Lassativi: fanno male all’intestino? Come sostituirli?

lassativi, stipsi, costipazione, costipata,

Lassativi cosa sono e a cosa servono

I lassativi sono i farmaci più comunemente usati nella lotta contro la costipazione (stipsi).  Sono anche una delle categorie di farmaci più vendute.

Molte persone, convinte di soffrire di stitichezza, come prima soluzione ricorrono ai lassativi.  Per molte di queste la scelta viene fatta prima di provare a correggere lo stile di vita e l’alimentazione con i cibi adatti.

In questa situazione succede che spesso l’uso di lassativi, se protratto nel tempo. possa portare a effetti opposti rispetto a quelli cercati.

I tipi di lassativi in commercio: come agiscono

Annuncio pubblicitario

I prodotti lassativi in commercio, anche se di derivazione naturale, in funzione delle loro proprietà hanno azioni diverse. Vediamo una per il loro tipo di azione:

  • azione di contatto: stimolano la peristalsi. Sono i più diffusi e il loro uso continuativo può indurre la tendenza a trattenere le feci, rendendo così necessario incrementare il loro dosaggio.
  • azione di aumento della massa fecale
  • emolliente lubrificano le feci
  • osmotica: richiamano acqua.

Forse non molti di voi conoscono uno dei problemi generato dell’assunzione di lassativi: quando l’intestino funziona in modo regolare e naturale, si svuota solo l’ultimo tratto del colon.

L’assunzione dei lassativi, invece, spesso provoca uno svuotamento totale. Ciò significa che ci vorranno più giorni per “riempire” di nuovo il tratti finale dell’intestino. Prima di allora è difficile percepire lo stimolo ad andare in bagno. Quindi si avrà l’impressione di soffrire nuovamente di stipsi.

Assumere lassativi fa male?

Leggo sul sito della Fondazione Veronesi la risposta ad una domanda analoga posta da un paziente L’assunzione occasionale di un purgante raramente si rivela dannosa per la salute. Non si può dire altrettanto, invece, per l’uso abituale o frequente…”. I lassativi, infatti, attaccano la mucosa del colon, agiscono solo in modo sintomatico ed hanno una efficacia limitata.

Perché è importante tenere l’intestino pulito?

Il colon ha funzione di eliminare le scorie prodotte dalla digestione degli alimenti. Se l’evacuazione è regolare, queste scorie non si fermano a lungo nell’intestino. In alcuni casi può accadere che alcuni “detriti” si fermino nelle pieghe intestinali: in questo caso possono provocare un aumento della sensibilità delle mucose e come conseguenza creare un’infiammazione del colon, la colite. Ecco perché è importante che il nostro intestino funzioni regolarmente e sia “pulito”.

L’alternativa naturale all’uso dei lassativi

Quando parlo di alternativa naturale non mi riferisco a prodotti naturali o integratori con la stessa funzione dei lassativi. Specie nel caso dei lassativi, non è detto che alcuni rimedi della fitoterapia ad esempio, non abbiano un’azione irritante per la mucosa intestinale.

La naturopatia non propone soluzioni naturali per rimuovere il sintomo, bensì si occupa di andare a migliorare le condizioni che hanno causato il problema. Dunque, uno stile di vita sano che preveda del movimento ed un’alimentazione corretta sono la prima strada da percorrere per creare le condizioni di un buon funzionamento intestinale.

Può essere utile ricordare che il cibo che introduciamo tutti i giorni va a costruire le cellule, i tessuti e gli organi. Inoltre, le singole molecole di origine alimentare influiscono sullo stato di infiammazione generale, terreno fertile per l’insorgere di malattie. Una ulteriore azione positiva di una alimentazione sana è quella sui meccanismi di riparazione cellulare.

Alimentazione consigliata per contrastare la stipsi

Le basi di un’alimentazione a favore della regolarità intestinale consistono nell’assunzione di cibi ricchi di fibre e nel bere acqua naturale.

