossidanti, tra cui il Lupeolo , a cui sono attribuite come vedremo, proprietà antiinfiammatorie e antitumorali (vedi su PubMed).

Le proprietà del mango per la salute si ottengono da tutto il frutto, comprese foglie e la buccia. 100 grammi di mango hanno circa 55 calorie. A seguire alcune tra le più importanti azioni del frutto.

Lassativo e diuretico

Il mango è ottimo in caso di stitichezza e per la ritenzione idrica. Le sue fibre aiutano a contrastare la stitichezza ed a favorire la regolarità dell’intestino, mentre le sostanze oligominerali di cui è ricco gli conferiscono le proprietà diuretiche.

Energizzante e remineralizzante

Acqua buona, sali minerali e vitamine fanno di questo frutto un ottimo energizzante adatto anche agli sportivi.

Per la vista

La vitamina A e il suo precursore, il beta-carotene, sono ottimi per la salute degli occhi e per la vista.

Per la memoria

La vitamina B6 è essenziale per il buon funzionamento del cervello, aiutata dalla glutammina che potenzia memoria e concentrazione.

Per la digestione

Gli enzimi presenti in questo frutto facilitano il processo di digestione degli alimenti, migliorando l’appetito e la digestione ed eliminando l’acidità di stomaco.

Per dimagrire

Il mango aiuta a combattere il sovrappeso e l’obesità. All’evento Experimental Biology Conference 2016 a San Diego che l’hanno coinvolto e che hanno confermato che il mango è in grado contrastare sovrappeso e obesità, anche inibendo la crescita delle cellule adipose.

Per tosse e raffreddore

Si consiglia di far bollire la buccia del frutto e bere tre volte al giorno il preparato: è ricco di antiossidanti, carotenoidi e polifenoli.

Per la prostata

Grazie alla molecola lupeol, un particolare antiossidante di cui ho già parlato, il mango ha proprietà antitumorali e antinfiammatorie, utili anche per preservare la salute della prostata.

Come scegliere un mango maturo al punto giusto

Poiché ci sono diverse specie, il colore della buccia e la consistenza potrebbero variare per cui non ci sono metodi validi per tutti i frutti della famiglia. Tuttavia, ci sono delle regole generali che possiamo tener presente quando stiamo acquistando un mango.

    • Evitare di acquistare i frutti ammaccati
    • Verificare la consistenza: prendere il mango con due dita e applicare una lieve pressione. Se al tatto il frutto risulta solido significa che non è ancora maturo. Se invece è molliccio, è troppo maturo. La giusta consistenza, che si impara con l’esperienza è quella di un frutto blandamente morbido.
    • Annusare il frutto e percepire il profumo: se non ne ha è troppo acerbo, se è troppo intenso potrebbe essere troppo maturo

Per mantenere le sue proprietà nutrizionali e organolettiche, meglio conservarlo fuori dal frigorifero, a temperatura ambiente per qualche giorno.

Ad oggi il mango è coltivato anche nelle regioni del sud Italia, per cui è consigliabile acquistare i frutti del nostro paese quando se ne ha la possibilità: sono sicuramente più freschi di quelli che viaggiano settimane prima di arrivare sulle nostre tavole (e vengono raccolti troppo acerbi).

Come mangiare il mango

Si può consumare tutto l’anno ma l’ideale è godere delle sue proprietà in primavera e in estate. Mangiato al naturale oppure in frullato è perfetto, meglio se al mattino a digiuno. In alternativa può essere un ottimo sostituto di un pranzo, frullato insieme ad uno yogurt bianco e ad un altro tuo frutto preferito (kiwi o fragole ad esempio).

Lo si trova anche essiccato o crioessiccato, il mio consiglio in questo caso è di leggere bene l’etichetta e verificare che:

    • Non contenga zuccheri aggiunti
    • Non contenga il conservante anidride solforosa

Le foglie di mango: tè e decotto

Anche le foglie di mango hanno molte proprietà curative. Per sfruttarne i benefici è possibile preparare un decotto di foglie oppure un te.

Per il decotto far bollire per 10 minuti in acqua bollente una manciata di foglie, versarle in un contenitore, coprirlo e lasciare riposare per una notte. Al mattino filtrare il composto e bere a stomaco vuoto. Consigliato a chi soffre di diabete, anche la medicina Ayurvedica lo considera efficace per regolare l’insulina e anche per combattere altre problematiche tipiche della malattia.

Per il tè basta lasciare in infusione in acqua bollente una manciata di foglie per 5 minuti. È consigliato a chi soffre di diabete, per i calcoli renali, per le malattie respiratorie con l’aggiunta di un cucchiaino di miele.

Controindicazioni e avvertenze

Il mango non ha particolari controindicazioni tuttavia in qualche caso è opportuno evitarne l’assunzione:

  • In caso di allergia il mango maturo può provocare in alcuni individui reazioni che possono colpire in particolare lingua e labbra. Se non l’avete mai mangiato fate un assaggio e mettetevi in ascolto per percepire come reagisce il vostro corpo.
  • In caso di diabete bisogna tener presente che, come altri frutti, ha un elevato contenuto di zuccheri, per cui meglio non abusarne. Evitare invece il frutto essiccato, nel quale la concentrazione di zuccheri è ancora maggiore.
  • Chi soffre di coliche dovrebbe assumerlo con cautela, ed evitare un’assunzione continuativa per il suo possibile effetto lassativo.

Consiglio

Come sapete promuoviamo i frutti del nostro territorio, sia di produzione che di origine. Il mango, come altri meravigliosi frutti tropicali, non è proprio uno dei frutti caratteristici del nostro paese. Tuttavia le sue proprietà sono talmente interessanti da rendere consigliabile il suo consumo, purché sia considerato come una piacevole variazione in una dieta composta prevalentemente da frutta e verdura del nostro territorio.

Mango in cosmesi naturale

Il mango è molto usato in cosmesi, in quanto il frutto ha molte proprietà benefiche che rendono più luminosa e morbida la nostra pelle, ma utili anche a capelli e unghie.

Tutto questo è possibile grazie alla presenza di beta-carotene ed altri numerosi antiossidanti, sostanze anti-age e di vitamine del gruppo B, fondamentali per il funzionamento delle cellule.

Ecco perché, oltre all’uso alimentare, il mango fresco può essere utilizzato per una maschera viso completamente naturale che renderà la pelle morbida e luminosa.

La maschera viso di mango

Preparare una maschera al mango è semplicissimo: frullate la polpa, spalmatela sul viso ed attendete circa 15 minuti prima di risciacquare. Gli antiossidanti faranno la loro azione antiage contrastando l’azione dei radicali liberi, mentre gli acidi presenti nel frutto aiuteranno a sciogliere i grassi e a liberare la pelle dalle impurità.

Sei interessato ad altri frutti tropicali come il mango?

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.