Infiammazione ai tendini o tendinite: cosa fare

ginocchio infiammato, tendini infiammati,
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

I tendini ed i legamenti hanno l’importante compito di fungere da raccordo tra diverse parti del corpo. Fisiologicamente sono composti da fibre ed hanno forma circolare/ellittica, permettendo ai muscoli di connettersi alle ossa; per evitare il loro deterioramento, dovuto ai continui movimenti (torsioni, forza di gravità, trazioni, pressioni), che potrebbero causare lo sfregamento ed il conseguente consumo delle due estremità a contatto, il corpo si predispone di un tessuto molle, detto guaina tendinea, che riveste i tendini.

La funzione dei tendini

I tendini devono avere quindi una duplice funzione: sostenere e permettere il movimento e, ci riescono egregiamente rispettivamente grazie al collagene e alla elastina. Queste due sostanze permettono ai tendini una funzione stabilizzatrice garantendo agli organi interessati di rimanere fissi nelle loro posizioni ottimali.

Avendo una scarsa vascolarizzazione ed ossigenazione hanno tempi di adattamento a cambi di peso, alimentazione, stile di vita molto più lenti rispetto ai muscoli; ecco perché basta la minima sollecitazione per generare le cosiddette tendiniti / tendinopatie.

La disarmonia dei tendini

Questo tipo di disarmonia, che causa in primis l’infiammazione, colpisce soprattutto gli sportivi, cioè quei soggetti in cui i tendini sono sollecitati costantemente e bruscamente con differente durata ( a seconda del tipo di sport e, ciclo di allenamento / attività agonistica).

L’unica maniera per curarsi è quella di lasciare a riposo il tendine in questione, rimanendo in una fase di relax o svolgendo pratiche sportive più graduali (Freewalking ).

Se nel resto del corpo una comune infiammazione comporta un aumento della vascolarizzazione sanguigna, per il tendine c’è un distinguo da fare. Il tendine ha una circolazione sanguigna molto esigua e l’infiammazione fa riferimento al peritenonio, una sottile lamina composta da fibre che avvolge il tendine.

L’infiammazione ai tendini può colpire ogni articolazione ma la classifica delle più martoriate dice: polsi e mani, gomiti, spalle, caviglie, ginocchia.
Le tendiniti più famose sono: tendinopatia al tendine d’Achille, epicondilite ( gomito del tennista, che porta anche al successivo tunnel carpale ), fascite plantare (colpisce i piedi), dito a scatto (mani).

Significato dell’infiammazione ai tendini

In riflessologia olistica l’infiammazione ai tendini viene annoverata tra le disarmonie caratterizzate da uno scompenso dell’elemento Legno e dell’emozione della rabbia. Come seconda influenza c’è lo scompenso dell’elemento Metallo e dell’emozione tristezza.
La rabbia agisce sui nostri fare, operosità, costruire, realizzare pratico, progettare; la tristezza invece domina sulla ricerca di spazio, libertà, desiderio fisico e spirituale, sognare.

Vediamo delle chiavi di lettura olistiche:

“Mi manca lo spazio per realizzare i miei desideri/progetti?”
“Provo tristezza nel poter realizzare ciò che ho nel cuore?”
“Vivo rabbia se mi viene limitato lo spazio, la libertà?”

La soluzione verrebbe da pensare istintivamente che sia nel “forzare” la mano e, cercare a tutti i costi il nostro spazio, la nostra libertà per muoverci, costruire e dare concretezza a ciò che ci scorre nelle vene.

Siamo nati liberi e capaci di progettare e realizzare, seminare e raccogliere. Il segreto è racchiuso nell’addomesticare questi due possenti titani (rabbia e tristezza) che, se lavorano insieme, possono aiutare a riequilibrare il nostro corpo, la nostra mente riallineandosi al nostro spirito.

La riflessologia olistica nella fattispecie quella plantare ed il massaggio per il riequilibrio dei chakra:  è uno strumento estremamente efficace per smettere di combattere, di tendere alla sfida e, stendere una volta per tutte gli eccessi di rabbia e tristezza.

Piccola pratica di automassaggio

Prima di dormire si possono stringere forte le mani (una alla volta), con la visualizzazione di una belva feroce, indomita (leone, cavallo, toro, tigre, orso, gorilla), che viene ammaestrata non per essere schiavizzata ma per diventare un nostro alleato. Invece che attaccarci correrà in nostro aiuto quando ne avremo bisogno.

E’ ora di tendere al Benessere!

Ti può interessare anche:“Psicosomatica delle articolazioni”

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articolimacrolibrarsi, eshop, libri, shop online

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.