Dopamina: cos’è, a cosa serve, metodi naturali per alzare i livelli

dopamina, ormone della felicità. ormone del benessere, ormone dell'euforia, carenza di dopamina,

La dopamina è un ormone, una molecola organica appartenente alla famiglia delle catecolamine, che nell’encefalo degli esseri umani e degli animali ha il ruolo di neurotrasmettitore. Prodotta dal cervello e in parte dai surrenali appartiene allo stesso gruppo di ormoni cui appartengono l’adrenalina e la noradrenalina; la dopamina è il precursore di entrambe.

Dopamina ormone della felicità, del benessere, dell’euforia

Detta anche ormone dell’euforia, o anche ormone della felicità (insieme a endorfina, ossitocina e serotonina), la sua presenza è legata alla sfera del piacere e al meccanismo della ricompensa. Tutto ciò che dà piacere, dalla musica, al sesso, al cibo, aumenta i livelli di dopamina.

Annuncio pubblicitario

La dopamina endogena, cioè prodotta naturalmente dal nostro organismo, non può essere aumentata per via orale, poiché questa molecola non oltrepassa la barriera emato-encefalica, che divide il sangue dal SNC (Sistema Nervoso Centrale).

Pertanto, per aumentarla, occorre eventualmente ricorrere al farmaco o assumere sostanze che mimino l’azione o ancora molecole che ne favoriscano la secrezione.

La comunità scientifica adottò il termine “dopamina” perché la molecola precursore da cui George Barger e James Ewens sintetizzarono la dopamina era il cosiddetto L-DOPA.

Funzioni della dopamina: cosa fa

Le funzioni della dopamina nel SNC sono qui di seguito riportate.

Controllo del movimento, infatti essa consente un corretto equilibrio dell’attività motoria. Bassi livelli di dopamina provocano il morbo di Parkinson, al contrario, un’eccesiva secrezione porta all’insorgenza di tic nervosi.

  • Sensazione di piacere: rilascia una sensazione di piacere, di benessere psicofisico, di profondo appagamento.
  • È un meccanismo di ricompensa: dà la giusta motivazione per conseguire gli obiettivi prefissati.
  • Inibisce la produzione di prolattina.
  • Influisce sull’attenzione: bassi livelli di dopamina sono associati a distrazione e incapacità a concentrarsi.
  • Memoria: stimola la cosiddetta “memoria di lavoro”, cioè quella parte della memoria a breve termine che ci consente di immagazzinare ed elaborare dati.
  • Apprendimento: alti livelli di dopamina favoriscono un’elevata capacità di apprendimento con stimolazione della memoria.
  • Sonno: Questo importante ormone regola il ritmo circadiano, favorendo l’alternarsi sonno-veglia.
  • Umore: come la serotonina, influisce sul tono dell’umore.

Dopamina in difetto: quali effetti?

Essendo fondamentale per garantire l’attività motoria, la motilità scheletrica e il controllo dei movimenti muscolari, una sua insufficienza può provocare gravi malattie quali:

  • morbo di Parkinson,
  • ADHD, ossia deficit di attenzione,
  • fibromialgia,
  • depressione,
  • sindrome delle gambe senza riposo,
  • sindrome della bocca urente,
  • dipendenza da sostanze psicotrope.

Dopamina in eccesso: quali effetti?

Livelli alti dell’ormone in oggetto portano a tic dovuti, appunto, al non controllo dei movimenti; si può arrivare alla schizofrenia e a comportamenti psicotici. Stati maniacali della sindrome bipolare possono essere provocati da un’irrefrenabile ricerca del piacere associata ad un alto tasso di dopamina. Cadono in questa fase tutti i freni inibitori e il soggetto sperimenta un’intensa attività sessuale e una irrefrenabile compulsione allo shopping.

Farmaci per alzare i livelli di dopamina

Levodopa: è un amminoacido intermedio in grado di sintetizzare la dopamina. Coadiuvante nelle terapie antidepressive, somministrato insieme al carbidopa, per evitare che la sintesi di dopamina avvenga nel sistema cardiocircolatorio producendo nausea e vomito.

Una curiosità: in casi molto gravi come interventi a cuore aperto, infarti, scompensi renali o cardiaci cronici, traumi e setticemia, si somministra la dopamina via flebo.

Dopamina e alimentazione

Il cibo può incrementare la dopamina solo indirettamente, perché se fosse introdotta dal cibo rimarrebbe a livello del flusso ematico provocando nausea e vomito, ma senza raggiungere il SNC. Il cibo può stimolare indirettamente la produzione di questa sostanza incrementando i suoi precursori così da promuoverne la sintesi a livello del SNC.

