Fibromialgia: rimedi naturali e significato psicosomatico

La fibromialgia è una sindrome non specifica che si manifesta con un insieme di sintomi anche variabili, caratterizzata da dolori muscolari e articolari, spesso acuti, rigidità dei movimenti, facile affaticabilità e presenza di punti dolorosi ben localizzati ma talvolta mutevoli. Purtroppo non si conoscono le cause organiche e spesso prima di approdare ad una diagnosi precisa la persona che ne soffre si vede spesso semplicemente etichettata come stressata o ansiosa.

Un carico di dolore e fatica da alleggerire

Come naturopata mi interessa analizzare il significato psicosomatico della fibromialgia. La persona che più frequentemente soffre di questo problema è molto spesso donna, età 40 anni o più, che spesso vive la propria esistenza mettendo avanti gli altri, con l’idea preponderante del sacrifico, con la sensazione di non riuscire mai a fare abbastanza, che spesso trascura la propria salute, non ascoltando i segnali e le richieste del proprio corpo e abbandona la propria carica vitale in favore dei ‘doveri’ verso la famiglia e il mondo esterno, spesso autoimposti. Possiamo parlare di una sorta di ‘depressione muscolare’, come una ragnatela invisibile che ingabbia la persona in un reticolo fitto che cala sui muscoli imprigionandoli dolorosamente e rendendo faticosa ogni azione (pensiamo alle azioni fatte senza entusiasmo ma solo per dovere, le azioni fatte controvoglia: quanta energia tolgono? Quanto lasciano spossata la persona? Ognuno di noi ne ha facilmente fatto esperienza almeno una volta!)

Una sofferenza interiore che arriva a localizzarsi nei muscoli per bloccare azioni che non ci fanno bene, se ignoriamo nell’agire le nostre esigenze individuali e i nostri desideri più profondi. Acquisire consapevolezza di certi atteggiamenti può essere il primo passo verso un miglioramento.

Un aiuto dai Fiori per la fibromialgia

La floriterapia viene talvolta usata con formule standard per alcune problematiche e anche per la fibromialgia sono segnalati alcuni mix di fiori di Bach. Per quanto mi riguarda in questo caso più che in altri – essendo la sintomatologia mutevole e diversa per ogni persona – credo che sia importante scegliere i fiori in base ad un colloquio approfondito che porti a far emergere (anche e soprattutto per far comprendere cose di sé alla persona trattata) le istanze principali che il corpo e l’inconscio vogliono segnalare e portare ad affrontarle. Un fiore che è sempre benefico è l’Himalayano Ecstasy, che agisce sul quarto chakra, aiutando a trovare lo spazio e l’amore incondizionato per sé stessi, che spesso a queste persone manca, e prendersi cura dedicando attenzione e tempo per sé: Fiori di Bach che sono spesso consigliati dopo i colloqui con clienti fibriomialgici sono Gorse, Pine, Elm, Rock Water, Olive, Impatiens, Larch

Ridurre lo stress

Poiché è dimostrato che la sintomatologia si acuisce spesso nei momenti di stress e di preoccupazione, come altresì alcune persone riferiscono che in vacanza hanno avuto una temporanea remissione dei sintomi, un consiglio valido è quello di concedersi spesso pause e momenti rilassanti. Una buona idea può essere quella di far coincidere week-end fuori casa e piccole vacanze con relax alle terme (il calore delle acque può aiutare a decontrarre i muscoli). Integrazioni di Magnesio come decontratturante (che ha la capacità di agire sia a livello fisico che emotivo, senza controindicazioni) e di Manganese – Cobalto che agisce sull’asse del sistema neurovegetativo e attenua l’ansia; altri oligoelementi utili da associare possono essere Fosforo e Litio il primo per la sua attività antispasmolitica e il secondo per l’azione sulle manifestazioni dolorose muscolari associate ad ansia e depressione. Io consiglio spesso un rimedio naturale efficace anche per i mal di testa che contiene Artiglio del Diavolo, Tanaceto Partenio, Magnesio, Rame che in alcuni casi ha dato ottimi risultati. Come Gemmoderivati (Macerati Glicerici) i più indicati possono essere Abies pectinata, Ficus carica e Tilia tormentosa, da assumere separatamente in momenti diversi della giornata. Alcuni trattamenti naturali come Riflessologia Plantare Integrata®, Digitopressione dinamica®, Tecniche di rilassamento a mediazione corporea sono sicuramente indicate, mentre per altri tipi di massaggio occorre prestare molta attenzione poiché in alcuni casi potrebbero peggiorare la sindrome. L’attività fisica consigliata è quella costante (per non trascorrere periodi di inattività che acuirebbero la rigidità) e moderata (che non porti mai la muscolatura ad una tensione eccessiva e di conseguenza estremamente dannosa per il fibromialgico) che punti soprattutto a scaricare lo stress e regalare endorfine e sensazioni positive scaricando allo stesso tempo le tensioni (quindi yoga, passeggiate all’aria aperta, stretching, tai chi, qi gong, ballo, ecc.)

Fibromialgia ed alimentazione

Poiché le sindromi dolorose croniche portano a una forma di depressione (o talvolta ne sono conseguenza) è importante non imporsi privazioni né diete rigide e puntive; è sufficiente portare l’attenzione verso un’alimentazione antinfiammatoria, mixando con gusto i cibi che hanno caratteristiche di abbassare il livello infiammatorio dell’organismo (ricchi di omega 3, poveri di zuccheri semplici, pochi o niente latticini, quindi molti cereali integrali, semi oleosi, pesce, molta frutta e verdura biologiche, tanta acqua fuori dai pasti, pochi alimenti nervini che possono sovreccitare i recettori nervosi)

Leggi anche l’articolo: Endorfine: le molecole della felicità e della salute di Manuela Palchetti

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

Newsletter

Manuela Palchetti
Naturopata specializzata in Riflessologia Plantare Integrata®, Digitopressione dinamica®, Tecnica Craniosacrale, Fiori di Bach, Himalayani e Australiani, Massaggio Ayurvedico, Kinesiologia. Operatrice certificata Theta Healing®.
Contatti
Email: manuela.palchetti@libero.it
Facebook: https://www.facebook.com/Manuela-Palchetti-Naturopata-349081901882452
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
↑ Torna su