Equiseto: proprietà, indicazioni e controindicazioni

equiseto, pianta, rimedio naturale

Equiseto è il nome di una pianta che racchiude in se importanti qualità benefiche per la salute.

Equiseto, le proprietà principali

Si tratta di una pianta molto importante con molteplici proprietà. Era impiegato fin dall’antichità per le sue proprietà di diuretico e antiemorragico. Partiamo da una lista delle sue riconosciute proprietà più importanti. Nell’articolo vedremo poi tutti gli usi, le indicazioni e le controindicazioni del suo uso in fitoterapia e come integratore alimentare.

  • antinfiammatorio
  • antibatterico
  • antimicrobico
  • emolliente
  • antiossidante
  • diuretico
  • astringente
  • antiemorragico.

Quando è utile

Può essere usato in una serie di problematiche che vanno dalle ossa fragili ai problemi alle tonsille.

Dall’infiammazione delle mucose della bocca, alle eruzioni cutanee, acne e geloni. Inoltre, è utile per la dispepsia e problematiche gastrointestinali, infezioni delle vie respiratorie, problemi alla vescica e infezioni del tratto urinario, problemi alla prostata, calcoli renali, emorroidi e crampi muscolari.

Anche in caso di ossa rotte, fratturate, e distorsioni, l’equiseto può essere di grande aiuto. Non ultimo, anche il sistema immunitario trae beneficio da questa pianta.

Per i problemi della pelle: acne, pustole, eruzioni cutanee, rughe, bruciature

L’attività antimicrobica e antiinfiammatoria dell’ Equiseto può aiutare in caso di infiammazione e/o infezione causata da acne e pustole.  Il suo unguento, viene utilizzato per estrarre il pus dalle pustole e piaghe.  Per fare un impacco basta semplicemente mettere in ammollo l’erba secca, dopo averla schiacciata in acqua tiepida per quindici minuti.  Una volta fatto ciò, la si avvolge di un piccolo pezzo di stoffa e la si pone sulla pustola.

Impacco di equiseto

L’impacco, caldo o freddo, può essere applicato due o tre volte al giorno per aiutare a ridurre l’infiammazione e a spurgare il pus.  Per alternare tra l’impacco caldo e freddo, basta semplicemente preparare due impacchi e immergere in una piccola quantità di acqua calda e fredda l’uno e l’altro prima di porlo sulla zona da trattare.  Ogni impacco va applicato per circa cinque minuti, per almeno tre volte. Per ridurre l’infiammazione e il dolore si può fare una sorta di “pasta di Equiseto” da applicare sulla zona interessata.

Per fare la “pasta di equiseto”, bisognerà aggiungere una piccola quantità di acqua per mezzo cucchiaino di Equiseto in polvere. Applicare questa pasta dopo gli impacchi caldi e freddi per accelerare il processo di guarigione.

Estratto di equiseto

L’estratto di equiseto è ampiamente utilizzato come rimedio anti-invecchiamento e anti-rughe. Un rimedio domestico molto semplice è quello di applicare l’estratto Equiseto sulla pelle per almeno venti minuti quattro/cinque volte alla settimana.

Infuso di equiseto

Bevendo l’infuso di Equiseto, per via della sua attività anti-infiammatoria e antiossidante, si può ritardare il processo di invecchiamento, rafforzando il tessuto connettivo e si può contribuire ad alleviare la pelle infiammata e irritata.  Per l’acne, l’infuso diluito e freddo può essere usato come un tonico dopo aver lavato il viso ogni sera. Basterà semplicemente tamponare un batuffolo di cotone nell’infuso diluito e applicarlo su tutto il viso evitando gli occhi.

 

Equiseto per le unghie fragili

L’Equiseto contiene minerali che possono aiutare in caso di unghie deboli e fragili o anche in caso di macchie bianche sulle unghie. Basterà preparare un’infusione con due cucchiaini di erba secca in una tazza di acqua bollente per 10 minuti.  Una volta raffreddato, si immergeranno le unghie per circa venti minuti.  Trascorso questo tempo, asciugare le unghie e applicare accuratamente una miscela composta da olio extravergine d’oliva e succo di limone, o olio essenziale di limone.  Avvolgere le dita con un panno o un paio di guantini di cotone e se possibile tenerli per tutta la notte.  Per avere unghie sane e robuste, si ripeterà questo trattamento almeno tre volte alla settimana.

