Liberi da condizionamenti: come ritrovare volontà e determinazione

liberarsi dai condizionamente, catene, libertà, rimedi naurali

Cosa fare per liberarsi dai condizionamenti, familiari e ma non solo, e vivere pienamente la propria vita ? Dopo aver acquisito la necessaria consapevolezza della situazione, la naturopatia ci può supportare e sostenere con molti rimedi della natura.

Liberarsi da condizionamenti: ecco cosa fare

Occorre innanzitutto avere il coraggio di rompere con i modelli imposti e soprattutto prendere coscienza del fatto che non siamo al mondo per soddisfare aspettative altrui.

Per questo in un primo momento può sembrare destabilizzante imparare a dire dei “sani” NO, liberarsi da pesi inutili che possono anche essere azioni che compiamo quotidianamente controvoglia: occorre eliminarle o perlomeno contestualizzarle nuovamente, perché ci tolgono motivazione e tanta energia.

La rabbia che può emergere dalla presa di coscienza può essere trasformata in azione, in energia, e questo ci deve portare a considerare talvolta anche l’aggressività che emerge come qualcosa di positivo e di funzionale ad un percorso di cambiamento.

Il rispetto, l’ascolto del nostro corpo, la sua cura sono essenziali in un processo che mira a ricollocarci al “centro della nostra vita”.

Come rafforzarci e proteggerci con la naturopatia

La Naturopatia può aiutarci in tante modi nel processo di rafforzamento, di centratura, di protezione dalle influenze esterne che nel momento in cui desideriamo un cambiamento risultano nocive.

Spesso le persone intorno a noi potrebbero cercare di riportarci al punto di partenza perché siamo loro più funzionali (se principalmente attente ai loro bisogni piuttosto che ai nostri): ricordiamoci sempre che solo se stiamo bene con noi stesse, se siamo felici e realizzate possiamo condividere serenità e instaurare rapporti costruttivi e positivi con gli altri, quindi avanti nella nostra direzione senza sensi di colpa!

La floriterapia per essere liberi dai condizionamenti: Bush flowers e Fiori di Bach

Fiori Australiani

Uno dei miei fiori australiani preferiti è Boab, il fiore del baobab, splendida pianta che simboleggia la liberazione da modelli negativi introiettati dalla famiglia. Ci aiuta a liberarci dai condizionamenti familiari e generazionali, dai sentimenti negativi e costrittivi che ci provengono dall’educazione, tra quelli del sistema floreale degli Australian Bush viene detto anche “il fiore delle costellazioni familiari”; spesso è utile assumerlo per un mese all’inizio di ogni terapia floreale per fare una sorta di ‘ripulitura’ e predisporci ad essere liberi dai condizionamenti.

Fiori di Bach

I fiori di Bach invece ci offrono molte possibilità per rafforzarci e far emergere la “guerriera” che è in noi.

Centaury

Anzitutto Centaury, è molto indicato per le donne con carattere dipendente, che pensano di dover compiacere gli altri per avere la loro attenzione, che si sentono meritevoli di amore solo se danno molto più di quello che ricevono. In generale è un fiore che apporta forza e ci fa sentire più sicure e più forti nelle nostre convinzioni. Lo si consiglia anche nelle convalescenze quando l’organismo è esaurito.

Olive

E poiché chi non mette sé stessa al centro delle proprie giornate si trova spesso a sera sfinita e stanca è ottima l’associazione con un altro fiore, Olive, che è fortemente energizzante. Dal momento che i fiori lavorano in maniera intelligente, vanno ad agire solo dove c’è bisogno e in maniera diversa per ognuna di noi, può accadere anche che serva a liberarsi da compiti inutili, che ci dia la forza di rifiutare cose che ci portano via energia. Può, dunque, contribuire a farci trovare più spazio per noi, indurci anche a riposarci di più per recuperare forza.

Walnut

Certo è che nessun uomo è un’isola e sicuramente ognuna di noi è influenzata dall’ambiente che la circonda.

In questo senso un fiore prezioso è Walnut, il fiore del noce, che ha una duplice preziosa funzione. Prima quella di proteggerci dall’esterno e dalle influenze altrui.

Come il guscio duro della noce protegge il suo contenuto, il tenero frutto e la calotta cranica protegge il cervello, a cui il frutto è assimilato.

