Fitoterapia: 3 erbe a sostegno del sistema immunitario

sistema immunitario, difese immunitarie, echinacea, astragalo, lapacho, fitoterapia
Foto by Pixabay
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Quando le nostre difese sono basse, la fitoterapia può venirci in aiuto con delle erbe a sostegno del sistema immunitario. In questo articolo vi parlo di 3 piante:

  • echinacea,
  • astragalo,
  • lapacho.

Stile di vita a sostegno delle nostre difese

Mai come in questo periodo si parla di sistema immunitario. Abbiamo l’esigenza di mantenerlo forte per resistere alle aggressioni dei microorganismi, in particolar modo dei virus.

È necessario sottolineare che lo stile di vita è fondamentale per avere un sistema immunitario efficiente. Con stile di vita sano intendo attività fisica, alimentazione sana e ricca di antiossidanti (frutta, verdura…) e cibi freschi, un buon riposo notturno ed una buona gestione dello stress quotidiano.

Alcune persone sono più predisposte ad ammalarsi di altre a causa della genetica, ma la costante attuazione di queste norme permetterà all’organismo di ammalarsi meno facilmente. Un consiglio che mi sento di dare a tutti è di lavorare costantemente sulla propria salute, fare uso degli opportuni integratori (di cui vi parlo più avanti) a partire dai primi giorni dell’autunno.

Si parla di terreno, quando ci riferiamo all’insieme delle caratteristiche psicofisiche, tra cui anche quelle ereditarie, comportamentali ed emotive di un soggetto. Ad ogni modificazione dell’ambiente corrisponde una risposta della struttura vivente, che tende a fargli ritrovare il suo stato di equilibrio.

La vita funzionale di un organismo è fatta di scambi in perpetua oscillazione intorno allo stato di equilibrio. In base a queste caratteristiche è bene anche individuare i rimedi più opportuni per ciascuno.

Il sistema immunitario in breve

Il sistema immunitario è una complessa rete di mediatori cellulari (linfociti, macrofagi, mastociti…) atti a difendere l’organismo da aggressioni di qualsiasi tipo (virus, batteri, stimoli infiammatori, allergeni…).

Si suddivide in un’immunità innata ed una adattativa. La prima è aspecifica e rappresenta una prima barriera contro l’infezione (cute, mucose, secrezioni), mentre la seconda è specifica contro i vari tipi di patogeni ed attuata da cellule competenti: i linfociti T e B. Per garantirci una buona protezione dobbiamo rendere efficienti entrambi i sistemi.

La fitoterapia

Per fitoterapia si intende la cura con le erbe: da secoli conosciamo i vantaggi dei trattamenti naturali attraverso la fitoterapia per sostenere il sistema immunitario. Solitamente si consiglia un ciclo che dura tutto l’inverno, intensificando l’assunzione dei rimedi quando il problema si accentua, ad esempio raffreddore, influenza, tosse… In casi acuti oppure di prevenzione o come nel caso del coronavirus, da cui ci dobbiamo difendere, è bene agire in modo più incisivo. Se cuoi saperne di più sulla fitoterapia approfondisci qui.

Le erbe a sostegno del sistema immunitario consigliate dall’erborista

Echinacea

echinacea, antinfiammatorio, insfluenza
Foto di Matthias Böckel by Pixabay

Esistono vari tipi di echinacea (angustifolia, purpurea, pallida); le radici e le parti aeree di echinacea contengono costituenti chimici con attività biologica batteriostatica e virus-statica, proprietà verificate su numerosi ceppi, es. herpes virus, influenza… agisce sui microorganismi stimolando linee cellulari immunitarie per induzione della liberazione di interleuchia-1. Per questo viene consigliata come stimolante della risposta immunitaria antinfiammatoria aspecifica nelle patologie infettive.

Contiene anche un principio attivo (echinacoside) in grado di inibire l’enzima ialuronidasi rallentando la velocità di penetrazione dei microorganismi nei tessuti; inoltre possiede un effetto di accelerazione della guarigione delle ferite. Ottimo coadiuvante per influenza, depressione immunitaria, raffreddore, sindromi autoimmuni, dermatiti, febbre. Per saperne di più leggi qui: Echinacea, proprietà e benefici per…

Astragalo (Astragalus membranaceus)

astragalo, difese immunitarie
Foto di WikimediaImages da Pixabay

E’ una pianta conosciuta per le proprietà

  • adattogene,
  • immunostimolanti,
  • disintossicanti.

