L’importanza di dormire bene: consigli naturali

0
1037
dormire bene, donna che dorme, buon sonno

Nell’articolo “L’importanza di dormire bene per essere pienamente se stessi” abbiamo approfondito l’importanza di dormire bene e quanto il buon sonno in tutte le sue fasi (addormentamento e fase Rem) influenzi il nostro sistema psicofisico e determini il nostro stato di benessere.

Che cosa vuol dire dormire bene?

Dormire bene significa coricarsi all’ora richiesta dal nostro corpo e dormire il giusto numero di ore, diverse e soggettive per ognuno di noi, che solitamente variano dalle 6 alle 8 ore per notte. Dormire bene significa anche, una volta coricati, avere la capacità di rilassarsi e abbandonarsi al momento di riposo sia con il corpo sia con la mente spegnendo i pensieri insieme alla luce; non svegliarsi o agitarsi durante la notte; risvegliarsi lentamente, lasciando al corpo e alla mente il giusto tempo di stirarsi ed attivarsi.

Che cosa impedisce il buon sonno

Un’alimentazione ricca e pesante a un’ora troppo tarda, un accumulo di tensione durante la giornata che non è stata sfogata, ansie, paure e preoccupazioni che non riusciamo a lasciar andare e i famosi pensieri che affollano la nostra mente ininterrottamente. Oppure, quei momenti della vita in cui i problemi ci dominano completamente, eventi che ci lasciano un po’ scossi ed impegni di lavoro che ci fanno viaggiare sottoponendoci a cambi di letto, di orari e di ritmi che scombussolano il ritmo circadiano. Tutte queste possono essere le cause di un sonno non buono, agitato, poco riposante e rigenerante.

In particolare, possiamo identificare tre tipologie di insonnia. La cosiddetta insonnia ansiogena si caratterizza per la difficoltà ad addormentarsi. Quella stressogena (compresa la sindrome da jet lag) si riconosce invece per il sonno discontinuo con il susseguirsi di addormentamenti e risvegli. Infine, quella depressiva, connessa anche a lievi depressioni, stati malinconici ed esaurimento psico-fisico, si caratterizza per il risveglio anticipato al mattino presto.

Suggerimenti di benessere

Per dormire bene è importante cercare, almeno la sera, di consumare un pasto leggero e preferibilmente prima delle 21, svolgere attività sportiva o per lo meno fare una passeggiata di 20 minuti al giorno. Così come è importante prendersi del tempo dopo cena dedicato solo a noi stessi per lasciar andare le tensioni i pensieri e gli eventi della giornata, spegnere tutti i dispositivi elettronici e fare un po’ di silenzio con l’intenzione di prepararci ad un buon sonno.

GUNA RESOURCE

Resource Good Night con i fiori di Bach

I fiori di Bach sono un aiuto valido e prezioso anche per raggiungere una buona qualità del sonno, fornendoci sostegno e riportando equilibrio al nostro sistema psicofisico.

I giusti fiori di Bach per dormire bene sono stati individuati e uniti in una combinazione ottimale dall’azienda Guna in un rimedio chiamato Resource Good Night.

resource good night

La sua composizione presenta tre nuclei di fiori che sono in corrispondenza con le varie fasi del sonno:

Sonno sereno nelle Prime ore della Notte

Agrimony: per chi si maschera di giorno dietro un viso allegro e gioviale ma la notte si trova solo con i propri tormenti. Riporta armonia.

Aspen: per chi ha sensazioni vaghe di paura, presentimenti che turbano l’addormentamento. Dona serenità.

White Chestnut: per chi rimugina, è preoccupato ed ha pensieri ripetitivi non riuscendo così a prender sonno. Dona la pace interiore.

Sonno sereno nel Cuore della Notte

Scleranthus: per chi si sente incerto e per riportare armonia nei ritmi circadiani, alterati ad esempio dal Jet lag.

Walnut: per affrontare i momenti di cambiamento, per proteggersi dagli stimoli e per adattarsi all’ambiente. Ad esempio quando i minimi rumori o un letto diverso dal solito (in hotel) rendono difficoltoso il sonno.

Impatiens: per ritrovare tranquillità e il giusto ritmo, quando il nervosismo impedisce un sonno continuo.

Sonno sereno alle Prime Luci dell’Alba

Di nuovo Impatiens: per chi ha la tendenza ad anticipare, anche il risveglio.

Olive: per chi sente stanco fisicamente e mentalmente e, ciò nonostante, tende a svegliarsi molto presto. Il fiore favorisce la rigenerazione.

Questi rimedi evocano le nostre risorse interiori per poter godere di un buon sonno e, se aiutati dall’affermazione positiva “Mi lascio accogliere sereno dal sonno, mi abbandono in pace, mi addormento tranquillo, mi riposo e mi rigenero”, una dolce e riposante notte è assicurata!

Sei un operatore? Scopri la linea Resource di Guna

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.