Cosa sono le occhiaie e come prendersene cura

occhi, occhiaie

L’eccessiva pigmentazione è una causa frequente della comparsa delle occhiaie e, a volte, correlata ad una melanocitosi cutanea: l’inestetismo si presenta come una leggera curvatura scura sotto l’occhio ed è ancora più evidente quando si presenta un gonfiore sotto la palpebra inferiore dell’occhio.

La melanocitosi cutanea è dovuta a molteplici cause, incluse le numerose lesioni benigne derivate dall’iperpigmentazione, caratterizzate dalla presenza di melanociti nel derma: talvolta queste lesioni sono presenti fin dalla nascita.

Stress, stanchezza, età

L’avanzare dell’età e la stanchezza persistente, rinforzate dallo stress determinano un blocco del circolo ematico nella regione infraorbitale, così la tipica colorazione blu-grigia delle occhiaie aumenta sotto gli occhi. Questo inestetismo nelle donne aumenta e si nota maggiormente durante il periodo mestruale.

Annuncio pubblicitario

Tra tutti gli effetti determinati dai naturali processi fisiologici dell’invecchiamento, le occhiaie affliggono un’ampia fetta di popolazione perché considerate un vero e proprio disguido di apparenza che rende l’aspetto della persona piuttosto triste e affaticato. Ovviamente con la pelle cadente e i depositi anomali di lipidi che appaiono in età avanzata, il tentativo di mascherare l’ombreggiatura diventa quasi un obbligo per coloro che vorrebbero apparire sempre meglio.

Più che un problema medico, infatti, le occhiaie sono una preoccupazione cosmetica piuttosto diffusa; molti soggetti che soffrono di questo inestetismo cercano dei trattamenti per eliminarlo, utilizzando la vasta gamma di prodotti cosmetici offerta dal mercato.

Non esistono studi particolarmente validi per la risoluzione effettiva di questo problema, anche perché le cause alla base sono appunto molteplici e dipendono da molti fattori.

Cause delle occhiaie

Assottigliamento della pelle

La pelle sotto gli occhi è sottile e delicata e con il passare degli anni si assottiglia sempre di più rendendo visibili i vasi sanguigni. Questo contribuisce a evidenziare le occhiaie. La situazione peggiora con l’eccessiva esposizione ai raggi solari.

Allergie

La presenza di occhiaie può essere considerata come presenza di allergia, soprattutto per coloro che sono sensibili alla polvere, ai pollini e alle graminacee. Possono essere anche correlate ad allergie alimentari ed aggravate da pruriti, bruciore agli occhi e bisogno di strofinarli.

Ritenzione idrica e disidratazione

La ritenzione potrebbe essere correlata a problemi cardiaci, tiroide, reni, fegato o all’assunzione di particolari farmaci. La disidratazione dipende. Ovviamente, dalla scarsa quantità di acqua assunta durante il giorno.

Genetica

Coloro che hanno carnagione più chiara sono predisposti più di altri e hanno occhiaie più evidenti.

Insonnia

Il dormire troppo poco e lo scarso riposo rendono il colorito più pallido e i capillari sotto agli occhi più evidenti.

Anemia

La carenza di ferro causa anemia e pertanto occorre indagare velocemente sulle cause per ristabilire l’equilibrio anche con l’assunzione di prodotti naturali.

Iperpigmentazione post-infiammatoria secondaria

Fenomeno causato da dermatite atopica e talvolta anche da allergia da contatto. Quando la dermatite persiste, in particolare, tende a cronicizzare e si osserva una riduzione dell’eritema; questo provoca una cute secca e con piccole ragadi.

Edema periorbitale

La regione suboculare si potrebbe paragonare ad una spugna che aiuta l’accumulo di liquido nei casi di edema locale sistemico. Il gonfiore sotto gli occhi diventa evidente soprattutto nelle donne di una certa età.

Depressione causata da lacrima a valle

Oltre che l’assottigliamento della pelle nella zona periorbitale vi è una perdita del grasso subcutaneo combinata con la discesa della palpebra. La lacrima di valle è una depressione centrata sopra il bordo inferiore dell’occhio: ovviamente questo fenomeno si evidenzia con il passare degli anni poiché il prolasso del grasso orbitale e la pelle sottile evidenziano di più l’occhiaia.

Oltre a queste principali cause ci sono altri fattori di rischio: stress psico-fisico, sbalzi termici, alimentazione scorretta e squilibrata, eccessivo consumo di alcool e fumo.

Rimedi naturali

Antiossidanti

Se le occhiaie sono causate da fragilità capillare sarebbe utile arricchire la propria alimentazione con cibi ricchi di antiossidanti come more, mirtilli, prezzemolo, cipolle, legumi e melagrana. Come bevanda è ottimo il tè verde o quello nero. Una loro eccessiva assunzione potrebbe, però, ridurre l’assorbimento di ferro da parte dell’organismo, pertanto occorre berne con moderazione.

Vitamina C

Arance e loro spremute, carote, kiwi, succo di limone, peperoni, fragole, pomodori e lattuga sono cibi ricchi di vitamina C.

Bustina di tè

Le bustine una volta fredde e ben strizzate si possono applicare sotto gli occhi così da attenuare il gonfiore e i segni causati dalla stanchezza, in modo da rendere le occhiaie meno evidenti. Tenere le bustine almeno per 15 minuti.

Succo e fettine di cetriolo

Applicare le fettine di cetriolo oppure il succo ottenuto per centrifuga con il quale si imbevono delle garze o dei dischetti di cotone sotto gli occhi, magari contemporaneamente ad una maschera per il viso.

Riposo

Cercare di riposare di più poiché, come ricorda l’Ayurveda, sarebbe buono addormentarsi non più tardi delle 23.00, dato che nelle prime ore notturne l’organismo si rigenera e ricarica di energia, scaricando le scorie e favorendo la rinascita cellulare.

Succo di pomodoro

Ottimo da mettere su una garza e applicare sulle occhiaie. Attenua gonfiori e migliora la tonicità della pelle in quel punto.

Té freddo verde o nero

Applicarlo sempre sulle occhiaie imbevendo garze o dischetti di cotone, possibilmente dopo essersi struccate (per le donne!)

Rilassamento

Fare esercizi di semplici rilassamento come una respirazione profonda.

Equilibrio alimentare

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese le occhiaie potrebbero indicare squilibrio energetico a livello renale. Sarebbe in questo caso opportuno assumere alcuni alimenti quali noci, pistacchi, lamponi, finocchi e semi di aneto, per riequilibrare il tutto.

Patate

Applicare sottili fettine di patate come un impacco sulle occhiaie per attenuare gonfiore e segni scuri dovuti a stanchezza.

Attenzione!

Prima di ricorrere a qualunque trattamento estetico è meglio e consigliabile consultare il medico per essere certi dell’assenza di cause serie e preoccupanti che sottostanno alle occhiaie.

 

 

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.