Come curare i capelli con gli ingredienti della cucina

cura capelli, frutta

Per capelli secchi e rovinati

La natura ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno, anche per prenderci cura di noi e dei nostri capelli. È importante imparare quali siano i prodotti naturali che possiamo facilmente reperire in casa nostra quando abbiamo voglia di prenderci cura di noi stessi e farci qualche coccola in modo naturale e a costo (quasi) zero.

In questo articolo prenderemo in esame prodotti alimentari di vario genere. Come sempre, è necessario fare attenzione alla qualità dei prodotti, alla loro integrità e alla loro provenienza: un prodotto di bassa qualità o non integro potrebbe dare risultati inferiori rispetto a quelli aspettati.

Gli ingredienti che prenderemo in esame hanno caratteristiche idratanti e nutrienti, ideali per chi ha capelli secchi, sciupati, crespi, e maltrattati da tinte e prodotti aggressivi.

5 frutti da tenere sempre a portata di mano

Tutte le proprietà nutritive e rimineralizzanti dei frutti sono tanto utili al nostro organismo quando le assumiamo attraverso l’alimentazione, quanto quando li utilizziamo dall’esterno, facendoli diventare gli ingredienti di impacchi e maschere.
Banana
Questo frutto grazie alla sua ricchezza di vitamine e minerali, ha proprietà rigeneranti e altamente nutrienti, dona lucentezza e morbidezza.
Mela
Ha proprietà idratanti e nutrienti, è l’ideale per i capelli secchi, che non hanno bisogno di essere solo nutriti ma anche reidratati.
Avocado
È molto ricco, nutre in profondità i capelli, li rende corposi e dona loro nuova vita. Oltre ad essere nutriente ha anche proprietà idratanti.
Papaya
Nutre i capelli e li rende morbidi e lucidi.
Limone
Ottimo per pulire e riequilibrare la cute se irritata o se presenta forfora, inoltre ha proprietà lucidanti e leggermente schiarenti.
Tutti questi frutti costituiscono un’ottima base per le maschere e gli impacchi sia grazie alle loro proprietà sia grazie alla loro consistenza. Naturalmente possono essere utilizzati anche da soli, ma per esigenze di consistenza e compattezza degli impacchi è preferibile aggiungere altri alimenti (tra quelli indicati di seguito) in base alle nostre esigenze.
È importante che i frutti siano maturi per garantire una consistenza ottimale e l’integrità di tutte le loro proprietà; una volta privati della buccia e di eventuali semi o torsoli, si proceda a frullarli o schiacciarli fino ad ottenere una crema omogenea.

5 cibi dalle proprietà sorprendenti

Dopo aver preparato la base dell’impacco con il frutto prescelto, si può procedere all’aggiunta di uno o più di questi cibi, che miglioreranno la consistenza della crema e la arricchiranno di profumo e proprietà nutrienti.
Yogurt e Latte 
Sono molto nutrienti, ma è meglio evitarli se si tende a soffrire di forfora.
Miele
È nutriente e disciplinante, dona morbidezza.
Cacao
Ha proprietà nutrienti e aiuta a fortificare il capello.
Uovo (tuorlo) 
Serve a donare volume e a nutrire profondamente i capelli.
Birra
Usata negli impacchi aiuta a disciplinare, donare volume e nutrire i capelli soprattutto se ricci. Applicata sui capelli umidi esposti al sole ha anche un effetto schiarente.

FAQ, domande frequenti

Quanto spesso devo applicare questi impacchi?

In caso di capelli molto rovinati è consigliabile applicare questi impacchi due volte alla settimana, e successivamente calare a una volta alla settimana, e poi una volta ogni due settimane

In che momento del lavaggio devo applicare questi impacchi? Come si tolgono?

Di solito è preferibile applicarli prima dello shampoo, ma per chi ritiene che lo shampoo potrebbe ridurre l’effetto nutriente dell’impacco e dato che non contengono olii di alcun tipo, si possono applicare anche sui capelli umidi tra l’applicazione dello shampoo e del balsamo, e risciacquare con abbondante acqua massaggiando accuratamente.

Per quanto tempo devo tenere in posa l’impacco?

Almeno per 20 minuti, in caso di capelli molto rovinati da mezz’ora a un’ora di posa.

Che procedimento devo seguire per un’applicazione corretta?

Quando l’impacco ha un aspetto omogeneo e cremoso si procede (con un paio di guanti) all’applicazione sui capelli dalle radici alle punte. Si raccolgono con una molletta e si copre la testa con la pellicola per alimenti. Se si desidera aumentare il calore, oltre alla pellicola per alimenti si può aggiungere sopra alla pellicola anche della carta stagnola, ma è sconsigliato per chi ha la cute irritabile e sensibile.

Quantità e preparazione

Esempi di quantità per capelli di media lunghezza (fino alle spalle)


Banana
: una intera
Mela: mezza o una intera
Avocado: mezzo
Papaya: mezza
Limone: utilizzare il succo di mezzo limone
Yogurt: mezzo vasetto di yogurt bianco
Latte: quanto basta per ammorbidire la consistenza della crema (mezza tazzina da caffè)
Miele: un cucchiaino (qualsiasi tipo di miele)
Cacao: un cucchiaino
Uovo: separare bene il tuorlo dall’albume e usare il tuorlo (la parte rossa)
Birra: mezza tazzina da caffè

Come preparare un impacco

1. Sbucciare una mela e togliere torsolo e semi, grattugiarla e rimescolarla fino a raggiungere una consistenza omogenea. Aggiungere mezzo vasetto di yogurt bianco e un cucchiaino di miele. Rimescolare tutto fino al raggiungimento di una crema omogenea e senza grumi. Applicare su tutta la lunghezza dei capelli e procedere come indicato precedentemente.

2. Sbucciare un avocado e dividerlo a metà, usarne una metà, pulirla dai semi e schiacciarlo con l’aiuto di una forchetta o frullarlo. Aggiungere mezza tazzina di birra per ammorbidirlo ulteriormente, e mentre rimescolate aggiungete un cucchiaino di miele e uno di cacao. Applicare su tutta la lunghezza dei capelli e procedere come indicato precedentemente.

Questi sono da intendersi come esempi, ogni persona può sentirsi libera di scegliere gli ingredienti che preferisce in base alle proprietà degli alimenti, e in base ai propri gusti. Facendo delle prove potrete capire quali siano gli ingredienti che nutrono e idratano meglio i vostri capelli.

È estremamente importante fare attenzione in caso di eventuali allergie ad uno o più di questi alimenti. Se si presentano allergie non devono essere utilizzati, e bisogna evitare di utilizzarli anche se non si è del tutto sicuri.
In caso di dermatiti o problemi cutanei è preferibile consultare il proprio medico.
In caso di donne in stato interessante è preferibile consultare sempre un medico prima dell’utilizzo di questi rimedi.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.