Irritabilità e nervosismo: 6 consigli per sopravvivere al cambio di stagione

irritabilità, nervosismo, irritabilità e nervosismo, stress, tensione

Irritabilità, è uno dei sintomi tipici che si manifestano o si accentuano nei periodi coincidenti con il cambio di stagione che 2 volte all’anno coincide anche con il passaggio all’ora legale (in primavera) o all’ora solare (in autunno). Altri sintomi tipici del cambio di stagione, tipici soprattutto del passaggio alla primavera, sono astenia, inappetenza, sonno disturbato.

Irritabilità, una condizione da non sottovalutare

L’irritabilità è un problema da non trascurare in quanto aumenta il nostro livello di stress e può complicare le relazioni sia in famiglia che al lavoro o a scuola.

Annuncio pubblicitario

Perché al cambio di stagione siamo più irritabili?

Il nostro corpo si deve adattare ad un cambio di ritmo e di luce. Prendiamo il caso del passaggio dall’inverno alla primavera: aumentano le ore di luce, cambia la temperatura, cambia l’orario, cambia l’umore, il nostro corpo cerca di eliminare le tossine accumulate durante la stagione invernale, quando generalmente e giustamente siamo più sedentari: passiamo più ore in casa, mangiamo di più.

6 consigli per ridurre irritabilità, nervosismo e tensione

Segui i ritmi della natura

Cenare presto (possibilmente entro le 20) con un pasto leggero, far passare un paio d’ore prima di coricarsi, alzarsi sempre alla stessa ora, anche durante il week end, sono buone abitudini che ci sintonizzano con la natura e possono contribuire ad alleviare le tensioni e il nervosismo. Salvo eccezioni, evita di andare a letto tardi, a notte inoltrata, per poi recuperare dormendo durante le prime ore del giorno e di luce.

Stai all’aria aperta e alla luce del sole

Stare qualche ora al giorno alla luce del sole ha vari vantaggi, tra i più importanti stimola la produzione di vitamina D, importantissima per la nostra salute e per la salute delle nostre ossa. Inoltre, l’esposizione ai raggi solari favorisce, indirettamente, anche la produzione di serotonina, ormone del buon umore, fondamentale per il nostro benessere.

Fai movimento

Dedica almeno mezz’ora al giorno a fare del movimento, meglio se all’aperto, ma l’importante è muoversi. È sufficiente una camminata veloce, salire le scale e piedi più volte al giorno, usare la bici per gli spostamenti. Meglio ancora se puoi concederti regolarmente del tempo (almeno 3 volte la settimana) per una attività sportiva aerobica: corsa, nuoto, bicicletta, o una delle tante attività da fare in palestra.

Prenditi cura dell’alimentazione

L’alimentazione svolge un ruolo importante sempre, anche quando ti rendi conto che irritabilità e nervosismo rendono più faticose le tue giornate. Per prima cosa evita tutti i cibi pronti e i cibi confezionati. In particolare, riduci al minimo il consumo di alimenti troppo salati come salumi e insaccati, conserve, formaggi stagionati, cracker, grissini, focacce… Impegnati anche a ridurre il consumo di zucchero e di cibi che lo contengono: dolciumi, snack, biscotti, cioccolatini. Aumenta il consumo di vegetali freschi e di stagione: frutta e ortaggi. Aumenta il consumo di verdura cruda: verdure a foglia.

Usa l’aromaterapia: diffondi gli oli essenziali

Ci sono alcuni oli essenziali che favoriscono il rilassamento e il buon umore. Un buon rimedio assolutamente naturale è quello di diffondere nell’ambiente domestico, se possibile anche di lavoro, dell’olio essenziale di arancio dolce, oppure di melissa e di lavanda. Gli oli essenziali sono ottimi anche per un bagno rigenerante a fine giornata.

Di sera spegni smartphone, tablet e computer

Dopo una certa ora spegni cellulare e computer. Lo so, siamo così abituati ad utilizzarli che questo è probabilmente il consiglio più fastidioso e difficile. Eppure il nostro smartphone può alimentare la nostra irritabilità.

L’uso dello smartphone, infatti, è spesso causa di nervosismo:

  • un’e-mail di lavoro inaspettata che ci infastidisce,
  • le continue notifiche di una chat di WhatsApp,
  • una App che si blocca mentre la stiamo utilizzando,
  • un post su Facebook che urta la nostra sensibilità,

sono solo alcuni dei motivi che possono interferire sul nostro umore, specie quando siamo più facilmente irritabili. Per questo motivo consiglio di spegnere o silenziare lo smartphone un paio d’ore prima di dormire. Oltretutto è ormai noto che la luce blu e le frequenze vicine ai raggi UV emesse dagli schermi di dispositivi mobili e computer disturbano il sonno se ci si espone ad essi nelle ore che lo precedono, in quanto sono in grado di stimolare i processi di riattivazione che precedono il risveglio. Dimenticavo: di notte lo smartphone è meglio riporlo in un’altra stanza, non sul comodino.

Olio Essenziale di Arancio Dolce Bio
Profumo fresco, agrumato, dolce
Flora
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Articolo precedenteIncoraggiamento per i momenti difficili: meglio il sostegno o la provocazione?
Articolo successivoMindfulness: cos’è e i benefici per mente, anima e corpo
Claudio Monteverdi
Naturopata, esperto di alimentazione naturale, educatore alimentare. Convinto sostenitore della visione olistica e del vivere etico e sostenibile, curioso e studioso. È impegnato da anni nella divulgazione di tematiche su alimentazione e benessere. Ha frequentato il corso triennale di naturopatia alla scuola Riza Natura dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica (Milano). Ha frequentato corsi di perfezionamento su floriterapia alla scuola del Bach Center, tecnica Craniosacrale, Digitopressione Dinamica e Riflessologia Plantare Integrata® presso Riza. Ha frequentato il master Operatore del Benessere presso il Centro Studi di Perugia. Ha approfondito L’alimentazione naturale con alcuni riferimenti del mondo medico scientifico (Franco Berrino, Debora Rasio, Martin Halsey...) partecipando a numerosi convegni e workshop. Partecipa costantemente a convegni, eventi formativi e manifestazioni a tema alimentazione e benessere. Grazie alle passioni storiche per il web, il marketing e la comunicazione, derivate da una Laurea in Scienze dell'Informazione e da anni "da manager" in diverse aziende, dopo aver collaborato con importanti iniziative editoriali del mondo olistico e con alcune realtà di prodotti naturali, ha ideato e fondato il progetto BenessereCorpoMente.it. Mette a disposizione di aziende e privati la sua esperienza facendo anche attività di consulenza, in particolare sui temi dell'alimentazione naturale e dell'educazione alimentare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.