Essiccatore: 6 buoni motivi per conservare frutta e verdura e qualche consiglio

frutta essiccata, frutta disidratata, verdura disidratata, frutta e verdura, essiccare, essiccatore

Essiccatore, un utilissimo strumento della cucina naturale che pochi conoscono.

Frutta essiccata: snack naturale per tutto l’anno

La frutta e la verdura sono le migliori fonti di vitamine, sali minerali ed altri importanti micronutrienti. Una buona e sana abitudine è quella di mangiare della frutta lontano dai pasti principali come snack naturale che non contiene additivi, conservanti e zuccheri raffinati di cui gli snack dell’industria alimentare sono ricchi.

Se da una parte promuovo da sempre la frutta fresca e di stagione, dall’altra ho trovato molti validi motivi per cui può essere utile avere con sé alcuni tipi di frutta in tutti i periodi dell’anno, in particolare parlo della frutta estiva, gustosa e ricca di nutrienti, ma non solo. Lo stesso discorso vale per alcune verdure che crescono facilmente e in buona quantità anche negli orti domestici: si pensi a pomodori e zucchine.

Il test: rispondete alle seguenti domande

  • Avete un albero da frutta che vi regala abbondanti raccolti ?
  • Disponete di un piccolo orto e coltivate frutti ed ortaggi?
  • Siete favorevoli al consumo di prodotti km. zero?
  • Oppure, volete avere i benefici dei frutti di bosco nel corso di tutto l’anno ?

Se avete risposto sì ad almeno una di queste domande, e non ci avete ancora pensato, dovreste considerare l’idea di dotarvi di un essiccatore.

Conservare frutta e verdura mediante l’essiccazione

L’essiccazione è  un metodo naturale di conservazione degli alimenti basato sull’eliminazione dell’acqua contenuta nei prodotti.

Si tratta di uno dei più antichi metodi per la conservazione della frutta e della verdura.  Aggiungo che un prodotto essiccato rimane inalterato a lungo, mantenendo intatte le sue proprietà e le caratteristiche organolettiche e si presta molto bene ad una conservazione a lungo termine. L’essiccazione è anche uno dei metodi più economici ed ecologici in quanto tale tecnica agisce sulla frutta senza provocare le alterazioni legate ai processi di conservazione industriale e, visti i prezzi spesso esorbitanti della frutta essiccata, l’operazione della essiccazione (o disidratazione) garantisce oltretutto un gran risparmio. E’ necessario un investimento iniziale che si ripagherà in un breve periodo di tempo.

Quale essiccatore scegliere ?

Per la scelta di un essiccatore il nostro consiglio è di rivolgersi ad aziende serie che propongono prodotti di qualità. In particolare, segnalo l’importanza  dell’utilizzo di acciaio per cestelli e struttura, che garantisce  qualità e durata dell’apparecchio. Le componenti in acciaio evitano il  rischio di rilascio, su frutta e verdura, di sostanze pericolose; un rischio che si corre con alcuni tipi di essiccatori con componenti plastiche, quando la plastica viene riscaldata.

Essiccatore intelligente Apollo 8 cestelli BPA-free da siQuri.com

L’Essiccatore Apollo (scopri di più) è silenzioso, efficiente e modulabile. Dispone di vassoi impilabili per aumentare la capacità. Grazie alla sua particolare struttura, diffonde l’aria riscaldata in modo omogeneo, migliorando il gusto e la consistenza del cibo essiccato.
Con l’essiccatore Apollo è possibile preparare

  • barrette energetiche
  • crackers vegani crudisti
  • brodo granulare senza glutammato
  • funghi secchi
  • pasta fresca
  • yogurt: la temperatura costante facilita la fermentazione, anche del latte vegetale.

6 buoni motivi per usare l’essiccatore per conservare frutta e verdura

  1. È un metodo di conservazione naturale che preserva i nutrienti senza additivi, conservanti, zuccheri
  2. È ecosostenibile, consente di evitare gli sprechi
  3. Costituisce un’abitudine economicamente vantaggiosa: frutta ed ortaggi di stagione costano meno, sono più ricchi di nutrienti e sono più buoni
  4. Si ha la possibilità di disporre di alcuni tipi di frutta e verdura durante tutto l’anno (si pensi ai mirtilli ad esempio).
  5. E’ un’ottima e sana soluzione per snack, colazioni e rilassanti tisane
  6. Si ha la possibilità di scoprire sapori nuovi e inebrianti, consistenze impreviste che rinnovano la tavola di ogni giorno: grazie all’essiccazione gli alimenti di sempre si trasformano mantenendo intatte le loro proprietà nutritive. Potete stupire i vostri ospiti aggiungendoli ai piatti, croccanti o in polvere, portando in tavola inaspettati colori e fragranze particolari.

Alcuni consigli

Frutta e verdura essiccate sono  l’ideale per chi segue un regime alimentare crudista, o meglio, prevalentemente crudista: l’essiccazione non avviene a temperature superiori ai 40 gradi. Ricordo, inoltre, che molta della frutta disidratata in commercio (a basso costo) contiene zuccheri aggiunti o edulcoranti. Il contenuto di vitamine, minerali, fibre e antiossidanti di frutta e verdura disidratate rimane quasi intatto dopo l’essiccazione. In particolare, per la frutta che contiene zuccheri, è importante ricordare che in virtù dell’eliminazione dell’acqua, le calorie rimangono inalterate, ma distribuite su un volume e peso minore. Importante tenerne conto al momento del consumo.  Alcune idee di frutta da essiccare: ciliegie, albicocche, fichi, mirtilli neri. Tra le verdure zucchine, carote, pomodoro, porri.

Altre risorse sull’argomento

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.