Il colore dei tuoi abiti parla di te

abiti e vestiti colorati, umore

Colore del giorno

Ogni giorno, scegliere di indossare un abito del colore giusto, può trasformarsi in una cura di benessere. Parlare di colori e cromoterapia significa tuffarsi in un mondo talmente vasto e variegato che servirebbero mesi per provare ad esaurire, forse, l’argomento. Oggi vorrei approcciare il discorso  riguardante il colore degli abiti che indossiamo, per scoprire quella parte nascosta di noi che comunica in modo subliminale, anche attraverso la scelta di piccole sfumature, con le persone che ci circondano.

Saper scegliere i colori giusti

Il colore degli abiti che indossiamo esprime i nostri stati d’animo, i nostri sentimenti, la nostra voglia di solitudine o compagnia, la nostra gioia o la nostra infelicità, per questo è importante porre attenzione ai colori indossati dai nostri clienti, amici, colleghi.  L’effetto di questa “cromoterapia  prêt-à-porter”  a volte non è ben compreso o valorizzato  al meglio. Saper scegliere bene i colori, ascoltarci senza forzature, può  regalarci benessere già al mattino quando aprendo l’armadio decidiamo quali abiti  ci accompagneranno per la giornata.

Non dimentichiamo che il nostro modo di vestirci riflette quella parte interiore di noi che vogliamo rendere visibile agli altri e soprattutto a noi stessi  senza neppure  bisogno di guardarci allo specchio. Quante volte è capitato ad ognuno di noi di provare disagio per il colore dell’abbigliamento scelto magari solo poche ore prima?

Gli effetti dei colori

Annuncio pubblicitario

Usciamo la mattina vestiti di rosso e all’ora di pranzo ci sentiamo inadatti, nervosi, sentiamo la necessità di cambiarci, e se non siamo nella possibilità di farlo, ci porteremo questa sgradevole sensazione fino al momento in cui potremo finalmente “liberarci” di quel colore. Oppure siamo obbligati, tutti i giorni, ad indossare un certo tipo di abbigliamento perché il lavoro ce lo impone e ci ritroviamo nella stessa situazione di non stare bene con noi stessi, provare un disagio sia mentale che fisico, perché il colore “lavora” su di noi, senza che noi ce ne accorgiamo.

Ecco perché è importante scegliere bene le tinte, e se ciò non è possibile, cerchiamo di  indossare sempre quel piccolo, ma importante, particolare che può fare la differenza: una cravatta, un foulard, una collana, una sottoveste… Prendiamo come esempio gli appartenenti alle forze dell’ordine che vestono ogni giorno divise normalmente scure: blu, nere, grige. Tutti colori che sotto un profilo culturale, sociale e mentale rivestono e trasmettono un messaggio ed un significato di serietà, rassicurazione, calma, neutralità, autorità, sicurezza, ma su chi le indossa ogni giorno potrebbero provocare effetti diversi: freddezza, distacco, introversione, chiusura, tristezza, depressione…  Stessa cosa per medici, infermieri, gelatai, camerieri, in questo caso vestiti di bianco, un “non colore” che simbolizza la purezza,  la pulizia, l’ordine, l’igiene,  ma su chi lo indossa potrebbe provocare mancanza di vitalità, grande rigore mentale, indolenza, resa…

I segreti che aiutano

Come fare allora per smorzare gli effetti che il colore di queste divise potrebbe avere su noi stessi?  L’abbigliamento intimo può venirci in soccorso: rosso, rosa, verde, giallo, o quello che si sente essere il migliore per noi,  indossato sotto una divisa, può sicuramente andare a bilanciare l’eccesso di un unico colore che siamo costretti ad indossare, senza dimenticare che  anche particolari di arredamento ed accessori dell’ufficio in cui soggiorniamo a lungo possono aiutarci per questo scopo. Ma questo è un altro discorso che andremo a “toccare” la prossima volta….

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.