GABA, neurotrasmettitore della calma: sintomi da carenza e integratori

GABA, neurotrasmettitore, ansia, stress, ormone della calma

Cos’è il GABA e a cosa serve

GABA è noto come l’ormone della calma. Più precisamente, il GABA o Acido gamma-amminobutirrico, è un amminoacido prodotto nel cervello, con funzioni di neurotrasmettitore.

Rappresenta il neurotrasmettitore inibitore più abbondante a livello cerebrale. Infatti ha un potente effetto inibitorio sul cervello: riduce l’attività elettrica dei neuroni e induce calma e rilassamento, riduce il dolore, e facilita il sonno. Questo neurotrasmettitore, inoltre, aumenta la produzione notturna di GH (ormone della crescita).

Date le molte implicazioni legate alla sua presenza, è ovvio che una carenza di questa sostanza può indurre diversi tipi di problematiche. Andiamo ad esaminarle prima di conoscere i sintomi della carenza di GABA e gli integratori alimentari e i rimedi della fitoterapia che possono aiutare a ripristinare la situazione di equilibrio di questa sostanza, come sempre con il supporto indispensabile del medico di fiducia.

Bassi livelli di GABA

Chi ha bassi livelli di acido gamma-amminobutirrico:

  • si preoccupa inutilmente perché ha difficoltà a spegnere la mente.
  • ha un’attenzione erratica, che si sposta da un oggetto del pensiero all’altro: questo crea come effetto anche una scarsa capacità di ascoltare e quindi di dialogare con gli altri.

Un deficit di GABA può essere indotto da

  • stress
  • squilibri glicemici
  • altre condizioni, come ad esempio una reazione autoimmune contro il GAD, un enzima coinvolto nella sintesi di GABA, che può avvenire in caso di presenza di patologie come:
    • celiachia,
    • gluten sensitivity,
    • tiroidite di Hashimoto,
    • diabete di tipo 1 e altre malattie autoimmuni.

Malattie da deficit di GABA

Bassi livelli di acido gamma-amminobutirrico sono associati a:

  • ansia e panico
  • episodi maniacali
  • convulsioni, spasmi muscolari

Le benzodiazepine aumentano la sensibilità del recettore per il GABA (cit. dott. Debora Rasio).

Sintomi da deficit di GABA

  • Attenzione disorganizzata
  • Mente senza riposo e difficoltà a interrompere i pensieri
  • Preoccupazione per cose a cui non si aveva mai pensato prima
  • Ansia e panico immotivati
  • Sensazione di paura
  • Tensione interiore e facile eccitabilità
  • Sensazione di essere sopraffatti senza reale motivo

Integratori per la carenza di GABA

GABA

In commercio è possibile reperire il GABA come integratore alimentare, tuttavia non è ancora chiaro se e come attraversa la barriera ematoencefalica. Il GABA assunto come integratore potrebbe anche funzionare attraverso un’aumentata produzione di GABA a livello intestinale. Infatti, i lattobacilli e i bifidobatteri intestinali producono GABA.

Uno studio su animali ha documento un aumento del 380% delle concentrazioni di GABA nel cervello quando l’integratore viene assunto insieme alla L-arginina, un amminoacido che aumenta la produzione di ossido nitrico.

Vi sono numerose evidenze di benefici sui sintomi di ansia, insonnia, difficoltà a concentrarsi riportati in seguito all’assunzione di Acido gamma-amminobutirrico.

L-teanina

Utilizzata come integratore o da piante (camomilla, tè, specialmente quello verde…)

Magnesio

È uno dei minerali più importanti per l’uomo in quanto è coinvolto in oltre 300 reazioni biochimiche basilari, necessarie per il buon funzionamento dell’organismo. Il motivo per cui il magnesio ha anche un’azione antistress e di riduzione dell’ansia è proprio legato al fatto che ha la capacità di stimolare i recettori dell’acido gamma-amminobutirrico nel cervello.

Vitamina B6

Ha anche il nome di piridossina. È  una vitamina idrosolubile (si scioglie in acqua) che è naturalmente presente in moltissimi alimenti come i cereali integrali, i legumi, latte e formaggi, uova, pesce…solo per citarne alcuni.

Valeriana

Svolge la nota azione sedativa nella terapia dell’insonnia, dell’irrequietezza e dell’ansia. Aumenta la sensibilità dei recettori per il GABA e rallenta la sua degradazione.

Ashwaganda

Ricavata dalla radice della Withania somnifera, si tratta di una pianta che ha riconosciute proprietà benefiche. È chiamata anche ginseng indiano ed è una delle piante adattogene più usate in Ayurveda.

Tilia tomentosa gemmoderivato

Questa preparazione fitoterapica inibisce la neurotrasmissione attraverso un aumento dell’attività del GABA

Kava-kava

È una radice che cresce spontaneamente sulle isole del Sud Pacifico. È conosciuta ed utilizzata anche dalla medicina popolare per i suoi effetti rilassanti e calmanti, simile a quelli prodotto da alcuni farmaci. Ha proprietà ansiolitiche, sedative, ipnotiche, anticonvulsivanti e miorilassanti

Litio orotato

Da non confondersi con il litio carbonato, il farmaco utilizzato per il trattamento della malattia bipolare, è un minerale naturalmente presente nell’acqua che aumenta la sensibilità dei recettori per l’Acido γ-amminobutirrico.

Avvertenze

Una nota particolare in merito al consumo di alcolici la sera, L’alcol interferisce con il legame del GABA ai suoi recettori. Di conseguenza l’alcol, nonostante la sensazione iniziale di rilassamento, disturba il sonno.

Questo neurotrasmettitore inibitore dal quale dipendono la calma e l’autocontrollo è in gran parte sintetizzato nell’intestino: questo è uno dei tanti motivi che fanno del buon funzionamento dell’intestino la base per una vita in buona salute, e viceversa.

Fonti

  • Appunti del corso “Nutrizione per la mente: come mantenere giovane il cervello, Novembre 2017, Dott.ssa Debora Rasio
  • PubMed

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.