Inoltre, Walnut ha la proprietà di favorire l’adattamento. Quindi se si considera che la vita è un continuo processo di adattamento ai cambiamenti è utile sempre, ma in particolare nei momenti di transizione, in cui si desidera cambiare o in cui la vita ci impone un cambiamento. Anche nei momenti di cambiamenti fisiologici come pubertà o menopausa, infine, è ottimo per tutto il periodo della gravidanza.

Erboristeria e fitoterapia: le erbe marziane

Parlando di erboristeria è interessante saper scegliere le piante considerando anche le segnature planetarie (i pianeti hanno un’influenza anche sul mondo vegetale).

Marte è un pianeta legato al ferro e al fuoco; nella mitologia Ares è il dio della guerra, aggressivo e sanguinario, appassionato e feroce, impulsivo e forte.

Marte simbolo di energia e forza

Per affrontare cambiamenti importanti nella nostra vita abbiamo sempre bisogno di energia e forza. Ecco che Marte rappresenta anche il fuoco dello spirito, perché l’energia di Marte non è solo istintuale: a livello evoluto la combattività di Marte è rappresentata dall’eroe che combatte il drago, incarnazione delle forze del male.

A livello psichico il drago rappresenta le paure e i blocchi che arrestano l’essere umano nel suo percorso evolutivo. Rappresenta il fuoco anche sul piano emozionale, la vitalità delle emozioni, il desiderio di agire. Il comportamento marziano è caratterizzato da una tendenza alla competizione, allo scontro che se eccessivi possono portare egoismo e violenza.

Già nel 1500 Paracelso sosteneva che la mancanza di forza di alcune donne, che oggi viene attribuita all’anemia (però il suo significato psicosomatico si rifà a questo concetto cioè: pochi globuli rossi nel sangue = insufficiente forza e determinazione) doveva essere curata con il ferro etereo contenuto nelle piante marziane.

Marte e sistema immunitario

Nel corpo umano Marte è riferito al sistema immunitario, ai processi febbrili che bruciano le tossine e i virus, all’energia muscolare che sostiene lo sforzo, all’emoglobina, alla pulsione sessuale. Tutte le piante capaci di apportare ferro e di sostenere nell’attività aerobica sono governate da Marte.

Le piante che apportano ferro e forza

In generale queste piante hanno caratteristiche

  • tonificanti,
  • riscaldanti,
  • immunostimolanti,
  • afrodisiache,
  • revulsive,
  • rubefacenti.

Ortica

Tra di esse spicca l’Ortica, pianta forte e aggressiva (basta sfiorarla per accorgersene). Ha un’azione fortemente stimolante soprattutto a livello di circolazione del sangue, remineralizzante, arricchisce il numero dei globuli rossi e ne aumenta il tasso di emoglobina, aiuta in caso di artriti, reumatismi e gotta, stimola bile e pancreas aiutando la digestione, è cardiotonica e regola la pressione arteriosa.

E’ ottima in tisane ma anche come vegetale di cui in primavera ci si può cibare (in frittate e sformati, la cottura ne elimina le capacità irritanti) per depurarci da eccessi di freddo e dalle tossine accumulate in inverno.

Peperoncino

Il Peperoncino, pianta arrivata in Europa nel 1514, è una pianta con interessanti proprietà

  • innalza la temperatura corporea,
  • stimola la circolazione sanguigna,
  • elimina fermentazioni intestinali
  • facilita la digestione,
  • efficace per trattare le affezioni dell’apparato respiratorio
  • migliora le difese immunitarie. grazie all’alto contenuto di vitamina C.

Altre piante marziane che danno forza

Altre ottime piante marziane che dovrebbero entrare nella nostra alimentazione quotidiana sono basilico, cannella, chiodo di garofano, zenzero, santoreggia e pepe nero (ottimi anche gli oli essenziali diluiti in olio per massaggio). Interessante notare che tutte queste piante hanno la capacità di innalzare le nostre difese immunitarie, quindi di “combattere la guerra” contro gli attacchi di virus e microbi al nostro organismo.

Un rimedio naturale per acquisire forza e liberarsi dai condizionamenti

Un rimedio ottimo è un prodotto spagirico che contiene gemmoderivato di tamerice e olio essenziale di limone. A livello fisico agirebbe stimolando la milza e sulla produzione di midollo osseo e globuli rossi, in realtà agisce molto più profondamente:

  • rafforza la determinazione della persona e la forza di volontà,
  • restituisce consapevolezza del proprio valore e voglia di affermazione.

Se ne assumono da 1 a 3 gocce mattina e sera pertanto si va ad agire più sul livello psichico ed emotivo.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.