Legge di Hering, un medico innamorato dell’omeopatia

Legge di Hering, omeopatia, rimedio omeopatico, constantin hering, simile, vibrazione
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Omeopatia: vi racconto una storia. Constantin Hering, figlio di un organista e di un’insegnante, nacque in Germania. Un medico tedesco, mente luminare  che lavorò per anni negli Stati Uniti dove si trasferì per lavoro agli inizi del 1800.

L’incontro con l’omeopatia non fu amore a prima vista

Il suo incontro con l’omeopatia fu battagliero; infatti, seguendo il suo indottrinamento universitario di Lipsia, cominciò la sua tenace battaglia contro l’omeopatia, scrivendo libri e trattati, in cui descriveva attraverso esperimento l’inefficacia di questa “cura” alternativa.

Propose ad un suo amico farmacista, che lo aiutava nel lavoro e nelle ricerche, di effettuare esperimenti sulla corteccia di china  ma, il rifiuto del suo amico, lo costrinse a vivere in miseria, senza lavoro e senza una fissa dimora.
Bistrattato da amici e colleghi veniva definito “pazzo fanatico”, ma la sua battaglia contro l’omeopatia stava per dare dei risultati inaspettati.

Una ferita alla mano, la scintilla!

Durante un’autopsia il dott. Hering si procuò una ferita alla mano, che curata male degenerò in infezione. I chirurghi avevano ormai deciso di amputare l’arto, ma un giovane omeopata, Kummer, convinse Costantin ad assumere l’Arsenicum .
Dopo esattamente 3 giorni, Costantin guarì. La sua guarigione lo convinse profondamente dell’efficacia dell’omeopatia e lo spinse a fare ricerche in direzione opposta a quella battuta in età giovanile. Continuò ad avere risultati “miracolosi” su di sé e su pazienti che curava come medico/omeopata. Nonostante ciò le Università ed i Centri di Ricerca Nazionali con cui collaborava continuava ad etichettarlo come pazzo.

Ma Hering era solo un pazzo innamorato.

Emblema della collaborazione tra le due medicine

Costantin Hering è sicuramente l’emblema della fusione tra la medicina ufficiale (allopatica = soppressione del sintomo) e quella [erroneamente definita, ndr] alternativa (eziopatogenetica = il sintomo è un segnale che il corpo invia, dopo averlo ricevuto dal cervello, dai pensieri).
La storia di Hering  un esempio per tanti operatori olistici ma anche medici, perché dopo la sua “conversione” il medico ha sempre unito insieme il suo percorso professionale e la sua esperienza di vita ( la guarigione per opera dell’Omeopatia).

La Legge Centrifuga: tutto gira intorno ad un Centro

“Ogni guarigione comincia dall’interno e procede verso l’esterno, dalla testa verso il basso, e in ordine inverso da com’erano apparsi i sintomi della malattia”.

Hering studiò attentamente come l’organismo impiegasse una precisa tempistica per giungere ad una determinata malattia, ed un’altra altrettanto scandita per giungere alla guarigione.

La scala musicale dei pensieri

I pensieri sono vibrazione, proprio come le note che intoniamo cantando. Se oltre ad ascoltare sentiamo e se oltre a sentire percepiamo, afferriamo e comprendiamo come ogni singola nota porti con sé un messaggio.Un accordo come il Sol-Maggiore ha sicuramente un “colore” diverso rispetto al Mi-minore, ed anche se non siamo compositori al pari di Mozart, capiamo che suscitano in noi emozioni diverse.
Un pensiero di gratitudine avrà un colore diverso da un pensiero di rabbia. E proprio come la nota trascritta dal compositore sul pentagramma per dare vita ad una Sinfonia, il pensiero va ad iscriversi sul corpo.
La differenza sostanziale è che mentre il compositore può cancellare in tempo reale la nota ritenuta disarmonica rispetto alla composizione, noi non possiamo buttare via il segnale dal nostro corpo, o meglio cosa possiamo fare?

La comparsa di una determinata malattia (disarmonia) non è mai casuale ed improvvisa, ma sempre graduale e precisa. Hering non poteva cancellare la ferita dalla sua mano, ma curandosi con l’Omeopatia e cambiando prospettiva (basti pensare all’entusiasmo di cui era ricolmo scoprendo questa medicina alternativa), ha aiutato il suo corpo a guarire in tempi brevissimi. I 3 giorni necessari non sono stati un tempo casuale e dettato da effetti magici, ma rappresentano una tempistica scandita, molto ma molto precisa.

La guarigione viene da dentro

La guarigione e la malattia sono le due facce della stessa moneta. Siamo noi i protagonisti nello scegliere a chi pagare dazio: alla salute, al benessere o alla disarmonia, alla tristezza, alla rabbia e paura perenni.
Tutto ciò che viene da fuori è un input, un cambio di rotta, ma spetta a noi mettere la barca in acqua e partire verso nuovi orizzonti, proprio come Hering, che una volta ricevuto l’input dal suo amico omeopata, decide di cambiare vita!

Esempio pratico e risvolti con la Riflessologia Plantare

La sensazione di mancanza di aria che può essere vissuta nel quotidiano, può tradursi come un comune raffreddore; se invece di leggere questo segnale ed andare alla causa, assumiamo esclusivamente un medicinale, il corpo cambierà segnale potenziandone l’intensità.
Potrà sopraggiungere asma, e se il segnale viene ulteriormente ignorato, il corpo continuerà nel suo preziosissimo lavoro. Potrà sopraggiungere bronchite, polmonite, tumore al polmone.  In questo caso i trattamenti olistici stimolano riflessi nelle zone collegate all’apparato respiratorio e circolatorio, aiutando il corpo a ristabilire il contatto con emozioni positive e pensieri di Vita.
Se viene letto il segnale per tempo, il processo di guarigione farà regredire la malattia, accompagnando il corpo per tutte le disarmonie, cronologicamente, precedenti.
Il corpo esegue fedelmente ciò che gli ordiniamo di fare attraverso i pensieri e le emozioni, ed il più delle volte siamo inconsapevoli di ciò che pensiamo e sentiamo.

La Riflessologia Plantare ed il Massaggio Olistico Armonico Riflesso ad esempio non sono metodi di cura o terapia dedicati  alla guarigione immediata. Sono invece strumenti pazienti e delicati che rispettano il corpo e non lo forzano alla guarigione (vedi l’amputazione dell’arto proposta a Hering).

D’altra parte l’omeopatia, così cara a Hering, non agisce secondo le note regole della biochimica eliminando il sintomo, ma cura il simile con il simile favorendo la naturale capacità di auto-guarigione dell’organismo.

In generale i trattamenti olistici si pongono nei confronti del cliente con umiltà. L’unione tra spirito mente e corpo sdraiata sul lettino è un’entità nobile che parla semplicemente respirando, desiderando il Benessere e l’arrivo ad uno stato di armonia psico-fisica e spirituale.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.