Cuore e amore: possibilità di gioia e dolore

cuore e amore, cuore, batticuore, elettrocardiogramma

Cuore e amore sono due parole spesso in relazione tra loro. Siete d’accordo?

Il cuore non è forse l’organo a cui forse tutti saprebbero associare un sentimento: l’amore!

In molte culture quest’organo, simbolo stesso della nostra esistenza, è associato al sentimento principe, quello che muove l’esistenza, che è punto di partenza e di arrivo di ogni percorso sensato, che cerchiamo continuamente, insistentemente, disperatamente, più o meno consapevolmente. Cuore e amore stanno insieme, quasi a formare un collegamento simbiotico, riconosciuto da tutti.

Cuore e amore: la gioia che fa battere il cuore

Del resto, sono diversi i sintomi che ci fanno pensare questo. Gli altri organi, quando siamo felici, si accontentano di svolgere al meglio le loro funzioni. Il cuore no.  Accelera, scatta, a volte sembra correre, ad alcuni sembra incontenibile. Manifesta in modo evidente la gioia e la felicità.

Amerò in modo che il mio cuore mi farà tanto male che male che come il sole all’improvviso scoppierà… scoppierà.

cantava una bella canzone, unendo con genialità il cuore alla nostra stella vitale.

I sentimenti dolorosi

Allo stesso modo il cuore viene associato ai sentimenti di dolore collegati all’amore. Quei sentimenti e quelle emozioni che sono il rovescio della medaglia di gioia e amore. La paura anzitutto. Non quella ancestrale, paralizzante che si manifesta nei reni.

Piuttosto quella di non essere amati. Chi è quel pazzo che può vantarsi di non aver bisogno di amore? Per alcuni è importante come l’aria che respiriamo. Di più: siamo amore e cerchiamo amore, continuamente, per tutta la vita e poi ancora. E ancora. Forse perché quella è la condizione ideale di quel che siamo e la follia quotidiana finisce per farcelo dimenticare.
Certo, ci sono persone che sentono più forte quest’esigenza e chiedono, implorano, barattano amore con chiunque, a volte trovando gioia, altre purtroppo dolore .
Ma sempre con emozioni che si manifestano dalle parti del cuore.

Amore assoluto, abbandono

Altri, forse nell’inseguire l’amore assoluto, si perdono, si annullano a poco a poco nell’altro. Per arrivare poi ad un blocco, ad un’incapacità di ascoltare se stessi e il proprio cuore. Proprio quello a cui si voleva dare sollievo.
 Una paura che interessa assai il cuore è quella che proviamo quando ci sentiamo abbandonati. Può capitare allora che una persona senta questa paura senza apparenti motivi.

A ben cercare, però, è probabile che vengano a galla motivi ben impressi nell’inconscio della persona. Questa paura è collegata anche ad altri organi, i reni, l’intestino, i genitali, ma il cuore la fa propria e ne offre sintomi evidenti.

Gelosia insopportabile

Altra emozione che strapazza il cuore è la gelosia. Ce ne sono di diverse, una è quella della persona che ne soffre cronicamente, gelosa di tutti, amici, partner, figli.

O la persona che la alimenta mentalmente, non importa se poi sia giustificata o meno. E’ la persona che non sa gestire la sua gelosia, non la sopporta. Il cuore fa male e la mente a volte fa fare cose assurde per non sentire questo dolore. Ancora una volta cuore e amore sono indissolubilmente legati.

L’odio e la paura di morire

L’odio è un sentimento grave, fortunatamente non molto frequente. Molti però lo collegano all’amore, un modo di legarsi a qualcuno per cui l’amore non può esserci o non c’è più. Un sentimento di grande forza, capace di muovere, seppure in forma distruttiva, forse come l’amore. Se solo qualcuno trovasse il modo di trasformarlo… quanto ne gioverebbe il cuore!

Poi c’è la paura di morire. Non della morte, che è l’unica certezza che abbiamo, bensì del modo in cui si può morire. Il cuore a volte patisce molto un pensiero angosciante di morte, un’idea di morte dolorosa e ritenuta insopportabile.
Meglio allora non amare?

Nel mondo io non amerò tanto che poi il cuore non mi farà male…

concludeva quella bella canzone. Ma è chiaramente una provocazione.

Molto meglio imparare a conoscere se stessi, ad amarsi ed amare gli altri al meglio che si può. Può sembrare un compito impegnativo ma il cuore ne avrà grande beneficio.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.