Dieta liquida di 3 giorni per stare bene: come e perché

dieta liquida, bere succhi. solo liquidi, dimagrire

Cosa è la dieta liquida

Consiste nel non ingerire cibi solidi, quindi frullati, centrifugati, passati di verdure, succhi e spremute di frutta, ecc. Normalmente si abbina la dieta liquida all’idea di semi-digiuno e di dimagrimento. In questo articolo ve ne parlo in un’ottica più ampia, pratica e accessibile a tutti.

Ricordo che i veri e propri regimi di semi-digiuno devono essere praticati sotto la supervisione di un medico nutrizionista. Sappiate anche che non devono mai essere prolungati, per evitare il rischio di incorrere in carenze di elementi nutrizionali importanti.

Dieta liquida: benefici immediati

Annuncio pubblicitario

I benefici di qualche giorno di dieta liquida sono tanti. Vediamo i più comuni:

disintossica,

  • drena i liquidi in eccesso,
  • è anti-cellulite, in quanto si assumono molti liquidi e si aiuta la circolazione contrastando la ritenzione idrica.
  • migliora la luminosità della pelle grazie alle vitamine contenute in frutta e verdura e all’effetto detossinante;
  • contrasta la pancia gonfia e le difficoltà digestive, facilitando il lavoro di stomaco e intestino (ovviamente molto dipende dagli alimenti centrifugati, frullati o passati, scelti in questi 3 giorni).

Contrasta lo stress

Inoltre, una idratazione ottimale, che si ottiene in questo tipo di dieta, è utile per combattere lo stress. Nei momenti di stress, infatti, l’organismo si disidrata con più facilità. In alcuni casi si sono avuti miglioramenti su dolori diffusi. In genere c’è anche un buon effetto basificante (alcalinizzante) e si elimina quindi molta acidità dall’organismo.

La dieta liquida fa dimagrire?

Poiché questa dieta viene spesso proposta e considerata, erroneamente, come una facile e rapida soluzione per chi deve perdere peso, è importante fare molta attenzione su questo punto.

Dimagrire con i liquidi

Probabilmente con 3 giorni di dieta liquida si vedrà una perdita di peso sulla bilancia fino 2-3 kg. E’ importante però sapere che si tratta in larga parte di liquidi e che i kg perduti vengono ripresi facilmente se si riprende un’alimentazione disordinata e ricca di eccessi.

Utile per disintossicare l’organismo

Pertanto, è un’ottima base per iniziare una disintossicazione che preluda poi ad una dieta più equilibrata. A questo proposito, preferisco usare la parola alimentazione poiché la parola dieta evoca spesso privazioni e fa sorgere più facilmente l’impulso di trasgressione e i sensi di colpa.

Solo questo tipo di alimentazione può garantire un dimagrimento e un mantenimento del peso ottimali senza mettere a rischio la salute.

La dieta liquida per 3 giorni può comunque anche fornire una motivazione per andare avanti in un cambio salutistico della propria alimentazione, dal momento che molte persone sperimentano in questo breve periodo anche una sensazione di benessere e di fiducia nella propria capacità di alimentarsi bene.

Quando fare la dieta liquida

Ottima ai cambi di stagione, soprattutto nel passaggio dai mesi invernali alla primavera. Tuttavia, può essere replicata anche in altri cambi di stagione, avendo cura di introdurre più passati caldi nei periodi freddi (seguendo dunque i ritmi e i prodotti che la natura offre).

Meglio farla nei week end

Altro consiglio: meglio farla nel weekend in cui si può abbinare il riposo per potenziare l’effetto disintossicante.

Facendo questa scelta, si ha il tempo necessario per prendersi cura della propria alimentazione e godersi questo momento come una ‘coccola’ per sé stessi, piuttosto che vivere l’alimentazione come un’incombenza in più che va a riempire ulteriormente giornate fin troppo piene.

Ideale dopo gli eccessi alimentari

E’ consigliata anche dopo un periodo di eccessi alimentari, dopo festività o vacanze che ci hanno lasciato sensazioni di gonfiore, lievi difficoltà digestive, in quanto facilita il lavoro dell’apparato gastrointestinale.

Due proposte di dieta liquida

Anche se si tratta di soli 3 giorni ci sono modalità diverse,

  • una più drastica a base solo di frutta e verdura,
  • un’altra ‘integrata’ con (almeno in un pasto) patate e legumi decorticati, semi oleosi e olio extravergine di oliva, aceto di mele.

Da evitare sempre in questi 3 giorni, pur trattandosi di liquidi:

  • caffè (e altre bevande contenenti caffeina),
  • bevande gassate e zuccherate,
  • alcoolici.

Per gli ingredienti dei frullati, centrifughe e passati il suggerimento è di attingere a quello che la Natura propone ad ogni stagione.  

Come fare la dieta liquida: qualche idea pratica

Ci si può divertire a combinare i sapori in maniera da ottenere anche dei frullati e passati che siano buoni e graditi al palato, oltre che sani!

Succo arancione

Un mix centrifugato con Carota, arancia e ananas è ottimo per sgonfiare, fornire vitamina C e A, e disintossicare.

Frullato verde

Un frullato verde a base di Kiwi, foglioline di spinaci e mela per un frullato drenante, pieno di minerali e clorofilla e che favorisce un buon funzionamento intestinale;

Succo di finocchio e pompelmo

Ottimo anche il succo estratto di finocchio, sedano e pompelmo, dalle proprietà purificanti, antiossidanti e remineralizzanti.

Frullato rosso

Ancora, un frullato rosso con barbabietola, banana e limone, colorato e appagante.

Ci si può sbizzarrire anche nel combinare le verdure di stagione cotte per un passato di verdura corroborante, se si sente il bisogno di qualcosa di caldo, arricchite da spezie e erbe aromatiche.

Due ingredienti speciali, sia per centrifughe, che nei frullati e passati, sono:

  • la curcuma,
  • lo zenzero,

[vedi gli articoli correlati presenti in questo sito] con proprietà antinfiammatorie, benefiche per l’apparato digerente, toniche e stimolanti.

Ai frullati si possono aggiungere anche dei cosiddetti superfood quali:

  • bacche di Goji,
  • açai,
  • alga spirulina,

tanto per citarne alcuni oppure i meno esotici ma altrettanto benefici mirtilli e melagrana.

150 Estratti e Succhi di Frutta e Verdura
Giuseppe Cocca, Elisa Averna
150 Estratti e Succhi di Frutta e Verdura
Con l’utilizzo terapeutico spiegato dal medico
My Life Edizioni

Cosa fare dopo i 3 giorni di dieta liquida

Meglio ritornare ad un’alimentazione completa gradualmente, escludendo nei primi 3 giorni cibi troppo cotti ed elaborati, che vanificherebbero i benefici ottenuti.

Dieta liquida: un errore da non fare

E’ importante non cadere nell’errore di voler proseguire più a lungo una dieta depurante come questa (magari incoraggiati dalla sensazione di benessere ottenuta nei 3 giorni) perché nel lungo termine potrebbe dare problemi essendo carente di molti elementi nutritivi necessari all’organismo.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.