Il treno della vita, un viaggio unico e speciale alla scoperta di te

treno, vita, paesaggio

Il treno della vita parte con poche persone a bordo. All’inizio del viaggio non puoi sempre scegliere le stazioni in cui fermarlo, decidono i capotreni per te.

In ogni stazione accoglie nuovi passeggeri, arrichendoti delle loro storie ed esperienze.

C’è chi viaggia con te solo per poco tempo, chi per tratte lunghe e chi resta con te per tutto il viaggio. Qualche volta scegli tu chi portare con te nel tuo viaggio, così come scegli le fermate, ma non sempre è così. A volte ci sono delle sorprese a volte qualcuno ha raggiunto la sua meta, a volte ci sono tappe inaspettate.

Il treno della vita, una metafora importante

A volte è più semplice, parlarci attraverso simboli e metafore. Il treno della vita ci permette di osservare il movimento delle relazioni ed il fluire degli eventi della nostra vita da un’altra prospettiva.

Le relazioni

Quando qualche persona, anche a noi cara, scende dal nostro treno, significa che semplicemente ha svolto il suo compito con noi ed è arrivato alla sua fermata. Evidentemente in serbo per lui ci sono esperienze diverse dalle nostre, ha anche lui il suo viaggio da fare.

Gli eventi

A volte ci poniamo mete e obbiettivi e poi arriva qualcosa che ci fa cambiare direzione. Cambiare casa, cambiare lavoro, una nuova opportunità, una malattia che ci ferma a letto. Sono le fermate inaspettate, quelle che non possiamo decidere noi…quelle che ci portano nuove emozioni e nuove lezioni da imparare.

Osservare il treno della nostra vita

Immaginare il treno della nostra vita, ci permette di distaccarci seppur per breve tempo dagli eventi quotidiani, ci permette di osservare dall’alto il nostro percorso. Nel treno possiamo comprenderci e comprendere. Possiamo scorgere che ogni incontro ed accadimento è un messaggio straordinario che ci parla di noi.

Ciò che chiamiamo “vita” è un treno con tanti vagoni.
A volte ci troviamo in uno, a volte in un altro.
In alcune occasioni passiamo dall’uno all’altro: accade quando sogniamo o quando ci lasciamo trasportare dallo straordinario.

Paulo Coelho, Aleph

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.