Estate in Medicina Tradizionale Cinese: i consigli

0
546
estate, sole, cuore, medicina tradizionale cinese, estate in medicina tradizionale cinese, consigli della medicina tradizionale cinese

Estate in Medicina Tradizionale Cinese: la stagione yang

Estate in Medicina Tradizionale Cinese: questa stagione è la massima espressione dello yang (il lato in ombra della montagna è Yin e quello al sole è Yang. Il concetto spiega la teoria degli opposti e complementari).

In estate vi è esplosione di colori, luci, movimento, caldo, vacanze, spiagge assolate e affollate. Tutti sentiamo l’irrefrenabile impulso di liberarci dagli abiti pesanti e di rilassarci passando più tempo all’aria aperta.  A volte questa è una mera illusione; ci si ritrova ammassati in pochi metri di spazio libero, sopportando snervanti code in auto per raggiungere una località di vacanza.

Spesso le vacanze diventano la fotocopia della vita quotidiana e ne seguono gli stessi meccanismi generando ulteriore stress.

Annuncio pubblicitario

Dal punto di vista energetico il grande calore che viene dal sole che fa sì che si sviluppino i diecimila esseri: animali, piante e minerali, le cui vibrazioni durante l’estate sono più forti che nelle altre stagioni. Questa è la visione dell’ estate in Medicina Tradizionale Cinese.

Riequilibrare lo yang con lo yin in estate con i consigli della medicina tradizionale cinese

È necessario riequilibrare la situazione ricercando un po’ di yin, colori tenui, frescura, calma, ritrovando il contatto con la natura e con sé stessi per rigenerarsi. Questa espressione dell’energia di Cielo e Terra nel nostro corpo si manifesta soprattutto a livello del Cuore.

Nel simbolismo degli organi in Medicina Tradizionale Cinese il cuore rappresenta l’Imperatore, colui che governa con il giusto discernimento senza farsi travolgere dalle emozioni.

Il cuore ha bisogno di calma per mantenere l’omeostasi all’interno dell’organismo. Dal suo benessere dipendono la salute del nostro corpo e l’integrità del nostro spirito.

Calore e cuore: effetti sul nostro benessere

Il calore danneggia l’energia del cuore e può derivare da fattori climatici stagionali o ambientali oppure da un eccesso di pensieri ed emozioni trattenute.

Senza la giusta centratura si produce uno stato ansioso e lo shen, il nostro spirito vitale, non è tranquillo: si potrà generare scarsa concentrazione, agitazione o sonno disturbato.

Qi gong per il cuore

È possibile spegnere il fuoco del cuore e armonizzarsi con l’energia della stagione praticando qualche semplice esercizio di Qi Gong per il Cuore.Prendiamoci un po’ di spazio, una breve pausa in un luogo tranquillo, seduti su una sedia o panca o su un tappetino come siamo più comodi, l’importante è tenere la colonna diritta e non “insaccarsi”.

Meditazione del Fiore di Loto per armonizzare cuore e spirito

Le varie forme di meditazione hanno come scopo principale di portare la calma nel Cuore.

Il Fiore di Loto è il simbolo del Cuore, le mani giunte al petto sono l’involucro che contiene il seme del fiore che viene coltivato con l’intenzione pura e sboccerà diffondendo la sua energia positiva.

I polsi restano a contatto e le mani si aprono come un fiore. Con leggere rotazioni dei polsi portando le dita verso l’esterno facciamo poi uscire dal cuore tutti i pensieri negativi e i dispiaceri. Invertiamo il senso di rotazione e lasciamo entrare nel cuore i pensieri positivi, la calma, la serenità. Infine, portiamo i palmi sovrapposti sul cuore o pronunciamo il suono “ke” (suono del cuore pronuncia ca) tenendo la bocca leggermente aperta.  Questa semplice meditazione può essere eseguita in qualunque momento della giornata, quando abbiamo bisogno di calma e centratura.

Auto massaggio, per liberare i tragitti e le zone del corpo collegate con il cuore

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese la lingua è l’orifizio del cuore e il viso è la zona in cui la circolazione sanguigna si superficializza maggiormente. Attraverso il colorito del viso si può capire lo stato energetico del cuore.

Ruotare la lingua intorno alle gengive superiori e inferiori venti volte in senso orario e venti in senso antiorario, e poi inghiottire in piccoli sorsi la saliva che si sarà formata in bocca.

Massaggiare più volte la parte interna delle braccia dalle ascelle verso le dita delle mani dove scorrono i meridiani di Cuore e Pericardio. Massaggiare le dita delle mani ad una ad una tenendo il dito tra indice e pollice e impastando dalla base del dito fino all’unghia, poi tirare le dita.

Appoggiare indice medio e anulare sullo sterno al centro del petto e massaggiare delicatamente in senso orario; questo punto fa circolare l’energia del petto.

Rene e cuore

Il Rene gioca un ruolo molto importante con il Cuore. Il Rene rappresenta l’Acqua del corpo. Il Fuoco del Cuore deve scendere per scaldare l’acqua del Rene. L’acqua del Rene deve salire per spegnere il Fuoco del Cuore. Questo asse energetico è molto importante per l’equilibrio psicofisico dell’individuo.

Terminare quindi l’automassaggio muovendo i palmi delle mani su e giù per qualche minuto sulla zona lombare per riscaldare i reni, poi fermare le mani quando si percepisce un bel calore che si diffonde per tutto il dorso e portarle davanti sovrapposte al dantian (zona posta tra l’ombelico e il pube, sempre associata all’energia renale ndr).

Visualizzare l’asse Cuore/Rene all’interno del corpo e gustare la calma e l’armonia.

 

La Medicina Cinese
La Medicina Cinese
Compendio di Medicina Tradizionale Cinese
Compendio di Medicina Tradizionale Cinese
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.