Il mal di testa non ti dà pace? Digli addio con lo Yoga

mal di testa, mal di testa addio, yoga e mal di testa, yoga per il mal di testa

Mal di testa: per la maggior parte di noi potrebbe apparire come un disturbo passeggero e molto comune. In realtà non è detto che sia così, perché questa patologia a volte può assumere una ricorrenza fissa, e quando ciò accade, il mal di testa diventa davvero fastidioso, al punto da disturbare tutte le nostre attività quotidiane. Persino la vita sociale e quella lavorativa possono risentirne.

Il mal di testa non ti lascia in pace? Ti conviene prima informarti sull’argomento, e poi provare a rimediare con lo yoga. Ti spieghiamo perché.

I dati sul mal di testa in Italia

In Italia si trovano attualmente circa 26 milioni di persone che soffrono di una delle varie forme di mal di testa, un dato allarmante, che sottolinea la grande diffusione di questo disturbo. Questo è quanto viene sottolineato anche dall’Associazione Neurologica Italiana.

Va poi ricordato che esistono diversi tipi di dolori alla testa, che cambiano in base ai sintomi. Per poter giungere ad una diagnosi, e dunque alle cause, è importante conoscerli e saperli distinguere, in ogni caso il vostro medico di fiducia potrà fare la valutazione opportuna.

  • Le emicranie sono le tipologie più diffuse, e possono affliggere un lato o entrambi della testa.
  • Un altro tipo di dolore al capo è la cefalea a grappoli, che tende a verificarsi soprattutto in prossimità delle tempie.
  • Poi c’è la cefalea di tipo intensivo, che invece dà una sensazione di forte pressione al capo e, infine, c’è il mal di testa da sinusite.

Ecco perché risulta utile informarsi sui mal di testa frequenti, così da poter distinguere queste forme in modo netto.

Per quanto concerne i rimedi più adatti, oltre allo yoga che vedremo fra poco, generalmente si consigliano il riposo e le tisane rilassanti.

Lo Yoga può aiutare chi soffre di cefalee: lo dice uno studio

Lo yoga può andare incontro a chi soffre di mal di testa, così da poter alleviare i dolori causati da questa condizione. Lo sostiene un gruppo di ricercatori della Rajasthan University di Jaipur.

La ricerca si è svolta su un campione di 72 persone afflitte da cefalee, basandosi su un trattamento yoga per un’ora al giorno lungo un arco di tre mesi. I risultati sono stati eloquenti: un folto numero di pazienti ha visto diminuire in modo sensibile il proprio mal di testa.

La spiegazione scientifica risiede nella serotonina, nota anche come ormone del buonumore, una sostanza le cui carenze sarebbero direttamente correlate all’emersione delle cefalee. L’azione dello yoga è proprio quella di spingere il corpo a produrne in maggiori quantità.

Fra le posizioni yoga (Asana) più consigliate troviamo la torsione a terra e la posizione del bambino, che consiste nel posizionarsi in ginocchio portando il peso del corpo in avanti fino a toccare il pavimento con la fronte.

Anche i piegamenti del collo risultano utili, insieme alla posizione dell’aratro (Halasana), che consiste nello sdraiarsi con il ventre verso l’alto per poi portare i piedi in alto fino oltre la testa.

Halasana, posizione dell'aratro, mal di testa, yoga, asana
Yoga: Halasana, la posizione dell’aratro

Conoscenza, informazione e yoga: sono questi gli ingredienti principali per preparare un’ottima ricetta contro il mal di testa.

Ti può interessare anche: questo articolo che tratta il significato psicosomatico di mal di testa, emicrania, cefalea

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.