Cumino: spezia digestiva e antiossidante

0
3672
cumino, semi

Origini e medicina popolare

Nasce in Siria il Cumino (Cuminum cyminum), la spezia dal sapore leggermente piccante e molto particolare. Come il coriandolo appartiene alla famiglia delle Apiacee ed è ingrediente del Curry. Se ne utilizzano i frutti dopo l’essiccazione sia interi che macinati e le foglie.

Questa spazia è apprezzata fin dall’antichità per le sue proprietà medicinali: nei paesi del Medio Oriente, in India ed in Nord Africa è sempre stato utilizzato per curare molti disturbi.

Cumino, le varietà

Vi sono diverse qualità di cumino:

  • romano o Cuminum cyminum
  • cumino carvi (Carum carvi)
  • nero (Nigella sativa)
  • Bunium persicum, diffuso solamente in alcuni paesi d’oriente tra cui India e Iran

il più utilizzato è il cumino romano, ma troviamo anche il cumino carvi detto anche cumino dei prati e quello nero maggiormente utilizzato in India.

Proprietà del cumino

I frutti, più comunemente chiamati semi, contengono vitamina A, C, E, K , vitamine del gruppo B, flavonoidi e tannini.  Sono ricchi di ferro e altri minerali tra cui magnesio, potassio, fosforo e calcio e olio essenziale.

La medicina ayurvedica utilizza i semi e le foglie per migliorare la digestione combattere il meteorismo e per gli stati infiammatori.

Semi

I semi di sono carminativi, digestivi, emmenagoghi. Combattono la formazione dei radicali liberi che concorrono all’invecchiamento cellulare, allo stress ossidativo, alla formazione delle malattie degenerative.

Contrastano il colesterolo cattivo, rinforzano il sistema immunitario, contrastano l’osteoporosi e favoriscono la depurazione dell’organismo.

Olio

I semi se masticati migliorano l’alito mentre l’olio che si estrae dai semi è utilizzato nei dentifrici, nei collutori, negli unguenti e nelle creme da massaggio poiché sono state riscontrate proprietà benefiche per la pelle.

Cumino in cucina, non solo nel Curry

Questa spezia, oltre che presente nel famoso Curry, può essere utilizzata per insaporire verdure, insalate, brodi, minestre e secondi piatti di pesce e carne.

Cumino in Polvere
Cumino in Polvere
Sonnentor

Voto medio su 9 recensioni: Da non perdere

macrolibrarsi

In ogni caso, dalle ricette di tutto il mondo possiamo prendere spunto per utilizzarla per aromatizzare pane, piadine o focacce oppure risotti, piatti a base di miglio o cous cous, ma anche in ricette  dolci come torte e biscotti.

Insomma se vi piace questo particolare sapore potete sperimentare il suo aroma nei vostri piatti preferiti.

Altri usi

La spezia è utilizzata anche sotto forma di tisane e nella preparazione di fitoterapici.

La spezia dell’amore

Nel Medioevo i semi di cumino erano portati addosso dagli sposi come simbolo di buon auspicio e in alcune tradizioni ancora oggi si danno da mangiare ai fidanzati per preservarne la fedeltà.

 

 

Cumino in Semi Interi
Cumino in Semi Interi
Sonnentor

Voto medio su 9 recensioni: Da non perdere

macrolibrarsi
© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.