Influenza a Natale in aumento…non è colpa del freddo! Consigli utili

influenza a natale, donan con influenza, raffreddore

Influenza a Natale o poco prima, una particolare coincidenza oppure… c’è un motivo?

Lo scenario

Siamo a ridosso di uno dei momenti più magici dell’anno che arriva colorando vetrine, tavole, case, ma soprattutto i nostri cuori. Parliamo del tanto atteso Santo Natale soprattutto per la gioia dei più piccoli, ma che piace anche agli adulti.

Annuncio pubblicitario

Periodo di pranzi, cene, e giornate trascorse in famiglia e con amici: un’atmosfera veramente magica che spesso viene disturbata e interrotta dai cosiddetti “malanni stagionali” portandoci nella maggior parte dei casi  febbre e disturbi gastrointestinali.

Influenza a Natale: perché ci si ammala di più?

Di norma quando parliamo di influenza a Natale tendiamo a incolpare le temperature fredde, ma non è esattamente per questo che ci ammaliamo.

Virus e batteri: il freddo non c’entra

Virus e batteri sono i responsabili per lo sviluppo delle patologie febbrili e dei disturbi gastrointestinali e proprio pensando ai virus e i batteri che è giusto fare una riflessione.  Per vivere e duplicarsi hanno necessità di avere delle condizioni che facilitino la loro sopravvivenza.

Normalmente rientrano in queste condizioni determinati valori di

  • temperatura
  • Ph
  • umidità
  • ossigeno
  • nutrienti.

Una temperatura piacevole tra 20-35°C (sono più simili a noi di quanto pensiamo!)  aumenta le reazioni biochimiche cellulari aumentando la velocità di riproduzione dei microorganismi.

Il freddo indebolisce virus e batteri

Quindi non possiamo dare la colpa al freddo perché al di sotto dei 5° C si blocca la proliferazione dei batteri e quindi tecnicamente possiamo affermare che il freddo indebolisce sia batteri che virus.

Con questo abbiamo in qualche modo sfatato in parte una delle tante credenze popolari che affibbia al solo freddo la colpa delle influenze.

Perché ci ammaliamo ?

La domanda sorge spontanea, “…ma allora perché ci ammaliamo?”.

La risposta è semplice. Dobbiamo comunque tenere presente che non esiste una ragione in assoluto, ma si deve sempre considerare un insieme di fattori.

In ogni caso, per contrastare il rischio di incappare in questi malanni è bene rispettare alcune buone prassi igieniche e comportamentali, soprattutto verso e per i più piccoli.

Durante le feste Natalizie aumentano i contatti con le persone che vanno da parenti ad amici. Nella maggior parte dei casi il tutto avviene  nelle case quindi in ambienti chiusi, caldi e umidi. Inoltre, ci si saluta con una stretta di mano o un bacio, quindi aumentano le possibilità di scambiarsi a vicenda batteri e virus. Delle goccioline di saliva sono responsabili della trasmissione dei microorganismi.

Dalle strette di mano al cibo, i batteri viaggiano

Si passa dalla stretta di mano alla fetta di panettone, ai telefoni, ai regali per poi passare ai datteri e molto spesso senza passare dal bagno per una sana igiene delle mani.

Pensate quanto è facile scambiarsi batteri e virus.

L’alimentazione che eccessiva che ci sovraccarica

Un  altro fattore molto importante da tenere presente è proprio l’alimentazione che  tende a squilibrarsi perché ricca, in questo periodo più che mai, di alimenti raffinati. Inoltre, le quantità abbondanti in qualche modo sovraccaricano il lavoro del nostro sistema digerente rendendolo più affine ad ammalarsi.

Non meno importanti i liquidi:  dobbiamo essere sempre molto idratati e limitare il consumo di bevande gassate e acide, tutti, ma soprattutto i bambini. Al bando la coca cola, le altre bibite zuccherate e gli energy drink.

Abitudini corrette, i consigli

Quindi è bene rispettare alcune prassi sia comportamentali che igieniche per ridurre il rischio, vediamo alcuni consigli.

