Kinesiologia: dialogare col corpo per ritrovare e conservare la salute

kinesiologia, test kinesiologico, cos'è la kinesiologia

Kinesiologia, ne hai sentito parlare ma non ti è chiaro cosa sia e come funzioni?

Facciamo chiarezza su questa disciplina, con una guida completa alla kinesiologia a cura di Manuela Palchetti.

Kinesiologia, cos’è?

Tra i vari metodi olistici quello della Kinesiologia, generalmente ancora poco conosciuto poiché identificato erroneamente con il test kinesiologico, che è soltanto una piccola parte del sistema, è uno dei più completi.

Infatti la kinesiologia può essere considerata una disciplina d’indagine e terapeutica. 

Tale disciplina permette di valutare e curare gli squilibri del corpo su ogni livello (strutturale, biochimico e mentale, che insieme compongono i tre lati del cosiddetto “triangolo della salute), tramite l’analisi della risposta muscolare mediata da uno stimolo appropriato e successivi interventi sui vari livelli.

La kinesiologia Applicata riconosce che il corpo è un meccanismo che ha la capacità di sostenersi e di correggersi da solo: quando c’è un problema di salute significa che qualcosa sta interferendo con le capacità di adattamento del soggetto e del suo corpo impedendogli di far fronte a tutti gli eventi esterni, compreso lo stress.

La nascita della Kinesiologia

Scoperta in maniera quasi casuale e messa a punto in maniera precisa e dettagliata, dopo varie sperimentazioni e verifiche, dal Dott. George Goodheart, medico di Detroit, dal 1964. L’intuizione gli venne valutando che in alcuni casi i muscoli dei suoi pazienti risultavano deboli al tatto, ma non si rilevavano atrofia o cause visibili di debolezza, e studiando a fondo la correlazione tra sistema nervoso e controllo della funzione del muscolo.

Il Dott. Goodheart iniziò a valutare i muscoli dei suoi pazienti con il test muscolare, si accorse che le cause di debolezza del muscolo potevano essere di tipo strutturale, interne al muscolo o correlate ad esso, oppure di tipo chimico o mentale/emotivo.

Il sistema nervoso e le risposte dei muscoli

Si accorse inoltre che il sistema nervoso, deputato a gestire e coordinare tutte le funzioni dell’organismo elaborava continuamente tutte le informazioni derivanti dai recettori corporei e le conseguenti risposte dell’organismo, alcune gestite volontariamente, altre in maniera automatica.

Scoprì poi che la variazione della tensione muscolare costituiva una sorta di linguaggio corporeo con cui si poteva dialogare; se il muscolo rimaneva tonico alla domanda la risposta era sì; se invece diventava debole, senza una ragione apparente, la risposta era no.

Il test kinesiologico

Con i test kinesiologici si è adesso in grado di interrogare il corpo, in ogni ambito, per verificarne la compatibilità con rimedi, stili di vita, emozioni, cibi, ecc.

Quindi ogni qualvolta si pratica una correzione fisica di un muscolo si modifica spontaneamente la postura, la percezione del corpo nello spazio, l’emozione correlata ad un organo o a un viscere su cui interviene. Accade dunque che con la kinesiologia il soggetto trattato si trova così a vivere un corpo nuovo, che si è modificato nel corso del trattamento e che si modifica in relazione con il mondo esterno.

Disequilibri e malattia: come agisce la Kinesiologia

la semplicità e la rapidità con cui il corpo risponde spesso è sorprendente.

Dopo aver indagato tramite quella che si definisce kinesiologia valutativa le cause di un problema, si va a lavorare sul corpo con la Kinesiologia applicata per eliminare gli squilibri e risolvere i disturbi della persona.

Le tecniche di valutazione kinesiologiche

Le tecniche di valutazione e trattamento più spesso utilizzate in Kinesiologia Applicata sono:

  • La correzione della colonna vertebrale e manipolazione delle articolazioni
  • Il bilanciamento dei meridiani
  • Il bilanciamento del sistema cranio sacrale
  • Trattamento del recettore nervoso
  • Terapia nutritiva

Attualmente la valutazione funzionale ci aiuta a scoprire le cause del disturbo e suggerisce anche la direzione da intraprendere nella terapia correttiva.

Quando questa viene applicata assieme ai normali metodi diagnostici si realizza una migliore e ottimale capacità di comprensione dei problemi di salute della persona.

Il percorso con la kinesiologia

Il percorso è articolato in varie fasi:

  • Individuare la causa
  • Capire il significato della manifestazione
  • Trovare le correlazioni
  • Scegliere il percorso più rapido ed efficace per ritrovare uno stato di salute ottimale.

Accade dunque che con la kinesiologia il soggetto trattato si trova così a vivere un corpo nuovo, che si è modificato nel corso del trattamento e che si modifica in relazione con il mondo esterno.

kinesiologia, test kinesiologico, test muscolare, cosa fa il kiniesologo

Associazione muscolo/organo – viscere/funzione

Un aspetto importante della kinesiologia è che tiene conto nelle individuazioni delle problematiche del corpo delle correlazioni esistenti tra i muscoli, i meridiani di Medicina Tradizionale Cinese correlati e gli organi/visceri corrispondenti.

