Insonnia: 6 consigli per dormire come un ghiro

insonnia, sveglia, sonno ristoratore, dormire come un ghiro, non dormire, restare svegli, resto sveglio, non dormo. non riesco a dormire

Insonnia, la conoscete ? Credo di si, ci siamo passati tutti prima poi. Ecco la scena: siamo a letto, stanchi, abbiamo spento la luce da un po’, eppure siamo completamente svegli, con la mente incessantemente attiva oppure con una sensazione di ansietà, ipersensibili ad ogni minimo rumore, incapaci di addormentarci nonostante la stanchezza di una giornata intensa.

L’importanza del sonno

Ormai sappiamo che il sonno è importante; è il momento in cui il corpo riposa, si auto-guarisce e si ripara a livello cellulare. Dormire bene un giusto numero di ore (variabili da persona a persona) è uno dei requisiti di base per poter godere di buona salute.

Insonnia

Ma quali sono le conseguenze sulla salute della totale mancanza di sonno, di totale insonnia o di un sonno di scarsa qualità? In breve, un sonno scadente e non rigenerante mette in crisi il nostro sistema ormonale, influisce sulla concentrazione e sulla memoria, provoca disfunzioni al sistema nervoso, abbassa le difese immunitarie e può contribuire all’aumento di peso.

6 consigli per dimenticare l’insonnia e dormire come un ghiro

Se la cosa che desiderate di più è passare una buona notte di buon sonno, dormire e svegliarvi rigenerati e pieni di energia, provate a seguire questi 6 suggerimenti.

1. Mangiate alimenti che contengono triptofano

Il triptofano è un aminoacido che favorisce il rilassamento e il sonno. Un paio d’ore dopo una cena leggera, e almeno 1 ora prima di coricarvi potete concedervi un piccolo spuntino ad alto contenuto di triptofano: ad esempio una piccola manciata di noci, una banana, un uovo sodo o hummus di ceci con delle carote. Meglio ancora sarebbe inserire alcuni di questi alimenti nella cena ed evitare lo spuntino.

2. Evitate il caffè dal primo pomeriggio

Evitare caffè e caffeina già dalle prime ore del pomeriggio. La caffeina è uno stimolante che provoca aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna. La caffeina può restare nel corpo fino a nove ore e, considerata anche la sua azione diuretica, con questo accorgimento ridurrete anche il rischio di dovervi alzare durante la notte per andare in bagno. Alternative: succhi di frutta freschi, tisane, infusi.

3. Bevete un infuso di camomilla

La camomilla un blando sedativo che supporti il sistema nervoso e favorisce un sonno ristoratore. Aiuta anche la digestione, riducendo gli spasmi dopo un pasto. E’ l’ideale a fine pasto.

 

4. Evitate di guardare la TV prima di dormire

Spegnete TV e computer almeno un’ora prima di coricarsi. La luce da questi dispositivi influenza il ritmo circadiano umano, che può influenzare la capacità di addormentarsi e rimanere addormentati. Alternative sane: leggete un libro, fate un bagno caldo con oli essenziali, chiacchierate tranquillamente con una persona cara.

5. Assumete del magnesio, oppure fate un bagno con i Sali di Epsom

I sali di Epsom sono ricchi di magnesio, che ha un effetto calmante sul sistema nervoso ed è considerato il minerale “anti-stress”. Il nostro corpo è in grado di assorbire direttamente il magnesio attraverso la pelle. Basta unire ½ tazza di sale Epsom all’acqua ben calda e godersi il bagno. In alternativa potete prendere un buon integratore di magnesio la sera mezzora prima di dormire

6. Fate movimento durante il giormo

Fare qualche sorta di attività fisica ogni giorno per almeno 20 minuti, per rilasciare gli ormoni e le sostanze chimiche che favoriscono il sonno. Se potete concedetevi attività fisica o una camminata al mattino, oppure in altri momenti, ma in ogni caso almeno quattro o cinque ore prima di coricarvi.

Il consiglio in più: i Fiori di Bach

Poiché può capitare che l’insonnia o il sonno non ristoratore dipendano da disequilibri emozionali, i fiori di Bach possono rappresentare un valido aiuto, in aggiunta ai precedenti consigli. Potete individuare il prodotto più adatto a voi chiedendo ad un esperto, oppure ricorrere ad un preparato studiato appositamente con un mix di Fiori di Bach selezionati, come Resource Good Night che trovate descritto, insieme ad altri consigli sul buon sonno, in questo articolo.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.