Mangiare lentamente: benefici per la salute e consigli

mangiare lentamente, masticare bene, mangiare di fretta, digerire meglio, mangiare adagio

Mangiare lentamente, una buona abitudine di benessere a costo zero.

La vita odierna corre sempre più veloce. Tra famiglia e lavoro molte persone hanno sempre mille impegni e sempre meno tempo per dedicare ad una delle cose importante mangiare.

Nelle grandi città del nord Italia, mangiare per molti significa un panino o un piatto pronto in un bar o in un fast food in meno di 20 minuti, in qualche caso si mangia anche in piedi.

Annuncio pubblicitario

E mentre si mangia magari si discute di lavoro con un collega, oppure si sta al telefono con il cliente, il partner, l’amica. Magari si chatta con qualcuno o si pubblicano post sui social!

In questo scenario, chi ha tempo di chiedersi se sta mangiando lentamente? Chi riesce a portare l’attenzione al cibo?

Come mangiamo ?

Non affrontiamo in questo articolo il problema di “cosa mangiamo”, altrettanto importante, bensì quello di “come mangiamo”.

Molte persone oggi dedicano grande attenzione alla qualità del cibo che scelgono, e questo è un bene. Pochi invece tengono in considerazione la modalità con cui consumano il proprio pasto.

Prima che il segnale della sazietà arrivi dallo stomaco al cervello, all’ipotalamo,  passano circa venti minuti. Per questo motivo quando mangiamo frettolosamente, senza che ce ne rendiamo conto, mangiamo di più. Inoltre, così facendo, la nostra fame non si placa.

Mangiare lentamente: consigli e vantaggi

Mangiate un boccone ogni 30 secondi circa, questo è il consiglio di alcuni nutrizionisti. In questo modo l’appetito si riduce e si digerisce meglio. Ovviamente si tratta di un’indicazione da prendere con le pinze, è solo un invito a rallentare e a diventare consapevoli di come mangiamo.  Ecco dunque tutti i vantaggi

Ridurre l’appetito e dimagrire

Mangiare lentamente riduce la fame, di conseguenza è una buona abitudine anche per dimagrire.

Digerire meglio ed evitare disturbi digestivi

Masticate a lungo, in questo modo la digestione avviene più facilmente. Mangiare lentamente previene tanti disturbi digestivi, in particolare il reflusso gastroesofageo, una patologia molto diffusa.  In particolare la digestione di amidi e carboidrati inizia in bocca, grazie ad un enzima contenuto nella saliva, la ptialina.

Assaporare i cibi

Masticare a lungo, inoltre, consente di assaporare meglio il cibo.

Ridurre lo stress

Mangiare lentamente riduce lo stress. Vuol dire prendersi del tempo per sé ed allontanarsi dalle preoccupazioni.

Migliorare la consapevolezza

La lentezza nel mangiare ci consente di assaporare meglio i cibi e allo stesso tempo di renderci conto se abbiamo scelto i cibi giusti per noi. Ci consente di migliorare la nostra sensibilità verso i sapori e la qualità dei cibi. Troppo dolce, troppo salato? Se mangiamo in fretta non abbiamo neanche il tempo di rendercene conto.

Migliorare le relazioni

Mangiare lentamente ci consente di predisporci meglio alle relazioni quando condividiamo il pasto con familiari, amici o colleghi

Conclusioni e come fare

Insomma, se pensate che il termine per indicare il vostro atto del nutrirsi non è solo mangiare ma anche ingurgitare oppure ingozzarsi, probabilmente avete alcuni buoni motivi per fermarvi a riconsiderare la vostra modalità di approccio al cibo. Ti stai chiedendo come fare? Ecco alcuni consigli:

  • Fai il possibile per prenderti il tempo necessario, almeno 30 minuti
  • Non mangiare in piedi
  • Evita di arrivare a pranzo o a cena affamato
  • Non distrarti: prova, qualche volta, a mangiare solo, senza tv, smartphone o altre distrazioni. Osserva la differenza
  • Mettiti in ascolto: dei sapori, del senso di sazietà
  • Bevi un bicchiere d’acqua prima del pasto
  • Se mangi in compagnia, guarda i piatti dei tuoi commensali e sfidati a finire per ultimo

Bibliografia

  • Corriere.it, La conferma: mangiare lentamente fa dimagrire (e non solo), leggi qui
  • Repubblica.it, mangiare lentamente, il segreto per rimanere in forma, leggi qui
  • PubMed, Does eating slowly influence appetite and energy intake when water intake is controlled?, leggi qui

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.