Infatti in base a queste correlazioni si possono risolvere problematiche di stomaco – ad esempio – dopo aver valutato il muscolo pettorale maggiore clavicolare per individuarlo, e trattando successivamente il riflesso neurolinfatico corrispondente situato vicino alla colonna vertebrale e i punti dei riflessi neurovascolari sulla testa corrispondenti a questo muscolo.

Oppure, sempre seguendo lo stesso esempio, trattando il meridiano di stomaco si rileva un miglioramento del muscolo pettorale clavicolare, mentre trattando il meridiano di intestino crasso si rileva un rafforzamento del muscolo tensore della fascia lata (che è quello corrispondente al colon).

Kinesiologia in pratica

Con la kinesiologia valutativa si possono sondare tutti gli ambiti, effettuando valutazioni di vario tipo con test che si concretizzano in maniera semplice e veloce.

Kinesiologia Applicata
Kinesiologia Applicata

Con la kinesiologia applicativa si interviene in molte maniere. Per brevità citeremo solo alcuni tipi di intervento, consapevoli che la metodologia viene scelta in maniera soggettiva, tenendo conto della persona che si ha davanti oltre alle problematiche che presenta:

  • Temporal tap, una tecnica che, lavorando sulla linea temporosfenoidale e sulle convinzioni del soggetto, si è rivelata utile soprattutto per aiutare persone che desiderano eliminare abitudini nocive quali fumo, dipendenze da alcool, fobie, assunzione eccessiva di cibo o farmaci.
  • Valutazione dell’integrazione dei due emisferi cerebrali, test del cervello per valutare esclusioni, carenze nutrizionali, lavoro in armonia con il corpo e con l’ambiente intorno, correzione di squilibri con cross crawl o ‘marcia del soldato’
  • Trattamento delle suture craniche, con lavoro sulle disorganizzazioni neurologiche
  • Blocchi oculari o ocular lock
  • Individuazione e correzione di ‘segmentazioni’ corporee, ovvero una situazione in cui le varie parti del corpo non comunicano tra loro e non sono integrate, è presente una sorta di conflitto che crea alla persona numerosi problemi.
  • Trattamento di
    • punti riflessi neurolinfatici anche detti riflessi di Chapman
    • punti riflessi neurovascolari sulla testa, detti riflessi di Bennet
    • tutte le fissazioni e sublussazioni della colonna vertebrale.
  • Valutazione di quali alimenti rinforzano e aiutano a risolvere debolezze del meridiano e dei muscoli corrispondenti. Quali nutrono i vari organi per eliminare infiammazioni e situazioni critiche.
  • Stimolazione dei punti di entrata e di uscita dei meridiani, dopo una valutazione energetica in cui il corpo indica
    • tipo di stimolazione,
    • tempo di intervento,
    • se usare pietre takioniche, pressione digitale, moxa o altro.

Kinesiologia e Naturopatia

Come Naturopata ho verificato quanto sia possibile integrare questa sorprendente tecnica con altri sistemi olistici.

È molto efficace integrare e ottimizzare i trattamenti di kinesiologia con le seguenti tecniche o rimedi:

  • tecnica craniosacrale
  • digitopressione
  • floriterapia (fiori di Bach, fiori australiani, himalayani e californiani),
  • riequilibrio alimentare (dopo aver anche verificato incompatibilità, anche temporanee, con alcuni alimenti)
  • rimedi naturali quali oligoelementi, integratori, erbe e piante
  • trattamento dei Meridiani di Medicina Tradizionale Cinese
  • riflessologia plantare.

Campi di applicazione e problemi trattati

Si tratta di una tecnica che mira a un riequilibrio globale pertanto non ci sono limiti ai benefici che si possono ottenere nei vari disagi.

Possiamo indicare alcune problematiche nelle quali si sono ottenuti più facilmente risultati visibili e duraturi:

  • problematiche della colonna vertebrale e posturali;
  • come aiuto nella dislessia (approfondisci qui);
  • mal di testa (leggi anche l’articolo dedicato);
  • per le problematiche della menopausa in particolare vampate;
  • disintossicazione e aiuto nelle diete;
  • intolleranze alimentari;
  • problematiche di pelle, eczemi e acne;
  • riduzione e risoluzione del livello infiammatorio che sta alla base di molte patologie;
  • debolezze relative ad organi e visceri (es: gastriti croniche, tendenza a contrarre infezioni all’apparato respiratorio; cistiti ricorrenti, problemi intestina);
  • problematiche connesse con la gravidanza (es. nausea gravidica);
  • difficoltà di concepimento;
  • conflitti emotivi che si somatizzano nel corpo…
  • …  altro ancora.
Manuale Pratico di Kinesiologia Applicata
Mauro Stegagno, Carmela Travaglini, Lamberto Rondini
Manuale Pratico di Kinesiologia Applicata
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.