Frullati verdi: concentrati di salute in un bicchiere

succo verde, clorofilla, frullati verdi

Frullati verdi, potenti rimedi naturali che dovete assolutamente conoscere. Vi spiego il perché. Dopo aver centrifugato per anni frutta e verdura e successivamente messo da parte attrezzatura poiché non convinta dell’eccesso di scarto e dalle complicate operazioni di pulizia della centrifuga, stavo per avvicinarmi agli estrattori di succo quando, su consiglio di una persona che stimo moltissimo ho letto un libro sui Frullati Verdi intitolato Le virtù terapeutiche dei Frullati Verdi di Victoria Boutenko, nota autrice e ricercatrice crudista americana.

Frullati verdi, amore a prima vista

E’ stato amore a prima vista, una bella scoperta che oggi voglio condividere. Soprattutto desidero invitarvi, non a leggere acriticamente un libro, ma a sperimentare in prima persona e giudicare dai risultati.

Le verdure non sono tutte uguali

Tutti conosciamo le doti di frutta e verdura, grazie ad un sentire comune che porta alla diffusione di notizie riguardanti l’alimentazione salutare.

Ippocrate già secoli fa disse “Fa che il cibo sia la tua medicina, e che la medicina sia il tuo cibo”. Invece la necessità di vendere farmaci e le lobbies che spingono in questo senso hanno fatto sì che per molto tempo questa semplice regola venisse dimenticata. Scusate la nota polemica ma ci sono davvero troppi interessi economici che offuscano una informazione limpida e sincera in merito alla nostra salute!

Non c’è ancora molta consapevolezza in merito alla differenza tra verdure cotte o crude, soprattutto è essenziale far rilevare l’importanza delle verdure a foglia verde, poiché queste verdure, che non mangiamo abbastanza, contengono una ricchezza particolare in clorofilla, vitamine, minerali, enzimi e omega 3 e sono un alimento assolutamente necessario nella dieta.

Mangiare verde con gusto

Come naturopata ho constatato come non ci siano difficoltà da parte delle persone nel mangiare insalate in estate e frutta in abbondanza, ma sulle verdure verdi crude e fresche nell’arco di tutto l’anno prendo nota che il consumo è veramente insufficiente.

Sono convinta che il cibo debba essere un momento piacevole e gioioso da condividere per cui, avendo visto quanto poco gradevole sia anche per me consumare grandi quantità di verdure crude in inverno, capisco le difficoltà che hanno i miei clienti a cambiare certi aspetti della loro alimentazione. Il frullato verde diventa allora una possibilità gustosa e salubre.

I frullati verdi in pratica

Il frullato non deve essere fatto solamente con foglie verdi, ma può essere composto in maniera da combinare sapori e aromi nella maniera più piacevole.

Scegli le tue foglie verdi preferite

Basta che ci sia almeno un componente di foglie verdi a scelta tra: spinaci, bietole, insalata, cavolo (ottimo il cavolo nero), sedano con foglie, rucola, avocado, tarassaco, finocchio con le barbe, radicchio, rucola, ortiche o altre piante selvatiche (accertarsi della commestibilità delle stesse, ovviamente!).

Gli altri ingredienti possono essere scelti tra tutti i tipi di frutta e verdura di stagione, a piacere anche tra spezie tipo zenzero e curcuma freschi o secchi, semi di chia o alga spirulina in polvere per i più salutisti, e  un po’ di acqua a piacere per diluire.

Un bicchiere di questo frullato, bevuto prima dei pasti, è un ottimo aperitivo e può aiutare la digestione e la migliore assimilazione di tutti i nutrienti che, tritati, diventano più assimilabili e digeribili. Inoltre, aiuta a sentire meno il desiderio di cibo poco sano, per non dire cibo spazzatura, migliora anche la proporzione tra omega 3 e omega 6 (importante per mantenere basso il livello infiammatorio), aiuta a ridurre l’indice glicemico e, grazie anche alle fibre che non vengono eliminate ma solo triturate, sono dei buoni alleati per la salute dell’intestino.

L’autrice del libro, Vittoria Boutenko, ne decanta proprietà di prevenzione rispetto a: obesità, depressione, colesterolo alto, infezioni respiratorie, malattie cardiovascolari, infiammazioni, disturbi intestinali e altro.

Ti può interessare ancheClorofilla: proprietà energizzanti, ossigeno ed energia del sole

Frullati verdi: i benefici della mia esperienza

Premetto che non ne ho consumato un litro al giorno come consiglia l’autrice, ma mi sono limitata a un bicchiere prima di pranzo e cena. Ho sempre variato gli ingredienti e mi sono divertita ad abbinarli anche seguendo l’indicazione del colore.

Dopo pochi giorni ho sentito subito più energia, lucidità mentale, miglior resistenza e da subito benessere a livello gastrico. La digestione è diventata rapida, è diminuita la voglia di cibi compensatori. Quest’ultimo aspetto è importante se pensiamo a quando, rientrati a casa stanchi, ci buttiamo sull’aperitivo alcoolico con salatini, oppure su dolciumi. In entrambi  i casi avremo un apparente senso di sollievo con successivo appesantimento.

Consiglio: frullati verdi per tutti

A differenza degli integratori, che devono essere mirati e scelti a seconda delle necessità individuali, il consumo quotidiano dei frullati verdi lo consiglio a tutti!

Inoltre, ad esempio nella stagione invernale, bere ogni giorno vitamine alla fonte, è più salubre ed efficace. Meglio di assumere integratori o dei vaccini anti influenzali.

Frullatore Vitamix Ascent 2300 - Black
Frullatore Vitamix Ascent 2300 – Black
Con interblocco per bloccare automaticamente il coperchio del boccale prima di avviare la messa in funzione della macchina
Vitamix Corporation
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.