Emozioni e stati d’animo dissonanti: come ritrovare l’armonia perduta

emozioni e stati d'animo dissonanti, donna pensierosa

Emozioni e stati d’animo dissonanti ci allontanano da noi stessi e dalla nostra anima. Sono diversi da emozioni e stati d’animo come la tristezza, la nostalgia, l’allegria o la paura perché arrivano dall’esterno aggiungendosi alle nostre rendendole così dissonanti.

Come spiegato nell’articolo “Tu chiamale se vuoi emozioni…”, le emozioni sono vibrazioni che fanno dialogare la nostra mente e il corpo. Attingo dal mondo esterno eventi, immagini, informazioni e ci permettono di sentire, percepire la nostra reazione, la collegano al nostro vissuto aiutandoci a leggere la realtà che ci circonda.

Le emozioni dissonanti

Accade a volte che la vibrazione delle altre persone entri in dissonanza con la nostra.

Immagina di essere nella tua “giornata triste”, anche senza un motivo apparente. A metà giornata ti accorgi che la tristezza non se n’è andata ma è stata velata da un altro stato d’animo negativo inspiegabile e fatidioso…ti è mai successo?

Avverti una disarmonia ma non riesci a dargli un nome. Tenendo conto che già facciamo fatica ad accogliere ed esprimere le nostre emozioni, l’aggiunta di qualcosa di sconosciuto di certo non aiuta.

L’importanza dell’ascolto di sé

Cosa è accaduto veramente? Sei entrato in contatto con qualcuno che ti ha trasmesso la sua vibrazione disarmonica, portandoti ad appesantire i pensieri o a renderli caotici. Ricordandoci che i pensieri e le parole creano la nostra realtà meglio conoscere questo processo. Cosa fare?

  • Ricontattare la propria emozione e farsi guidare dal corpo
  • Proteggere la propria sfera personale
  • Ritrovare la propria verità

Ricontattare la propria emozione e farsi guidare dal corpo

Conoscere, vivere ed esprimere emozioni e stati d’animo è di fondamentale importanza per il nostro benessere.

Sia le emozioni negative che quelle positive: siamo fatti anche di energia e vibrazione e quando questa energia, vibrazione viene bloccata influenza il nostro modo di pensare e lo stato di salute del nostro corpo. Se ci accorgiamo di vivere un’emozione dissonante possiamo ricontattare il nostro sentire più profondo, avvertire cosa accade nel corpo che sempre ci guida e riconoscere ciò che non ci appartiene.

Proteggere la nostra sfera personale

Emozioni e stati d’animo dissonanti sono più facilmente vissute da chi ha deboli confini personali, dalle persone empatiche o che si definiscono “un libro aperto” e che si aprono alla vita e alla relazione con l’altro senza protezione alcuna.

Se lasci la porta di casa sempre aperta devi essere consapevole che chiunque può entrare. Così è anche per emozioni e stati d’animo non in armonia con te.

Come ho scritto nell’articolo sui confini personali, è importante proteggere il nostro spazio intimo.

Ritrovare la propria verità

Quando permettiamo ad un’emozione non nostra di entrare ci allontaniamo da noi stessi e dalla nostra verità. Permettiamo a qualcosa di esterno di distrarci da noi. Ricontattare i nostri valori e ciò in cui crediamo è un passo importante.

La fragilità e la forza dell’anima

La nostra anima, essenza più pura è sempre poco ascoltata e presa in considerazione, diventando così fragile rispetto alle vibrazioni esterne disarmoniche. Per darle forza basta ascoltarla, darle il giusto spazio nella nostra quotidianità. La sua voce può così evitare di farci vivere emozioni e stati d’animo dissonanti.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.