Gli alimenti migliori sono

  • germe di grano,
  • legumi,
  • carne,
  • uova,
  • pesce,
  • frutta secca,
  • banane,
  • avocado,
  • semi oleosi,
  • latticini,
  • cacao,
  • curcuma.

Altri metodi naturali per stimolare la dopamina

  • Attività fisica,
  • musica,
  • attività sessuale,
  • il raggiungimento degli obiettivi,
  • meditazione e yoga,
  • amicizia,
  • ridere!

Esaminiamoli più in dettaglio:

Attività fisica

Una camminata quotidiana di 30-40 minuti è sufficiente per favorire benessere.

Musica

La soddisfazione che procura ascoltare musica è paragonabile agli effetti di una buona mangiata o de sesso

Attività sessuale

Il sesso è legato al piacere e pertanto un’attività sessuale appagante favorisce il rilascio di dopamina da parte del cervello

Raggiungimento obiettivi

La dopamina predice una ricompensa, dà la giusta motivazione per affrontare le sfide quotidiane. Il raggiungere semplici e piccoli obiettivi accresce la gratificazione e i livelli di dopamina

Meditazione e yoga

Queste tecniche rilassano corpo e mente perché tolgono lo stress. Lo yoga in particolare, favorisce più afflusso di sangue al cervello e aumenta la circolazione di glucosio

Amicizia

Quella vera è un toccasana per mente e spirito, oltre che per il corpo. È un antistress naturale che aiuta a rilassarsi e ad affrontare meglio le proprie paure

Ridere

Allenta le tensioni e produce sensazioni di benessere e piacere.

Dopamina e droghe

Le sostanze stupefacenti aumentano i livelli di questo ormone, ma creano dipendenza in coloro che hanno un basso livello di dopamina endogeno e che pertanto sono inclini a ricercare il piacere attraverso l’assunzione di sostanze pericolose.

Cocaina ed ecstasy, ad esempio,  impediscono il normale riassorbimento della dopamina e ne aumentano il livello in circolo nel sistema nervoso.

Dopamina l'Ormone del Buddha
Giancarlo Rosati
Dopamina l’Ormone del Buddha
Dharma, Karma e Scienza per vivere felici
Milesi Edizioni
macrolibrarsi
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Articolo precedenteCLA: acido linoleico coniugato, per lo sportivo e per stare in forma
Articolo successivoLa vera cura sei tu: dentro di te è racchiusa la chiave del tuo benessere
Dr.ssa Federica Zanca
Laureata all’Università degli studi di Verona con una laurea magistrale in Pedagogia ad indirizzo filosofico-psicologico nel 1997. Vincitrice di concorso per la scuola dell’infanzia, primaria e per le scuola superiori è entrata di ruolo nel 1990 e ha insegnato con passione per 25 anni continuativi. Ad un certo punto della sua vita, a 39 anni per la precisione, decide di realizzare il suo sogno nel cassetto: diventare naturopata! Madre di 2 figli a quel tempo abbastanza autonomi anche se ancora bambini, si iscrive al triennio parauniversitario dell’Istituto Riza del Dott Morelli, diplomandosi a pieni voti nel 2012 e seguendo i master di specializzazione per i quali si sentiva portata, imparando così tecniche di terapie olistiche con le quali tutt’ora opera. Decide perciò di lasciare l’insegnamento per dedicarsi completamente ad un’altra professione completamente diversa anche se sempre di aiuto agli altri! Lavorare come Naturopata psicosomatico . Nel 2013 consegue il master di operatore del benessere con più di 1193 ore di corso. È stata in questi anni ed è tuttora assistente ai corsi del naturopata Luigi Dragonetti. Si interessa di medicina ; infatti segue i corsi del Dott Penzo sulla medicina del dottt. Hammer. Segue corsi di Igor Sibaldi su tematiche diverse che vanno dall’analisi della personalità all’angelologia. Ha seguito corsi sull’ipnosi regressiva con Manuela Pompas e Brian Weiss. Partecipa a sedute di costellazioni familiari a Mantova tenute dal Dott Silvestri. Tiene serate informative su benessere salute alimentazione e su tematiche altre riguardanti l’aspetto psicologico della persona( autostima, come rielaborare i traumi del passato…) Ha la sua pagina fb Dottssa e Naturopata psicosomatico Federica Zanca dove è possibile vedere gli articoli che scrive e le attività da lei promosse.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.