Mal di piedi: cause, sintomi, precauzioni e rimedi naturali

mal di piedi, dolore ai piedi,

Il mal di piedi può essere dovuto a cause muscolo-scheletriche, vascolari, neurologiche, dermatologiche.

Una eziologia muscolo scheletrica dà dolore alle articolazioni e ai tendini.  Ad esempio, la compressione laterale alla base delle dita, è un campanello di allarme attendibile per evidenziare il coinvolgimento dell’articolazione metatarso-falangea.

Se il dolore, invece, è dato dalla compressione laterale del piede nel punto più alto dell’arco, significa che c’è un coinvolgimento articolare-tarsale.

Il dolore ai piedi può essere anche conseguenza di artrite, male allineamento della caviglia, alluce valgo, dito a martello.

I disturbi del mal di piedi

Tendinite: amplificazione del dolore durante la contrazione contro resistenza del gruppo muscolare pertinente e durante uno stretching passivo.

Dolore plantare: fa pensare ad una fascite plantare.

Neuroma di morton e le cisti sinoviali: noduli benigni dolenti

Dolore di origine traumatica: conseguenza di lesione ai tessuti molli, distorsione alla caviglia. In caso di frattura il dolore persiste per alcuni giorni e si associa ad un punto di permeabilità sulle prominenze ossee.

Cause vascolari: sono dovute ad insufficienza venosa e aterosclerosi. Queste condizioni sono provocate da una malattia embolica, vasculitica o da una patologia concomitante a carico dei piccoli vasi nelle persone affette da diabete.

Cause neurologiche: neuropatie e sindrome del tunnel tarsale. Le prime si possono manifestare con ipersensibilità agli stati di dolore e con la percezione del dolore in stati per nulla dolorosi, la seconda è caratterizzata da dolore e intorpidimento delle dita, della pianta del piede e del mesopiede.

Cause di altra natura: infezione cutanea di natura batterica, ad esempio la cellulite, infiammazione diffusa dei tessuti molli della caviglia e del piede, cioè periartrite.

5 fattori di rischio

  • L’obesità può causare mal di piedi: il peso eccessivo aumenta il rischio di malattie cardiache, di diabete, ma grava anche sui piedi e sulle articolazioni del ginocchio.
  • La gravidanza può portare dolore ai piedi: il peso in eccesso raggiunto in gravidanza aggiunge stress alle estremità inferiori. Importante è perciò riposare molto e tenere i piedi sollevati.
  • Possono esserci altresì anomalie ai piedi: piedi piatti, arcuati e artrite. I piedi hanno naturalmente un arco che aiuta a mantenere e distribuire lo stress e la pressione attraverso le dita e il resto del piede. In alcune persone l’arco potrebbe essere troppo piatto o troppo alto. Queste disarmonie causano dolore ai piedi.
  • Le calzature inadeguate possono fare male ai piedi: se non hanno un buon plantare o si indossano tacchi troppo alti, i piedi rischiano di indolenzirsi abbastanza facilmente. Anche le scarpe troppo strette o troppo grandi causano dolore e fastidio. In particolare, se la scarpa è troppo stretta, aumenta la pressione contro il piede o accentua un problema di equilibrio.
  • Correre, saltare, stare alzati, stare molto in piedi, fare jogging o qualunque altra attività fisica può affaticare i muscoli dei piedi e quindi causare dolore.

7 precauzioni per prevenire il mal di piedi

Importante è apportare dei cambiamenti al proprio stile di vita!

Comperare scarpe che calzino bene

Le scarpe possono essere meno di tendenza, ma pratiche. Devono avere spazio nelle dita, il piede non ci deve scivolare, la pianta larga in modo tale che il piede non sporga dai bordi, essere comode già al momento dell’acquisto. Utile sarebbe comperarle il pomeriggio o la sera quando i piedi sono leggermente più gonfi.

Ogni tipologia di piede richiede una sua scarpa; se l’arco del piede è alto, meglio preferire scarpe con i cuscinetti, se è piatto meglio optare per scarpe che controllino i movimenti in eccesso, essendo i piedi meno stabili.

Scegliere le calzature giuste

Indossare le scarpe giuste per ogni attività, per evitare tendiniti al ginocchio, dolore cronico ai piedi, sperone calcaneare e frattura da stress.

Importante la scelta della scarpa soprattutto per gli sportivi: se i movimenti sono ripetitivi meglio un sostegno e un’ammortizzazione speciale, se si deve fare un’arrampicata meglio scarpe nuove che vecchie e consumate. Se si devono svolgere particolari attività sportive, meglio spendere per la scarpa adatta qualcosa in più che avere poi piedi doloranti!

Sollevare spesso i piedi

Se si sta troppo in piedi è meglio fare delle pause per alleviare il dolore. Tenendoli sollevati si rimette in movimento la circolazione e si riduce il gonfiore.

Lasciarli i piedi a riposo

Questo permetterà ai tessuti di ristabilirsi, prevenendo ogni ulteriore stress nell’area interessata. L’uso di supporti appropriati per caviglie e piedi, disponibili in commercio può offrire riposo, confort e sostegno nella zona interessata.

Tagliare le unghie dei piedi

A volte ci dimentichiamo di prenderci cura dei piedi nel modo corretto. Unghie troppo lunghe o tagliate male possono creare compressioni con conseguenti dolori.

Utilizzare il ghiaccio

Mettere il ghiaccio sui piedi dopo una lunga giornata: avvolgere il ghiaccio in un panno e appoggiarlo ai piedi per dare sollievo e diminuire gonfiore e infiammazione.

Rimedi naturali

  • Strofinare dell’olio tiepido sui piedi, anche olio d’oliva. Aiuta ad alleviare lo stress muscolare.
  • Applicare una leggera pressione con i pollici, facendo lenti movimenti circolari dalle dita al tallone.
  • Fare pressione anche sulla fascia plantare, cioè l’arco del piede.
  • Utilizzo del rullo per i piedi disponibile in commercio: si fa scorrere il rullo sulla pianta del piede dopo aver eseguito il massaggio; questo per dilatare i vasi sanguigni assicurando un buon apporto di sangue alle estremità inferiori.
  • Praticare degli esercizi per i piedi per promuoverne la flessibilità e migliorare l’estensione muscolare.
  • Usare una pallina da golf mettendola sulla pianta e facendo pressione con il piede.
  • Versare a terra dei fagioli o delle biglie e provare a prenderli con le dita dei piedi.
  • Fare esercizi che prevedano movimenti circolari e di allungamento.
  • Fare il pediluvio caldo-freddo per alleviare il dolore. Il caldo favorisce la circolazione del sangue e il freddo riduce l’infiammazione.
  • Fare il pediluvio con l’aceto: si aggiungono in un catino di acqua calde 2 cucchiai di aceto.
  • Fare un pediluvio con i sali di Epsom per lenire il dolore e dare sollievo immediato.

Ma di piedi in psicosomatica

Il dolore ai piedi è spesso in relazione alla sensazione di non andare avanti, di aver paura di procedere o di segnare il passo. Ci si può sentire bloccati in quello che si deve fare. Come avere la sensazione di girare in tondo e di non avere uno scopo nella vita. Paura di andare verso quella meta per insicurezza e mancanza di fiducia in se stessi.

Ti può interessare anche:“Mani e piedi: il significato delle dita in psicosomatica”

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.