Cosmetico naturale, come scegliere creme ed altri prodotti per la pelle

cosmetico naturale, cosmesi naturale, come scegliere un cosmetico naturale

Scegliere un cosmetico naturale non è facile, e richiede di conoscere alcuni concetti di base. Parliamo di creme, prodotti per il make up, stick per le labbra, ma anche di shampoo e bagnoschiuma.

La ricerca in campo cosmetico ha permesso di arrivare a standard qualitativi e di efficacia, un tempo impensabili in un prodotto cosmetico naturale.

Cosa si intende per cosmetico naturale?

La prima domanda a cui è utile rispondere, per capirci, è la seguente: cosa intendiamo per cosmetico naturale?

Annuncio pubblicitario

Più precisamente, possiamo definire un prodotto cosmetico naturale come una formulazione che preveda l’utilizzo di sostanze vegetali, assenza di siliconi, paraffina/vaselina e conservanti tipo parabeni.

Qualcuno favorevole ai prodotti dell’industria cosmetica potrebbe obiettare che le paraffine e le vaseline, essendo derivati del petrolio, appartengano al mondo del naturale. Questo è indubbio, ma a differenza degli oli vegetali, il loro impatto sull’ambiente, specie quello marino è dannoso, senza contare che sono poco dermoaffini, e che nel lungo periodo possono causare problemi alla pelle.

Sui parabeni è stato detto tanto, ma se dai cosmetici sono stati eliminati, li troviamo presenti in molti dentifrici e preparati farmacologici di uso comune che assumiamo per via orale, quindi il mio consiglio è quello di leggere sempre le etichette con attenzione.

I prodotti cosmetici naturali certificati, ottimi ma…fate attenzione

Il consumatore acquista sempre di più cosmetici certificati Natural 100% – Bio – Vegan. La motivazione di tale scelta è spesso dettata dalla convinzione che siano meno dannosi per la pelle (e conseguentemente meno inquinanti per l’ambiente).

In parte questo ha un suo fondamento di verità, agendo per affinità senza avere effetto occlusivo tipico delle paraffine. Non siamo al riparo dai rischi invece nel delicato panorama delle allergie.

Infatti, nell’ambito delle allergie, anche un cosmetico naturale, con alte concentrazioni delle sostanze funzionali, può sviluppare reazioni di sensibilizzazione cutanea. Per questo ci sono alcuni aspetti da valutare comunque con attenzione, anche se si è optato per l’acquisto di un prodotto naturale.

Dopo il termine Parfum

La legislazione cosmetica ha posto l’obbligo di indicare in etichetta Inci, le sostanze presenti nelle profumazioni a più alto rischio allergizzante, che potrete leggere dopo il termine Parfum.

Meglio pochi ingredienti

In termini di efficacia, sono preferibili quei prodotti con formulazioni fatte di pochi ingredienti alla massima concentrazione funzionale.

Come leggere l’etichetta e l’INCI

L’etichetta Inci dovrebbe aiutarci a capire quale cosmetico scegliere.

Leggendo gli ingredienti, possiamo valutare la loro origine naturale e quali siano quelli a più alta concentrazione presenti.

Sappiamo che in ordine decrescente sono indicate le varie sostanze funzionali, ma siamo anche a conoscenza che sotto l’1% queste possono essere scritte in ordine casuale.

Questo può essere causa di cosmetici che hanno varie, a volte troppe, sostanze in formulazione quasi tutte inferiori all’1% dove ti ritrovi in testa all’etichetta Inci gli ingredienti attivi rendendo difficile un confronto con prodotti ben più qualitativi.

Se costa poco, diffidate

Per orientarsi nella scelta di un cosmetico naturale deve valere la stessa regola con cui si acquista un buon olio extravergine d’oliva: guardare l’etichetta e non farsi attrarre da un prezzo troppo basso. Un prodotto di qualità, con ingredienti di qualità, potrebbe avere un costo superiore a prodotti analoghi. Non è detto il contrario: il prezzo alto non è garanzia di essere di fronte ad un buon prodotto.

Occhio anche al packaging

Importante, sotto l’aspetto etico e ambientale, preferire quelli con packaging con carta riciclata, inchiostro ecocompatibile, confezione in vetro.

Cosmesi naturale, molto più di semplici prodotti

Il naturale è una filosofia, anche in ambito cosmetico: il packaging, ad esempio,  è una componente del prodotto e deve essere coerente con il prodotto stesso e con la filosofia di produzione di un cosmetico naturale.

La cosmesi naturale, un po’ come il biologico, per potersi definire tale, deve essere sostenuta da una filosofia coerente e da un etica e da un amore per il benessere della persona e del pianeta.

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.