Essere sé stessi: la vera strada per una vita gioiosa

0
262
donna, neve, essere sé stessi
Foto di Terri Cnudde da Pixabay

Essere sé stessi è qualcosa che molti di noi hanno dimenticato.

Ogni giorno c’è un buon motivo per non esserlo. Spesso è un motivo “buono”: mostrarci forti di fronte ai figli, dare il massimo sul lavoro, dare il nostro migliore contributo nelle nostre relazioni. Peccato che tutto questo non sia “buono” per noi e che ad un certo punto ci faccia sentire davvero sfiniti.

I motivi meno buoni che ci allontanano anni luce da noi stessi sono gli adattamenti all’evoluzione della vita che ci costringe a stare al passo delle sue nuove regole.

Privacy, progresso, business. Nuovi social, nuovi metodi di pagamento, nuovi dispositivi elettronici, nuovo modo di relazionarsi. Tutto cambia velocemente.

Quando arriva sera

Quando arriva sera, il tempo è finito e tu non ci sei proprio riuscito a stare dietro a tutto. La tua testa è piena di informazioni e ti accorgi di non essere riuscito a processarle tutte, qualcosa ti è sfuggito.

Forse volevi fare qualcosa per te, forse volevi fare qualcosa di diverso, ma in un battibaleno è arrivata sera e tu sei stanco.

Ogni tanto hai anche la percezione di esserti perso, hai delle domande da porti, domande importanti ma ti si chiudono gli occhi e vai a dormire. Domani è un nuovo giorno ma si ripeterà la stessa scena e tu ti addormenterai senza di te.

Come ritrovare sé stessi

A volte è il nostro amico corpo che lanciando forti segnali richiama la nostra attenzione, altre volte ci accorgiamo di essere infelici e troppo stanchi, ci accorgiamo di non vivere la nostra vera vita. Avvertiamo, anche se in lontananza, il forte desiderio di ritrovarci, di ritrovare un senso e una direzione.

Chi sono veramente? Cosa vorrei fare veramente?

Il potere delle giuste domande apre le giuste porte.

In questo caso la porta da aprire è solo una e posso assicurarvi che quando si apre questa porta tutto cambia.

Ci si accorge immediatamente di quante maschere indossiamo, di quanta rigidità siamo costretti a tenere per poter non essere noi stessi e di quanto questo ci faccia male e ci faccia intraprendere sempre strade non adatte a noi.

Chi sei? Cosa vuoi fare veramente? Come sei veramente?

La paura di essere sé stessi

Quando si apre la porta a sé stessi, possono insorgere dei timori.

La paura del giudizio degli altri è al primo posto nella classifica. La paura di non essere accettati ed amati come prima, al secondo.

Ognuno ha le sue esperienze e lezioni a riguardo ma il senso di libertà che si sente quando si è sé stessi è forte e può donarci così tanta gioia da far sì che le paure e i timori possano passare in secondo piano.

Lascia andare ciò che non ti appartiene, ciò che non è in sintonia con te e regalati la libertà di essere te stesso ed esprimere te stesso in modo autentico. Scoprirai che solo così puoi trovare strade piacevoli e nutrienti per il tuo cammino.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.