Ripulire l’intestino

Prima delle feste di Natalizie potrebbe essere una buona abitudine una bella pulizia intestinale (esistono prodotti specifici innocui, naturali ed efficienti) e un adeguato ripopolamento della flora batterica considerando che l’intestino è la madre di ogni malattia. Lo si può ottenere sia con integratori alimentari probiotici, sia introducendo nell’alimentazione yogurt bianco o kefir, e anche alimenti fermentati con gli insalatini, il miso, i crauti.

Areare gli ambienti domestici

Durante le feste invece soprattutto nelle case fate in modo di aerare spesso gli ambienti con aria fresca e pulita. Lavate spesso le mani, soprattutto tra una partita a carte e una merenda, tra un regalo e un brindisi potrebbe risultare utile tenere in casa a portata di mano un gel antisettico ce ne sono molti in commercio e ci permettono di continuare a banchettare senza doverci spostare in bagno questo risulta utile soprattutto per i più pigri.

Attenzione alla pulizia e all’igiene

Dedicare più tempo del solito all’igiene e pulizia della casa concentrandosi su telecomandi, pc, dispositivi elettronici, tavoli, che risultano essere le cose più maneggiate.

Se non vi sentite bene non uscite

Se non vi sentite in forma e avete un inizio di stato influenzale e se i vostri figli sono influenzati rimanete a casa per evitare di trasmetterlo ad altre persone e anche se può sembrare brutto prima di sposarvi con la vostra famiglia accertatevi sullo stato di salute di chi vi ha invitato soprattutto se avete bambini. Proprio in relazione a loro fate in modo che riposino le giuste ore perché in questo periodo sono iperattivi e iperstimolati.

Frutta e alimentazione sana

Aumentate il consumo di frutta! Una buona abitudine è mangiarla a colazione e non dopo il pasto perché i processi fermentativi e digestivi aumentano. Specie dopo aver già esagerato per le innumerevoli portate natalizie.

Un altro importante aspetto è la possibile contaminazione degli alimenti per cattiva gestione nelle procedure di cottura, lavaggio e manipolazione degli stessi all’interno delle cucine. Questo argomento richiede un approfondimento che tratteremo in un nuovo articolo.

Non mi resta che augurarvi Buona Salute e i miei più cordiali auguri per un sereno e felice Santo Natale.

Sapone al Propoli
Sapone al Propoli
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Sapone Liquido di Marsiglia alla Lavanda
Sapone Liquido di Marsiglia alla Lavanda
Acquistalo su SorgenteNatura.it

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Articolo precedenteBenzoino: proprietà per cuore, mente, pelle
Articolo successivoCome trasformare il bisogno di amore in amore puro
Federico Perinelli
Naturopata Master e Tecnico Nazionale CSEN(Centro Sportivo Educativo Nazionale) per il settore Benessere e Discipline Bio-Naturali. Iscritto nel Registro dei Naturopati Professionisti Certificati a Norma UNI/EN/ISO 11491 N°129. Esperto in Trattamenti Naturali Disintossicanti, Floriterapia, Erbe officinali e Integrazione Naturale. Negli ultimi due anni ha Ideato Integratori Alimentari Naturali per Aziende Italiane sviluppati considerando la persona nella sua totalità Mente - Corpo - Spirito e concentrandosi sull'importanza dell'Omeostasi. Ha conseguito con profitto il corso di formazione in Omotossicologia Applicata presso la IAH (International Academy For Homotoxicology). È consulente e formatore in Igiene e Sicurezza Alimentare Certificato dall’ Associazione Italiana Consulenti Igiene Alimentare N°00544. Iscritto al registro degli operatori in discipline Bionaturali sezione Naturopatia della Regione Lombardia con il numero 2017/NT/439 È iscritto Nei Ruoli degli Ufficiali del Corpo Militare delle Croce Rossa italiana negli anni è stato insignito di onorificenze militari, civili e religiose. Attualmente frequenta il corso di Laurea specialistica in Scienze Della Nutrizione Umana presso l’Università San Raffaele di Roma. Lavora su Viterbo, Roma, Arezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.