Fave: proprietà di buona energia e depurazione

fave, legumi, fava

La pianta

Le fave sono i frutti della pianta Vicia faba, o Faba vulgaris, appartiene alla famiglia delle Fabaceae ed è una pianta originaria dell’ Asia  e del bacino Mediterraneo. Si tratta di un legume è molto coltivato in Italia, soprattutto al sud e nelle isole ed in Cina.

Le fave sono di facile coltivazione potete, pertanto, provare a coltivarle nel vostro giardino o orto sul balcone: vedrete nascere dei baccelli verdi e che contengono dei fagioli piatti dalla forma poco regolare.

Di questa pianta si utilizzano sia i frutti che le foglie essiccate che hanno proprietà diuretiche.

Fave, stagionalità

La stagione va da aprile a giugno. Ovviamente in funzione del clima dell’anno in corso possiamo trovarle già da fine marzo e anche nei primi giorni di Luglio.

Le varietà

Quella di cui parliamo è la fava da orto, quella che si usa in alimentazione. Esiste anche un’altra varietà, la favetta, detta anche favino o fava cavallina, che viene utilizzata per la produzione di foraggio oppure in agricoltura biologica per preparare e rendere fertili i terreni.

Fave, proprietà nutrizionali

Le fave sono un alimento ricco di importanti nutrienti:

  • proteine,
  • fibre,
  • minerali, tra cui ferro, selenio, magnesio e rame,
  • vitamine, in particolare vitamina A, vitamina C, vitamine del gruppo B,
  • amminoacidi tra cui L-dopa che è deputato ad aumentare la dopamina nel cervello.

Inoltre poiché questo amminoacido è presente nei farmaci per la cura del morbo di Parkinson, le fave sono tuttora oggetto di studio per definirne i benefici per questa patologia.

L’apporto di fibre favorisce la motilità intestinale, la diuresi e la depurazione dell’organismo.

Sono legumi utili in caso di anemia grazie alla presenza di ferro e di vitamina C che ne favorisce l’assorbimento. Sono anche e consigliate durante le diete ipocaloriche grazie alla scarsa presenza di grassi e alle poche calorie che forniscono.

Consigliate anche per chi pratica attività sportiva in quanto alimento proteico e remineralizzante.

Fave, controindicazioni

Sono controindicate se assunte in abbinamento ad alcuni farmaci, pertanto è bene, nel caso siate in cura farmacologica, consultare il medico prima di consumarle.

Inoltre possono provocare allergie, intolleranze o Favismo, una condizione genetica data dal deficit di glucosio-6-fosfato-deidrogenasi presente nei globuli rossi. Ai soggetti affetti da favismo ne è vietato il consumo perché potrebbe produrre effetti gravi.

La fave in cucina

Possono essere consumate:

  • crude,
  • cotte,
  • essiccate.

In questi ultimi due casi perdono parte delle sostanze nutritizionali, pertanto vi suggeriamo di consumarle fresche aggiunte all’insalata o come contorno.

Se invece volete consumarle cotte potete aggiungerle a zuppe o minestre o utilizzare come condimento per pasta e risotti. Anzi, l’abbinamento pasta e fave oppure riso e fave costituiscono un piatto completo dal punto di vista nutrizionale. Preceduto da una insalata di stagione può costituire un ottimo piatto unico per una pasto leggero, ideale a cena.

Sbucciate si prestano alla preparazione di un ottimo purè e creme da degustare sui crostini come antipasto.

Farina di fave

Dalla macinazione dei semi secchi si ottiene la farina di fave con la quale si può preparare una pasta, senza glutine e più proteica rispetto agli altri tipi di pasta di cereali ed anche dell’ottimo pane.

Pizzichi di Fava
Pizzichi di Fava
La Terra e il Cielo

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

macrolibrarsi, pasta di fave
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.