Mal di schiena: di quanti pesi ci carichiamo? Alleggerirsi con la Riflessologia Plantare

mal di schiena, trattamento, massaggiatore

Mal di schiena, un disagio molto comune che crea problemi a molte persone. In questo articolo vi descrivo brevemente come è fatta la nostra schiena e come la riflessologia plantare può essere di aiuto per alleggerirla e dare sollievo ai dolori che possono colpirla.

Come è fatta la schiena?

La schiena è una delle parti del nostro corpo che subisce maggiori sollecitazioni; basti pensare a quante volte abbiamo sentito, ascoltato o visto tutorial su come alzare i pesi, su come spostare oggetti pesanti e così via.
Insieme al mal di testa, i dolori alla schiena (il temuto mal di schiena) rappresentano la causa maggiore in grado di bloccare una persona in casa.

La schiena o anche detta dorso è la parte posteriore del nostro busto, delimitata dal collo in alto e dai glutei in basso.

E’ attraversata da un importante insieme di ossa: la colonna vertebrale, mix di vertebre e dischi intervertebrali, che lavorano in tandem ogni istante della nostra vita, affinché i pesi, il peso stesso del corpo e tutte le sollecitazioni conseguenti ai movimenti, vengano ammortizzate e scaricate correttamente a terra. La lunghezza media della colonna vertebrale in una persona adulta varia da 60 a 70 cm.

Ti può interessare anche Schiena, psicosomatica: da stress ed emozioni a rigidità e dolori

Quali sono le ossa ed i muscoli presenti nella schiena?

Dall’alto verso il basso abbiamo le seguenti ossa:

– 7 vertebre cervicali
– 12 vertebre dorsali/toraciche
– 5 vertebre lombari
– 5 vertebre sacrali
– 4 vertebre coccigee

I muscoli sono:

  • Il trapezio, un grande muscolo che ha il compito di muovere le spalle e la testa. Copre una zona che va dalla nuca fino alla penultima vertebra toracica.
  • I grandi dorsali sono i muscoli più estesi della schiena, ed anche tra i più grandi dell’intero corpo umano: ricoprono infatti la schiena dall’osso sacro fino alle ascelle.
  • Gli infraspinati sono due muscoli simmetrici come i grandi dorsali; sono poggiati alle scapole, sotto le ascelle e permettono il movimento delle braccia.

Come viene trattata la schiena in Riflessologia Olistica Plantare?

In Riflessologia Olistica Plantare viene trattata assieme alla colonna vertebrale. Essendo attraversata da tantissime terminazioni nervose, ramificate nella colonna vertebrale, la schiena influenza il buon funzionamento di tutti gli organi.

Ad ogni punto corrisponde un determinato organo. Nella parte alta (cervicale/dorsale) avremo ad esempio cuore e polmoni; nella parte bassa (lombo-sacrale) avremo reni ed intestini.

Per il rilassamento della schiena vengono massaggiate con efficacia le parti interne dei piedi (dalla base dell’unghia dell’alluce fino alla caviglia, al di sotto del malleolo).
Nel Massaggio Olistico Armonico Riflesso invece la colonna non viene mai tratta direttamente per evitare stimoli troppo aggressivi; viene trattata al contrario la schiena nei muscoli paravertebrali con movimenti utili al rilassamento ed al rilascio di tensioni.

Cosa rappresenta la schiena in Riflessologia Olistica Plantare?

La domanda olistica e psicosomatica consequenziale ad un dolore alla schiena è:

quanti pesi porto ?

oppure: di chi o cosa mi sto facendo carico?

La schiena è simbolo di peso sociale, di sforzi per mantenere una determinata posizione o rango all’interno della società. Un dolore nella zona lombo-sacrale associabile ai reni potrà essere ricollegato ad un dovere di cui ci facciamo carico, un’azione che non vorremmo fare ma “dobbiamo portare a termine”. Un fastidio nella parte cervicale associabile al cuore potrà essere ricollegato ad una gioia inespressa, ad una gioia “strozzata in gola”

Trattamento al mal di schiena: un esempio concreto

Durante un trattamento di Riflessologia Plantare, sul cliente si notavano gonfiori nelle parti interne dei piedi, dove sono presenti i riflessi della schiena/colonna vertebrale.
Al cliente fu chiesto “Quanti pesi porti?“(la domanda faceva riferimento sia a sforzi fisici sia a carichi emozionali).

Il cliente rispose “Oggi ho portato la spesa pesante da solo ed ho caricato dei macchinari di lavoro da solo

Sicuramente le errate posture o i carichi eccessivi creano scompensi alla schiena, ma la differenza faceva quel “da solo“, che il cliente ripeteva continuamente durante la risposta.
Il cliente si caricava emotivamente di tante responsabilità ed impegni e la schiena lo segnalava con dolori precisi e localizzati.

Alcuni trattamenti di Riflessologia e la comprensione che la nostra schiena può portare esclusivamente il nostro peso fisico ed emozionale, ci doneranno immediatamente sollievo e benessere.

Riflessologia Plantare - Manuale 1
Riflessologia Plantare – Manuale 1
Riflessologia Plantare - Manuale 2
Riflessologia Plantare – Manuale 2
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.