Macrobiotica, alimentazione e stile di vita per corpo, mente, spirito

Macrobiotica: non si tratta di una semplice dieta ma di una filosofia di vita che vede nell’alimentazione la prima fonte di benessere psicofisico e anche spirituale.

Le origini della macrobiotica

Chi di voi – pur avendone sentito parlare – saprebbe descrivere  “l’alimentazione Macrobiotica” ? Partiamo dall’etimologia:  Macrobiotica deriva dal greco Macros ovvero “grande” e Bios “vita”, ecco perché con questa parola non si intende solo un regime alimentare ma una vera e propria filosofia di vita,  basata sul concetto di armonia con il cosmo,  intesa come il raggiungimento di un equilibrio fra forze opposte e complementari.

Tale equilibrio lega il benessere dell’uomo direttamente al comportamento individuale ovvero ad una condotta umana rispettosa dell’ordine dell’universo e quindi dell’ambiente in cui vive.  L’alimentazione assume una ruolo fondamentale in quanto anche e soprattutto attraverso di essa il l’uomo modifica se stesso, il proprio corpo ma anche la propria mente ed il proprio spirito.

La filosofia e le origini

La cucina macrobiotica trae origine direttamente dall’omonima filosofia dunque che auspica una “grande vita” o meglio ancora una “vita lunga e piena”, il cui benessere  deriva principalmente dall’alimentazione, elemento che consente all’uomo di  mantenere  l’equilibrio e l’armonia tra mente e corpo (e spirito) e l’ambiente in cui vive.

George Ohsawa

L’origine del termine macrobiotica viene attribuito al medico greco Ippocrate, padre della medicina moderna, ma  ai nostri giorni dobbiamo la notorietà della macrobiotica al filosofo, scrittore e medico giapponese George Ohsawa che con i suoi numerosi libri ha cercato di fondere le tradizioni e le medicine orientali ed occidentali, e di divulgarle, sviluppando e definendo delle regole alimentari molto precise che sperimentò personalmente.

Micho Kushi

Un altro personaggio di riferimento della nostra epoca è Micho Kushi, uno  degli allievi del dott. Ohsawa che più ha sviluppato la filosofia macrobiotica ed ha favorito la nascita di numerosi  centri per la sua diffusione anche in occidente.

La macrobiotica a cui facciamo riferimento in questa panoramica deriva proprio all’interpretazione derivata da Micho Kushi.  Lo stesso Micho Kushi oltre alla cucina macrobiotica si  è dedicato alla diffusione di rimedi naturali casalinghi semplici ed efficaci per riportare la salute in famiglia e portare supporto in situazioni di emergenza, di dolore cronico o anche di malattie allo stato acuto.  L’argomento è molto articolato e, senza la presunzione di una trattazione esaustiva, ci concentriamo ora sui punti salienti di questo stile di alimentazione  e di vita.

I concetti di base: yin e yang

Nella “dieta” macrobiotica tutti gli alimenti vengono suddivisi in due differenti gruppi, legati alle due forze opposte e complementari che regolano l’universo, lo Yin e lo Yang.

Yin e Yang sono termini antichi che trovano la loro origine nella filosofia taoista cinese. Chi di voi ha avuto modo di avvicinarsi alla Medicina Tradizionale Cinese ha sicuramente familiarità con questi termini. Yin e Yang hanno una valenza energetica, come dicevamo sono due forze opposte e complementari. Nessun fenomeno, oppure oggetto, può essere completamente yin o completamente yang, addirittura può essere yin oppure yang a seconda dell’aspetto che si  prende in considerazione.

Yin è la forza di espansione, che va verso l’alto e verso l’esterno. Yang è la forza di contrazione, che va verso il basso e verso l’interno.  Ad esempio il freddo è Yin il caldo è Yang, il buio è yin, la luce è yang, ecc. Andando avanti con gli esempi le seguenti coppie di termini sono yin/yang:  vuoto/pieno, femminile/maschile, inverno/estate, notte/giorno, nord/sud, introversione/estroversione.

Cercare un equilibrio tra Yin e Yang

Per raggiungere e mantenere un  benessere  generale dobbiamo trovare un equilibrio tra yin e yang, e nell’alimentazione bilanciare l’assunzione di alimenti yin e alimenti yang, cercando di ridurre l’assunzione di quelli estremi, troppo yin o troppo yang. Questa per noi occidentali moderni è la più importante novità della macrobiotica perché ci porta a cambiare la nostra abitudine a considerare i cibi in funzione delle loro caratteristiche biochimiche.

