Febbre e psicosomatica: il corpo che parla di energia trattenuta

febbre e psicosomatica, significato psicosomatico della febbre, febbre, psicosomatica, febbre psicosomatica

Febbre e psicosomatica: in che relazione sono la temperatura corporea con le cause emozionali in visione psicosomatica? Partiamo dall’inizio.

Febbre: cos’è

La febbre è una condizione anomala che l’organismo attraversa quando la temperatura corporea sale sopra i parametri normali di riferimento. Se la temperatura del corpo è pressoché costante, i processi metabolici possono avvenire ad una velocità normale; di solito si parla di temperatura corporea normale quando si aggira tra i 36,4 °C e i 37,2° C.

Annuncio pubblicitario

Nell’arco della giornata l’ambiente termico interno subisce delle variazioni legate all’attività di alcune sostanze biologiche secrete con ritmo circadiano.

Al mattino quando ci si sveglia le temperature sono più basse, mentre nel tardo pomeriggio questi valori possono raggiungere e superare i 37° C. Fattori quali lo stato di salute, la presenza di patologie particolari, la digestione e l’attività fisica contribuiscono ad alimentare queste variazioni termiche.

La temperatura può essere misurata nel retto, ed è qui che il valore rilevato si avvicina di più alla reale temperatura interna, oppure sotto l’ascella e nella cavità orale.

Ci sono diverse tipologie di febbre:

  • febbricola se non supera i 38°C,
  • febbre lieve se è tra i 38° e i 38°C,
  • moderata se è tra i 38,5° e i 39°C,
  • si parla di febbre elevata se è tra i 39°C e i 39,5°C
  • iperpiressia se supera i 39,5°C.

I sintomi sono: pallore, pelle d’oca, brividi, sensazioni di freddo e malessere generale.

Febbre e psicosomatica: energia trattenuta, rabbia

Come sostiene C. Rainville, la febbre è l’innalzamento normale [naturale] della temperatura corporea. Dopo una vaccinazione, la comparsa della febbre ha lo scopo di distruggere i microrganismi iniettati.

Quando la febbre accompagna una patologia come la tonsillite, la laringite, la faringite, la bronchite, la vaginite, può esserci della rabbia che bolle dentro di noi. Quindi occorre chiedersi se si è reduci di un’esperienza che ha provocato rabbia in noi.

L’energia trattenuta alza la temperatura corporea; la febbre è una difesa contro le aggressioni degli agenti patogeni, una reazione dell’organismo che sta segnalando il corpo in combattimento per ritrovare l’equilibrio perduto.

Se la febbre sale solo di sera

Quando, però, la febbre sale solo di sera, essa rivela che è presente nel corpo un’energia vitale non sfogata, che alla sera esplode come ad indicare che durante il giorno non si è bruciato abbastanza. Detta fuoco benefico essa spazza via tutte le scorie presenti e fa piazza pulita! Elimina ciò che di statico e stagnante è nel corpo, soprattutto nella nostra mente.

C’è bisogno di eliminare pensieri vecchi e il continuo rimuginare su essi; occorre rinnovarsi!

Per lo stesso motivo in età adolescenziale compaiono febbriciattole serali, passeggere, che indicano quanto per i ragazzi sia difficile trovare a quest’età la propria centratura. Sono ricchi di energia vitale che non sanno incanalare, si sentono compressi e la febbre inconsapevolmente fa emergere tutta questa energia non collocata correttamente. Avere la febbre, pertanto, è essere vivi!

Febbre e stress

La febbre può essere anche figlia dello stress, legata ad un periodo di particolare tensione. Può anche essere in relazione a delle paure nascoste, come ad esempio il timore di non riuscire a svolgere bene il proprio lavoro appena iniziato.

Altre cause psicosomatiche della febbre

La febbre può essere dovuta anche a traumi, shock emotivi o periodi particolarmente faticosi; il nostro corpo spesso ci avvisa molto prima del nostro cervello che è ora di fermarsi. Mette un limite, ci invita a bruciare determinati pensieri o rimuginii eccessivi, ci sollecita a prendere le distanze da persone o emozioni destabilizzanti.

La domanda da farsi quando compare la febbre

Perciò dietro ad una febbre di carattere prettamente organico, intesa come reazione biologica, bisogna anche chiedersi quale messaggio il corpo, in modo celato, ci sta inviando.

Potrebbe essere una risposta ad emozioni trascurate, a dinamiche famigliari complesse o situazioni sociali particolarmente stressanti. Può indicarci che si è arrivati al limite di sopportazione di una situazione, che è giunto il momento di affrontare il problema, che occorre prendersi un attimo di pausa e tranquillità.

Talvolta potrebbe essere rabbia inespressa che emerge così; non è quindi una malattia, ma solo un modo dell’organismo per sfogare energia bloccata.

Cosa fare in caso di febbre (febbre e psicosomatica)

Innanzitutto, occorre chiedersi cosa non va nella nostra vita; forse è il momento di liberarsi di alcune situazioni, di prendere decisioni anche drastiche, comunque di cambiare qualcosa.

Imparare a crearsi poi uno spazio dove poter esprimere le nostre emozioni, dove poter stare bene. Rabbia, paura ed altre forti emozioni se non sfogate, emergeranno in febbre.

Concedersi della tregua, qualche momento di pausa, di relax, una vacanza, un week end fuori porta, del tempo all’aria aperta.

Rivolgersi ad uno psicoterapeuta qualora se ne senta la necessità. Un percorso guidato aiuta ad avere un quadro più limpido e nitido della situazione per focalizzarsi così sugli obiettivi da raggiungere.

Tachipirina, Paracetamolo e altri Farmaci per Abbassare la Febbre: Sì o No?
Stefano Montanari, Antonietta Gatti
Tachipirina, Paracetamolo e altri Farmaci per Abbassare la Febbre: Sì o No?
Macro Edizioni
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.