Elefante, ovvero la percezione della realtà: una storia zen

0
395
elefante, panorama

Elefante: a cosa assomiglia? Vi proponiamo una illuminante storia Zen.

Elefante: a cosa è simile?

Un giorno un re radunò un certo numero di ciechi che non avevano mai fatto esperienza di un elefante e volle vedere cosa ne dicevano.

Uno toccando una gamba disse: “L’elefante è simile a un albero”. Un altro toccando una zanna disse: “L’elefante è simile a un bastone”. Uno toccando la proboscide disse: “L’elefante è simile a un serpente”. Il successivo toccando il ventre disse: “L’elefante è simile a un muro”. Uno toccandogli la coda disse: “L’elefante è simile a una corda”.

Annuncio pubblicitario

E si misero tutti a discutere gli uni contro gli altri, ciascuno convinto della propria opinione.

Il re li osservava divertito e disse:

E’ indiscusso che l’elefante è simile solo all’elefante. Ma costoro per colpa delle loro errate percezioni non abbandonano i loro errori.

Storia Zen

Ognuno è un piccolo mondo

Questa breve storia zen con la sua semplicità e saggezza ci invita a riflettere sui conflitti del mondo grandi e piccoli.

Ognuno di noi è diverso e unico. La nostra percezione della realtà si basa sul luogo di origine, sull’educazione, sulle esperienze e sulla nostra essenza, la nostra natura. Talvolta però rimaniamo chiusi in ciò che siamo senza aprirci a ciò che è diverso da noi, al nuovo allo sconosciuto ed emettiamo giudizi senza conoscere.

Aprire la mente

Molto spesso camminiamo con i paraocchi e ci facciamo influenzare da ciò e chi ci circonda. Basta leggere messaggi e commenti sui social: quante volte ci capita di leggere parole a sproposito?

Quante volte l’istinto ci fa pensare solo ad un solo risultato? Quante volte il pensiero si fissa su delle convinzioni che chissà se ci appartengono davvero?

La realtà

Niente è come sembra… e a volte basta semplicemente fermarsi il giusto tempo a osservare la vita con attenzione e scorgere le cose per ciò che semplicemente sono. Togliere il superfluo: i pregiudizi e  i preconcetti per poter giungere alla vera essenza della vita in tutte le sue forme.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.