Enotera: i benefici dei fiori della luna

enotera fiori, olio di enotera

Descrizione ed origine dell’ Enotera

Si tratta di una pianta erbacea biennale (nome originale Oenothera biennis L. della famiglia delle Onagracee, è conosciuta anche sotto i nomi comuni di enagra, rapunzia o bella di notte) che presenta il primo anno foglie in rosetta basale e il secondo anno uno stelo florale che può raggiungere 1,5 mt. I fiori ampi e tubulari di colore giallo si aprono di sera e sono impollinati dalle falene. Ha numerosissimi semi che si formano in capsule oblunghe. E’ originaria del Nord America.

Preziosa per la sua azione antinfiammatoria

In erboristeria e negli integratori viene usata soprattutto per le sue proprietà nella prevenzione e nel trattamento di molte problematiche infiammatorie, anche di natura allergica. I suoi principi attivi, presenti soprattutto nei semi sono acido linoleico (60-80%), gammalinoleico (8-14%), oleico, palmitico e stearico, mentre nelle parti aeree troviamo soprattutto flavonoidi tannini e mucillagini.

Acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6

L’enotera, assieme alla Borragine, ai semi di Ribes nero è tra le piante più note per la ricchezza di acidi grassi essenziali. Sono definiti “essenziali” poiché il nostro organismo non è in grado di produrli ed è quindi necessario introdurli nell’organismo attraverso l’alimentazione o tramite integratori. Questi grassi una volta ingeriti vengono assorbiti nell’intestino e attraverso la circolazione distribuiti in tutte le cellule; entrano letteralmente a far parte delle nostre pareti cellulari e ne modificano in meglio la struttura, per questo la loro attività è così ampia ed importante per l’organismo. Gli acidi grassi polinsaturi sono importanti precursori di molte sostanze che agiscono come modulatori delle funzioni biologiche quali prostaglandine, leucotrieni, ecc.

Annuncio pubblicitario

Ti può interessare anche: “Acidi Grassi Essenziali: l’importanza degli Omega 3 e Omega 6 e dove trovarli”

Usi e indicazioni

L’olio estratto dai semi di Enotera viene usato con ottimi risultati nelle problematiche del ciclo mestruale, quali sindrome premestruale, mestruazioni dolorose, irritabilità, acne; data la sua proprietà antinfiammatoria è particolarmente utile per sostenere la funzionalità articolare, quindi indicato come integratore per dolori articolari e anche artrite reumatoide, molto utile anche per alcuni tipi di eczemi, dermatite atopica e psoriasi.

Il consiglio- quando ci sono problematiche come queste – per ottimizzare l’efficacia degli integratori è fondamentale seguire anche alcune regole alimentari (vedi nostro articolo sulla dieta antinfiammatoria). Pare che l’acido gammalinoleico contenuto sia in grado anche di contenere i danni al fegato derivanti da abuso di alcool. Nelle parti aeree, i bellissimi fiori gialli, c’è una grande ricchezza di mucillagini, che similmente a quelli della malva vengono utilizzati come rimedio per la tosse, svolgendo azione lenitiva e per stimolare la digestione (in quest’ultimo caso meglio assumere la tintura madre).

Pianta amica della bellezza

Si è visto che è molto utile per eczemi, acne, dermatiti ma i benefici per la pelle si esplicano anche fuori da problematiche evidenti. L’olio di enotera può essere usato per prevenire e combattere l’invecchiamento cutaneo, come emolliente per pelli secche e screpolate, insomma con una funzione assolutamente benefica per il trofismo e la funzionalità della pelle (infatti viene utilizzato anche nei cosmetici naturali). L’effetto migliore si ottiene assumendo l’olio in perle per via orale contemporaneamente ad applicazioni dell’olio sulla pelle la sera prima di dormire (si può potenziarne l’effetto aggiungendo una o due gocce di olio essenziale di finocchio o di mirra – per pelli mature – o olio essenziale di mandarino o arancio amaro)

Precauzioni: controindicata in caso di epilessia, inoltre può avere interazioni con fenotiazine.

I fiori della luna

Sono stati definiti così i suoi fiori poiché si aprono al crepuscolo, molto rapidamente e si richiudono alla luna, spargendo un delicato ma penetrante profumo e sembrano quasi illuminare il buio con il loro colore giallo che presenta sfumature quasi fosforescenti. Con l’avanzare della stagione i fiori rimangono aperti anche di giorno.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.