Le linee guida

L’alimentazione macrobiotica suggerisce un consumo bilanciato di alimenti Yin e Yang, riducendo al minimo l’assunzione di cibi troppo yin (come latte, yogurt, spezie…) o troppo yang (carne rossa, salumi, uova)  prediligendo cibi biologici, integrali, non OGM, e non trattati industrialmente, oltre a particolari tipologie di cottura e preparazione.

Le verdure per esempio non devono essere sbucciate e vanno tagliate in modo sottile (quando possibile), il sale, rigorosamente integrale, si mette solo a fine cottura. Per la preparazione delle pietanze vanno scelte solo pentole in acciaio inossidabile, teglie in terracotta, cestelli in bambù e mestoli di legno, il tutto per evitare di alterare lo stato dei cibi.

Si consiglia la cottura con gas o fuoco a legna, evitando altre modalità come quella elettrica e il forno a microonde.

La scelta di una dieta macrobiotica promette un notevole benessere a livello fisico e mentale, incrementato sia dalla scelta di alimenti sani ed equilibrati sia dall’allontanamento dal consumismo sfrenato che ormai regola le vite del mondo occidentale.
Tornando alla classificazione dei cibi, tra i più yin troviamo anche:  zucchero, alcolici, medicine e prodotti chimici, mentre tra i cibi più yang:  sale, carni rosse, salumi , uova, formaggi stagionati. In mezzo e quindi in equilibrio abbiamo: cereali, legumi, verdura e frutta (non tropicale, che è yin) tra i cibi yin, e cereali, pesce e carni bianche, tra i cibi yang. Nell’elenco degli alimenti il più equilibrato in assoluto è il riso integrale (ma anche il miglio, oppure l’orzo).

La piramide alimentare Macrobiotica

La piramide alimentare riveste nella macrobiotica una particolare importanza,  e ci basta uno sguardo per capire che la base di questo stile alimentare è composta  da cereali integrali (dal 40% al 60% del  peso e verdura (20%). Salendo troviamo poi i legumi ed i loro derivati, come tofu e tempeh (10%) per poi passare a oli vegetali (non solo olio extravergine di oliva ma anche di sesamo o di girasole ad esempio) e le alghe marine. Qui termina la lista dei cibi di cui la macrobiotica suggerisce un consumo giornaliero. Per un utilizzo settimanale, e quindi non quotidiano, troviamo la frutta ed i semi oleosi, i dolci senza zucchero, ed il pesce.

Occasionalmente le carni  bianche e le uova, ancora più occasionalmente o facoltativamente latte e derivati e in cima alla piramide le carni rosse, un trasgressione veramente occasionale ma solo per chi non può farne a meno.  La piramide descritta non è universale ma è una bussola che deve comunque tenere conto della posizione geografica e della situazione climatica (qui si fa riferimento a climi temperati),  ma anche dell’età, del sesso, dello stato di salute e del tipo di attività svolta.

Cosi come tutte le diete anche la macrobiotica non  può essere standardizzata ma deve essere calibrata caso per caso, d’altronde alla base dei principi di questa filosofia c’è proprio la ricerca di un equilibrio.

Alimenti

Vi sorprenderà  ora sapere che la lista degli alimenti utilizzati dalla macrobiotica è lunga,  cosi come è anche lunga quella degli alimenti che meritano una menzione in quanto ancora poco noti in Italia e in Europa.

Continua qui : Alimenti e ricette della cucina macrobiotica

 

Ti può interessare anche : Macrobiotica: dieta sana, naturale e insegnamenti importanti

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Claudio Monteverdi
Naturopata, esperto di alimentazione naturale, rimedi naturali, floriterapia ed altre tecniche per il benessere. Convinto sostenitore dell'approccio olistico e del vivere etico e sostenibile. Fondatore e direttore del portale BenessereCorpoMente.it
Contatti
Email: claudio@benesserecorpomente.it
Telefono: +393484753274
Website: https://www.benesserecorpomente.it
Twitter: @claudiomontev
Facebook: https://www.facebook.com/claudio.monteverdi
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su