Imparare dagli errori: come trasformare gli sbagli in opportunità

imparare dagli errori, uomo disperato

Imparare dagli errori è molto utile ma non sempre ci si riesce. Siamo più portati a restare bloccati nell’errore che a superarlo per trasformarlo in opportunità. Scopriamo perché.

Come chiami gli errori?

Ognuno di noi riceve un certo tipo di educazione e formazione e chiama gli errori con un nome ed un tono differente.

Per imparare dagli errori accorgiti di come li chiami: “sbaglio”, “fallimento”, “fiasco” o semplicemente “errore” ed ascolta quanto peso ha quella parola per te.

Ovviamente dipende anche dal tipo di errore fatto: hai rotto un oggetto importante, hai detto qualcosa che ha ferito qualcuno in preda all’istinto, hai chiuso una relazione o un rapporto di lavoro. Richiama alla tua attenzione l’esperienza ed ascolta le parole che ti dici.

Esci dal giudizio e dall’auto giudizio

Fallimento di una relazione o di lavoro: è capitato anche a te in preda alla disperazione o alla rabbia di dare la colpa a qualcun altro?

Io l’ho fatto parecchie volte ma non mi ha portato a nulla. Oppure se la colpa non è dell’altro, mi è capitato di dare tutta la colpa a me, di denigrarmi, di giudicarmi sbagliata per non essere riuscita a comprendere, capire, fare meglio. Anche questo atteggiamento non mi ha portato a nulla. Il giudizio e l’auto giudizio mi hanno bloccata di fronte all’errore o allo sbaglio per molto, troppo tempo.

La capacità di osservare

L’errore, lo sbaglio, il fallimento vanno osservati con calma, dopo aver sfogato tutte le emozioni emerse. Se osservi la situazione con imparzialità, con la giusta pazienza, riesci davvero a vedere cosa è accaduto. Il giudizio e l’auto giudizio possono farsi sentire di nuovo, è davvero difficile annullarli ma possono essere osservati anch’essi. Immagina di mettere “tutto sul tavolo” per vedere cosa c’è. Oppure scrivi tutto su un foglio.

Per imparare dagli errori accendi la curiosità

La curiosità è la tua arma segreta per imparare dagli errori. È presente in ognuno di noi in modo più o meno intenso, ma è una qualità preziosa in certe situazioni.

La curiosità ti stimola a voler comprendere i motivi e tutte le sfumature dell’errore e ti stimola ad osservare l’errore da una nuova prospettiva, a trovarne l’utilità.

Sbagliamo per distrazione, per impulsi inconsci, per stanchezza e stress. Soprattutto, sbagliamo perché ci mettiamo in gioco nel gioco della vita e la vita non è una passeggiata tutta rose e fiori ma una scalata che ci regala visuali da sogno ma anche ostacoli che hanno il solo scopo di farci imparare.

Imparare dagli errori è una scelta di vita. Puoi restare lì a guardare l’errore per una vita pieno di rimpianti oppure scegliere la via della curiosità.

Ho imparato così tanto dai miei errori che sto pensando di continuare a farne”. Snoopy 😊

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.