Dolore: come contrastarlo con gli antidolorifici naturali

Dolore, rimedi naturali, antidolorifici naturali, artiglio del diavolo, mal di testa
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

Comprendere il linguaggio del dolore

Abbiamo già parlato  del dolore e del fatto che in naturopatia viene evidenziata l’importanza di leggere il disagio oltre il sintomo; quindi interpretare il dolore per aiutare il nostro corpo a cambiare nel modo giusto, e fare in modo che questo ‘grido di dolore’ si spenga.

La maggior parte dei dolori non rappresentano problemi profondi, ma sono solo i primi sintomi che il corpo esterna quando inizia un processo verso la malattia.

Se si interviene subito mettendosi in ascolto e chiedendosi che cosa rappresenta, quel dolore sarà più facile da eliminare.

A volte può essere sufficiente modificare la dieta e fare piccoli cambiamenti nel nostro stile di vita. Ma è importante considerare che più un problema è profondo e più tempo ci vuole per risolverlo.

Questo non vuol dire che non si debba cercare di attutire prima possibile i sintomi dolorosi, in attesa di risolvere il problema che sta alla base, che può richiedere un percorso più complesso e lungo.

Antidolorifici naturali

La medicina tradizionale offre gli antidolorifici, farmaci che però hanno molti effetti collaterali e spesso generano una sorta di assuefazione. Diventandone consumatori abituali molte persone necessitano di dosi sempre maggiori con effetti sempre più blandi sul dolore.

Per questo vi consiglio di provare antidolorifici naturali, provenienti da fitoterapia, omeopatia o floriterapia che, se usati con consapevolezza e nelle giuste dosi, non hanno effetti collaterali o iatrogeni.

Vediamone alcuni tra i più efficaci e validi.

Artiglio del diavolo  (Harpagophytum procumbens)

E’ una pianta erbacea strisciante originaria del deserto dove i popoli boscimani hanno imparato ad usarla da millenni come panacea, ma principalmente per le sue doti antidolorifiche e antinfiammatorie. Le sue proprietà sono state oggetto di studio di numerosi studi scientifici degli ultimi decenni.

Ha un ampio spettro di azione, antiflogistico, analgesico e spasmolitico, con azione simile agli antinfiammatori non steroidei, in grado di inibire la sintesi di prostaglandine (molecole infiammatorie) senza però presentarne gli effetti collaterali.

L’artiglio del diavolo è consigliato, sia in estratto che in pomate per applicazione locali, principalmente come antireumatico e per tutti i tipi di dolori articolari. Esprime le sue caratteristiche anche in sinergia con altri rimedi naturali, ed è efficace anche per i mal di testa.

Il fitocomplesso ricavato da questa pianta è molto più efficace dei suoi singoli principi attivi.

Partenio

Noto con questo nome, il Tanacetum partenium è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Composite, origina nel Sud Est europeo, viene utilizzato anche nella medicina tradizionale per trattare la febbre, dismenorrea, cefalea, dolori articolari.

Nella fitoterapia moderna è principalmente usato nella profilassi dell’emicrania. Secondo alcuni studi clinici la somministrazione quotidiana di Partenio determina una riduzione della Frequenza e della severità degli attacchi di emicrania. Altre recenti ricerche nel mondo anglosassone hanno evidenziato la notevole attività di questa pianta nei confronti delle emicranie, in particolar modo quelle definite vasomotorie.

Curcuma longa o Curcuma

Molto utilizzata in Ayurveda, è una pianta perenne con un grosso rizoma, che si utilizza anche come spezia e che vanta molteplici proprietà, oltre a quella di ridurre il dolore, in particolare dolore reumatico, osseo e cefalee, di solito si assume sotto forma di estratto secco in compresse. La sua azione positiva sul dolore è da attribuire alle sue proprietà antinfiammatorie. Puoi approfondire le proprietà della curcuma qui.

Curcuma Bio - 300 compresse
Antinfiammatorio naturale
Erbavoglio

Camomilla

Molto nota e usata per la preparazione di tisane rilassanti, in realtà è ottima in tintura madre contro tutti i tipi di dolori di origine spasmodica, quindi indicata per

  • colite spastica,
  • dismenorrea,
  • crampi allo stomaco,

ma anche per nevralgie ed eruzioni dentali.

Nella sua formulazione omeopatica, alla 15 ch, è ottima per i dolori per la dentizione dei bambini, coliche, sciatiche, dolori auricolari e dentali, anche Chamomille, fiore californiano, è molto utile soprattutto per il dolore dei lattanti, calma e tranquillizza.

Uncaria tormentosa

Questa pianta, originaria dell’Amazzonia, ha notevoli proprietà immunostimolanti e antinfiammatorie. E’efficace soprattutto per migliorare gli stati dolorosi cronici nelle artriti, reumatismi, artrosi.

Fiori di Bach e Omeopatia

La Floriterapia di Bach offre numerosi rimedi che possono avere l’effetto di lenire i dolori, due molto efficaci sono:

  • Impatiens, che viene usato per cefalee muscolo-tensive, dolori muscolari e crampi-formi, dolori cervicali e anche fibromialgie;
  • Elm, che può essere d’aiuto per i dolori intensi, quasi insopportabili. Questo fiore ha la capacità di aiutare ad innalzare la soglia di sopportazione del dolore fisico.

Secondo alcune teorie, questi rimedi funzionano meglio se in sinergia con i fiori tipologici cioè quelli che corrispondono alle caratteristiche della persona trattata.

Anche in Omeopatia ci sono numerosi rimedi per tutti i tipi di dolore. Quello più conosciuto e più diffuso è l’Arnica montana, usata soprattutto per i dolori derivanti da traumi fisici, per affaticamenti muscolari, influenze con sensazioni dolorose di contusione, prima e dopo interventi chirurgici, per velocizzare cicatrizzazioni e ridurre edemi.

Trattamenti olistici

Anche trattamenti naturali e i massaggi hanno effetto anti-tensione che può portare di conseguenza la remissione del dolore; tra i più efficaci segnaliamo la Riflessologia plantare, la Digitopressione e la Tecnica craniosacrale, che più di ogni altra tecnica vengono personalizzate e mirate sulle problematiche e sulle caratteristiche della persona trattata.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.
Annunci pubblicitari e articoli
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis
ebook gratis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.