Kintsugi: l’arte di riparare con l’oro e una metafora di vita

Kintsugi, riparare con l'oro, arte di riparare

Kintsugi è l’arte giapponese che utilizza l’oro o metalli preziosi, come anche l’argento per riparare oggetti che si sono ridotti in pezzi.

Questa arte fa sì che da una rottura, si creino nuovi oggetti unici e irripetibili con un valore più alto sia materiale che artistico. In Giappone è molto utilizzata per riparare anche oggetti molto preziosi ed è una tecnica che richiede parecchio tempo e cura.

L’arte di riparare e ricongiungere come metafora della vita

Kintsugi significa proprio “riparare con l’oro” ed è una parola che possiamo evocare quando vogliamo riparare qualcosa che si è rotto nella nostra vita.

Ma perché “rompiamo”? Per distrazione, disattenzione, talvolta volutamente per rabbia, perché ci sentiamo traditi…

Spesso, molto spesso, buttiamo via, perché tra i nostri modi di dire c’è: “quando il vaso è rotto è rotto, non potrà più essere come prima”

…e se invece potrà essere ancora meglio?

Una vita da ricongiungere

Ognuno di noi ha delle ferite, le ha avute e forse le avrà. Fa parte del percorso di vita fatta di opposti di luce, di buio, di gioie e dolori. Impariamo a scacciare ferite e dolori, a non volerli guardare, a far finta di niente.

Ma quante volte le cose non sono andate come ti eri aspettato? Quante volte il tuo cuore ha avuto delle botte o è andato in mille pezzi?

E se quelle delusioni e dolori potessero ricongiungersi formando qualcosa di bello?

L’oro è l’amore, l’amore è oro

Ricongiungi i tuoi dolori e le tue ferite con l’amore, accoglili e sentili parte di te con amore perché ti hanno aiutato a crescere, perché ti hanno permesso di sentire la vita in modo profondo e autentico.

L’amore è l’oro per il kintsugi. Il kintsugi diventa per noi il processo alchemico che ci permette di trasformare, trasmutare attraverso l’amore, le nostre esperienze difficili e dolorose in qualcosa di più grande e importante che rende la nostra vita una vita piena. Una vita in cui non c’è nulla da buttare!

Il potere della parola: richiama Kintsugi

Ricordo a chi legge l’importanza delle parole che usiamo e che ci diciamo e quanto le parole possano essere strumento evocativo utile al nostro benessere.

Quando qualcosa si rompe, va storto, non va secondo i tuoi piani o desideri, ripeti nella tua mente o a voce alta “Kìntsugi”. Può essere un modo utile che cambia, anche solo per un attimo la percezione di ciò che ti accade e ti ricorda che tutto può essere aggiustato e ricreato con amore.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.