Convulsioni febbrili nei bambini: come affrontarle

bambina, febbre, convulsioni febbrili

Le convulsioni febbrili non sono una cosa così preoccupante, infatti il primo consiglio è di rimanere calmi quindi voi genitori potete iniziare a usare il Rescue Remedy dei Fiori di Bach per essere più presenti.

Durante l’attacco di convulsioni febbrili quello che possiamo fare è adagiare il piccolo su una coperta, lontano da qualsiasi spigolo od oggetto, tenerlo fermo il più possibile senza fargli male, ed osservare attentamente respiro e circolazione.

Prima guardando il torace di profilo, se si alza e si abbassa ritmicamente, poi osservando il colore del volto: se è bluastro significa che fa molta fatica a respirare e che arriva poco ossigeno.

Annuncio pubblicitario

Una cosa utile sono le supposte antipiretiche, vendute anche con formulazione omeopatica, visto che è molto importante abbassare la febbre, inoltre le spugnature fredde possono essere utili sempre per questo motivo.

 

Il massaggio durante le convulsioni febbrili

Ora che la parte peggiore è superata, possiamo adagiarlo lentamente su un fianco, stargli vicino e massaggiarlo in questo modo:

-prendete la manina, apritela verso il palmo, e disegnate un cerchio in senso orario toccando tutti i punti del suo palmo, almeno una cinquantina di volte.

-il punto in mezzo alle sopracciglia va trovato con un polpastrello, che poi spinge all’interno e si muove circolarmente come se stesse impastando questa zona.

-appoggiate i vostri mignoli sulla punta delle orecchie del bimbo, seguite la forma della testa, e sulla sommità del capo cercate il punto della fontanella. Anche qui impastate delicatamente per stimolare la zona.

– procuratevi un pettine, giratelo dalla parte del dorso, prendete la  schiena del bimbo, e dividetela in due lasciando in mezzo spina dorsale, disegnate delle linee che vanno dalla spina dorsale verso il lato esterno della schiena, concave, con la punta in giù quindi, almeno 5-6 per lato, sfregatele più volte, le zone si arrosseranno e questo meccanismo aiuta la febbre ad abbassarsi.

 

Suggerimenti importanti

Nei giorni successivi, chiaramente andrà fatta subito una visita dal pediatra che deciderà il da farsi, se è la prima volta che accade e non vi ha già prescritto i farmaci di emergenza da usare al momento.

In ogni caso il piccolo ha bisogno di molta tranquillità e riposo nei giorni successivi al rialzo febbrile violento che gli ha procurato la crisi epilettica, perciò il consiglio è di mantenere un ambiente ben aerato, luminoso ma non troppo. E’ importante che ci sia serenità nelle persone che avvicinano il piccolo, dargli dei pasti facilmente digeribili e regolari, ottimo  l’orzo da usare come cereale che rinfresca, farlo dormire un pò di più.

Inoltre, tranne l’ultima manovra che ho descritto, che serve esclusivamente ad abbassare la febbre, le altre possono essere ripetute per tranquillizzare il bimbo, anche più volte al dì.

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.