Bronchiti e altre infezioni delle vie respiratorie

L’Equiseto è conosciuto per essere benefico per la tosse secca, bronchite, congestione nasale e febbre associata a infreddature e influenza.  L’inalazione dei vapori dell’infuso di Equiseto, può aiutare ad alleviare la congestione nasale.  Un altro buon rimedio per la tosse ed altri disturbi respiratori è quello di bere l’infuso di Equiseto per due o tre volte al giorno.

Gengiviti e tonsilliti

Fare gargarismi con un collutorio a base di infuso di equiseto o con un suo estratto può aiutare in caso di tonsille infiammate, ulcere della bocca e gengive sanguinanti.  Per fare un collutorio, basterà far bollire un cucchiaino di Equiseto in una tazza di acqua per una decina di minuti o aggiungere tre gocce di estratto di Equiseto in una tazza di acqua tiepida e fare poi dei semplici gargarismi tre o quattro volte al giorno fino a che si comincerà a percepire un certo sollievo.

Emorroidi

L’attività anti-infiammatori ed emostatica dell’Equiseto può alleviare il dolore e di aiutare a fermare l’emorragia causata dalle emorroidi.  Basta bere una tazza di infuso prima di ogni pasto.

Crescita dei capelli

La ricerca mostra che la silice contenuta nell’Equiseto può contribuire a promuovere la crescita dei capelli oltre che essere utile in caso di perdita eccessiva dei capelli, forfora, e doppie punte.  Pertanto, bere l’infuso di Equiseto, massaggiare la sua tintura e lavare i capelli con shampoo all’estratto di Equiseto può essere efficace per avere capelli nutriti, forti, brillanti, e senza forfora.

Si possono anche massaggiare tre o quattro gocce di tintura madre di equiseto miscelata a due cucchiai di olio di cocco o olio di ricino per contribuire a stimolare la crescita dei capelli e ridurre la forfora, migliorando la circolazione del cuoio capelluto e per rafforzare i follicoli piliferi.  Basta massaggiare la miscela sul cuoio capelluto per almeno dieci minuti almeno tre volte alla settimana.

Per lavare i capelli, invece, aggiungere tre/quattro gocce di tintura nello shampo e lavare normalmente.

Calcoli renali

Secondo l’Università del Maryland Medical Center, uno studio dimostra che a causa dell’attività diuretica dell’ Equiseto, lo stesso può essere utile per i pazienti con calcoli renali.  Soprattutto i calcoli renali di acido urico, che sono di solito associati alla gotta.  Si ritiene che bere l’infuso di Equiseto due o tre volta al giorno possa aumentare la produzione di urina e contribuire a eliminare i calcoli renali e della cistifellea (colelitiasi), così come può aiutare ad alleviare i sintomi delle infezione alle vie urinarie.

Possibili effetti collaterali dell’equiseto

Come la maggior parte degli integratori alimentari, l’Equiseto è sicuro quando è assunto per breve periodi e con moderazione. Il consiglio è sempre quello di attenersi alle indicazioni riportate dal produttore sulla confezione e di evitare l’auto-prescrizione.

Se si stanno assumendo altri integratori o farmaci, è sempre buona regola consultare il proprio medico prima di assumere l’Equiseto.  Le persone con carenza di vitamina B o gli alcolisti (che di solito sono carenti di tiamina) dovrebbero evitare l’Equiseto perché contiene un enzima, la tiaminasi, che con l’uso a lungo termine distrugge la tiamina di cui già sono carenti.

Attenzione: non assumere integratori di Equiseto, se si utilizza qualsiasi tipo di cerotti alla nicotina, o si stanno assumendo diuretici o farmaci lassativi.

Le donne in gravidanza, le madri che allattano e i bambini non devono assumere l’Equiseto.  Il consumo di integratori di Equiseto deve essere interrotto per una settimana dopo un mese di assunzione regolare e va poi proseguita per un altro mese.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.