Corpo di giada, un Qi Gong per la flessibilità

0
270
qi gong, corpo di giada, qi gong del corpo di giada

Il Corpo di Giada è una pratica di Qi Gong che fa parte del Metodo del Dr. Liu Dong ed è un bellissimo lavoro sulla colonna vertebrale.

La colonna vertebrale è il pilastro di sostegno del corpo ed è percorsa dal meridiano straordinario Du Mai (Vaso Governatore); secondo la Medicina Tradizionale Cinese il Meridiano Du Mai governa tutta l’energia yang dell’individuo, cioè quell’energia che attiva, riscalda, fa vivere. Le funzioni di organi, visceri e tutta la rete dei meridiani dipendono da questa energia. Ecco il motivo per cui la medicina cinese dà molta importanza alla schiena e al suo benessere. Secondo il “Canone di Medicina Interna dell’Imperatore Giallo”, testo classico e fondamento delle teorie della medicina cinese, “un grande numero di malattie sono collegate alla schiena”.

La colonna vertebrale riveste un ruolo molto importante nella conservazione della salute. Il lavoro sulla colonna può migliorare il metabolismo dell’organismo; i movimenti di allungamento e stiramento favoriscono la circolazione di sangue ed energia, sciogliendo ristagni e contratture.

Annuncio pubblicitario

La nostra schiena è spesso messa a dura prova da posture scorrette, lavori pesanti, ore di forzata inattività seduti alla scrivania oppure in auto, o anche da una attività molto intensa in palestra che tende ad accorciare la muscolatura.

Giada, pietra di vita

La Giada è un minerale, una pietra dalla struttura fine e brillante. In Cina, e in generale in estremo oriente, la giada è sempre stata considerata simbolo di purezza e bellezza e un portafortuna. Da essa si ricavavano gli amuleti da portare al collo. Ma era nota anche per i suoi effetti benefici sui reni. Anche nella terapia con i cristalli la giada viene utilizzata a livello fisico per equilibrare l’attività renale; sembra inoltre svolgere una funzione stimolante sul sistema nervoso e sulle ghiandole surrenali, rendendo i riflessi particolarmente pronti.

Corpo di Giada: le tre regole fondamentali

Il Qi Gong del Corpo di Giada si basa su tre principi che sono la peculiarità di questo metodo.

Estensione, Arresto, Rilasciamento

L’estensione è seguita da un tempo di arresto e il successivo rilasciamento della colonna hanno lo scopo di migliorare la circolazione del sangue e dell’energia a livello del dorso. Vediamo questi passaggi nel dettaglio.

  • estensione: tutti i movimenti vengono fatti in allungamento, con lo scopo di stirare la colonna vertebrale
  • arresto: quando si raggiunge il proprio limite massimo di estensione ci si deve fermare un momento e mantenere la posizione di stiramento inspirando
  • rilasciamento: a questo punto rilasciare bruscamente la tensione espirando; si genera un effetto ad elastico. Questo rilasciamento improvviso stimola l’attività delle cellule e rende più efficaci gli scambi gassosi.

Esercitare la colonna è come tirare con l’arco: inizialmente bisogna tendere l’arco fino al limite massimo, ma è importante fermarsi un istante prima di scoccare la freccia; questo istante è il momento critico del tiro.

Gli Animali simbolo del Qi Gong del Corpo di Giada

Possiamo dividere la pratica in tre tappe la cui progressione è come un percorso per migliorare sia la mobilità e flessibilità della nostra schiena, ma per acquisire anche una buona consapevolezza delle nostre potenzialità e della capacità di “entrare” nel movimento e nello spirito dell’animale praticato.

Noi siamo la Tartaruga tranquilla che si allunga, la Gru che dispiega le sue grandi ali per prendere il volo, il Drago flessibile e invincibile.

Prima parte: avere un Cuore calmo e il Corpo leggero

L’esercizio inizia con una preparazione e una serie di movimenti per calmare il Cuore che è l’Imperatore e governa su tutte le attività vitali. A seguire, un “lavaggio di purificazione del corpo”, cioè una serie di flessioni e auto massaggi seguendo la direzione della circolazione energetica

Seconda Parte: riscaldare la colonna e tutto il corpo

Si lavora sui tre tratti della colonna usando il respiro e il movimento

  • Respirazione della Tartaruga e stiramento del tratto cervicale per sciogliere le contratture di collo e spalle
  • Respirazione della Gru per il tratto dorsale della colonna; spesso questa zona è rigida e contratta. Il volo della Gru e lo stiramento delle ali sbloccano il dorso e la zona tra le scapole
  • Respirazione del Drago: in un primo tempo si mobilizza tutta la zona lombo sacrale e il piccolo bacino poi, con la Danza del Drago, si imprimono alla colonna dei movimenti a spirale per renderla forte ed elastica al tempo stesso.

Terza parte: il Drago si scuote e il Vecchio Saggio si liscia la barba

Gli scuotimenti liberano il qi e sbloccano le articolazioni, mentre il saggio che si liscia la barba simboleggia la compiutezza e il senso di calma e armonia raggiunte con la pratica.

Risultato finale

La Calma della Tartaruga, la Leggerezza della Gru, la Forza del Drago e un Corpo Puro e Luminoso come la Giada.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.