La radice di astragalo svolge azione tonico-adattogena, favorendo la capacità dell’organismo di adattarsi agli stimoli dell’ambiente, poiché abbassa il consumo di ossigeno da parte dei mitocondri.

Ci rende quindi più forti e più capaci di affrontare lo stress che indebolisce il sistema immunitario. In particolare, sono i polisaccaridi contenuti nella radice che favoriscono la capacità fagocitaria e la trasformazione dei linfociti T. Il contenuto di saponine conferisce anche un’azione epatoprotettiva, in quanto protegge il fegato dai danni provocati dalle tossine. Per queste ragioni è indicata per contrastare momenti di astenia, stanchezza, affaticamento.

Lapacho (Tabebuia abellanadae)

lapacho, pau d'arco, adattogeno

E’ un albero originario del Sudamerica, con la sua corteccia si preparano un tè ed un integratore per migliorare la risposta delle difese organiche nei confronti dell’attacco di virus, funghi e batteri come la candida.

Tradizionalmente viene usato in caso di febbre, influenza e problemi respiratori e gastrointestinali, ma anche per malattie della pelle come psoriasi e dermatiti. Si rivela utile come antidolorifico. Il componente che sembra essere maggiormente attivo è il lapacholo, un chinone che manifesta attività antivirale contro l’herpes e parecchi virus influenzali.

Il lapacho contiene anche un’elevata combinazione di sali minerali piuttosto rari, come

  • silicio,
  • manganese,
  • molibdeno,
  • rame,
  • argento,
  • boro

…oltre a quelli classici, i più comuni: magnesio, calcio, fosforo, zinco, potassio, sodio, ferro.

L’effetto principale è dato dal β-lapachone, che inibisce gli enzimi (come la trascrittasi inversa) delle cellule infettate dal virus coinvolte direttamente nella sintesi di DNA o RNA. Agisce infatti contro i retrovirus ed il virus della mononucleosi. Per un approfondimento leggi: Lapacho o Pau d’Arco: proprietà e usi.


Ulteriore integrazione per sostenere le difese

Possiamo associare queste tre meravigliose risorse fitoterapiche ad una buona integrazione, ad esempio la vitamina C, vitamina essenziale che non può essere prodotto dal nostro organismo e deve pertanto essere integrata con la dieta o tramite integratori. Ricordo che, quando si parla di vitamina C, una bella spremuta di limone o arancia la mattina è senz’altro nutriente per il nostro organismo in quanto fonte di vitamina C pronta all’uso ed a rapida assimilazione; tuttavia il fabbisogno giornaliero di vitamina C è di circa 1 g e per raggiungerla dovremmo consumare circa 2 kg di spremuta fresca di arancia! Per questo motivo consiglio di integrarla con opportuni prodotti naturali, e spesso associata alle erbe di cui abbiamo parlato in precedenza. La vitamina C favorisce l’utilizzo di energia a livello cellulare ed è un potentissimo antiossidante (ottima ad esempio per i fumatori), aiuta ad assicurare una buona compattezza del collagene e stimola l’attività dei macrofagi.

Anche la vitamina D è fondamentale per prevenire le aggressioni da parte dei virus; il miglior modo per assorbirla è esporsi al sole ma, in momenti come questo in cui ci risulta più difficile, possiamo ricorrere all’integrazione di 1 mg al giorno di vitamina D3 (colecalciferolo) pari a 2000 U.I. per gli adulti.

La vitamina D3 rientra nelle vitamine ma agisce principalmente da ormone perché regola l’omeostasi tissutale a più livelli del corpo; ci interessa in particolare la sua azione sul sistema immunitario, agendo sui linfociti T.

In conclusione, sottolineo l’importanza di attenersi a indicazioni ben precise prima di ricorrere ad un’integrazione fai da te. Raccomando, inoltre, di seguire queste buone norme non solo in tempi di emergenza, ma ogni anno all’inizio della stagione autunnale.

Video

Guarda anche il video di Silvia Giovetti: Fitoterapia, sistema immunitari: erbe a sostegno

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articoli
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.