Dunque, prima di auto prescrivervi un lassativo, iniziate a consumare più porzioni di frutta e verdura ogni giorno, cereali integrali (riso, avena, orzo) e piccole quantità di legumi, tutte fonti vegetali di proteine, ricche naturalmente di fibre. Vi consiglio anche la frutta secca, in particolare prugne secche e fichi secchi, possibilmente biologici, in quanto privi di fastidiosi conservanti.

Riducete drasticamente il consumo di alimenti raffinati, zuccheri, carne, salumi e insaccati. Aumentate il consumo di acqua, fino a 2 litri al giorno durante la giornata. La mancanza di acqua rende più difficile l’espulsione delle feci.

Infine, se fate una vita sedentaria, trovate il tempo per fare dell’esercizio fisico. Il cattivo funzionamento del vostro intestino può dipendere anche da questo.

Dieta mediterranea contro la stipsi

La “nostra” dieta mediterranea è un buon punto di riferimento per migliorare l’alimentazione odierna e il benessere del nostro intestino, così da evitare di dover ricorrere ai lassativi. La dieta mediterranea è l’insieme delle abitudini alimentari dei popoli del bacino del Mediterraneo che si sono consolidate nei secoli, restando pressoché immutate fino al boom economico degli anni ’50 del secolo scorso. E’ molto più di uno stile alimentare, ma un vero e proprio stile di vita.

Ecco gli alimenti di base:

  • cereali integrali
  • verdure e frutta fresca
  • legumi
  • olio extravergine di oliva
  • frutta secca e semi

…e quelli da evitare, o, almeno, di cui fare un uso “occasionale”:

  • bevande alcoliche
  • carni lavorate
  • carni rosse
  • prodotti con farine raffinate (farina tipo 0 e 00, ma non solo).

Ricapitolando: ecco le regole per evitare l’uso dei lassativi:

  • correggere le abitudini alimentari
  • bere tanta acqua
  • fare attività fisica per rimettere in moto l’intestino

L’importanza delle fibre, in particolare delle fibre insolubili

Iniziate aumentando la quantità di fibre nella vostra dieta: frutta, verdura e cereali integrali. Scegliete anche cibi ricchi di fibre insolubili che, oltre a non venir assorbite dal tratto intestinale assorbono acqua. Grazie a queste caratteristiche inducono l’aumento della massa fecale, accelerano così il transito intestinale ed esercitano anche un’azione di rieducazione dei movimenti muscolari dell’intestino.

I cibi ricchi di fibre insolubili sono, ad esempio: cereali integrali, melanzane, cavoli, semi di zucca, semi di girasole, mandorle, noci, legumi (ceci, fagioli, lenticchie). Ribadisco l’importanza di abbinare l’assunzione di un adeguato apporto di acqua assieme a questo tipo di fibre.

Intestino secondo cervello: da lui dipende il nostro stato di benessere generale

il ruolo dell’intestino nell’organismo umano è molto più importante: il benessere intestinale si ripercuote anche sul resto del corpo, così come un intestino in disordine può provocare problematiche anche in altre parti del corpo. Non solo. Siccome, come ormai noto, l’intestino è in stretta correlazione con il nostro cervello, un disordine intestinale può esprimersi anche con una scarsa lucidità mentale. I due organi, che si somigliano molto per forma, si scambiano le informazioni attraverso il nervo vago.

Avvertenze e consigli

VI sconsiglio fortemente l’auto-prescrizione di lassativi, come di ogni farmaco del resto, anche se disponibile a tutti senza ricetta. In caso di problemi rivolgetevi sempre a un medico. Inoltre, non eccedete con il consumo di fibre, legumi e cereali integrali in caso di colite ulcerosa, colon irritabile e altre patologie croniche dell’apparato digerente.

In particolare, anche per i consigli alimentari, quando cambiate le vostre abitudini fatelo gradualmente e osservate come reagisce il vostro corpo. Per mettere mano alla vostra alimentazione e migliorarla potete rivolgervi ad un professionista esperto: naturopata o nutrizionista.

L'Intestino Felice
Giulia Enders
L’Intestino Felice
I segreti dell’organo meno conosciuto del nostro corpo
Sonzogno
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.