Consapevolezza: benessere in ogni momento

consapevolezza, stare nel presente, qui e ora, donna in rosso, meditare, essere consapevole, benesserecorpomente.it

Stare nella consapevolezza, cosa significa

Chi approfondisce la conoscenza della vita e arriva ad affrontarla senza perdersi nelle situazioni superficiali, prima o poi scopre l’importanza della consapevolezza. Consapevolezza di sé, di ciò che si è, della propria missione di vita, del proprio ruolo nel tutto che ci unisce e ci fa essere uno.

Consapevolezza nel saper stare nel momento presente, in ciò che viviamo nel qui e ora.

Stare nel presente: qui e ora

Molte culture e conoscenze antiche ce lo ricordano: stare nel presente è vitale, terapeutico, pratico, rasserenante, tranquillizzante, energizzante.

Il passato e il futuro, il tempo in generale, sono convenzioni, trucchi della nostra mente per distrarci. Per farci disperare, spesso. Impazzire, a volte.

Tecniche sul corpo e meditazione

La meditazione, nelle sue varie forme, è una delle opportunità che abbiamo per stare nel momento e nella consapevolezza. Così come molte tecniche che ci fanno mantenere l’attenzione sul corpo.

Anche nel ricevere trattamenti olistici (quando l’operatore non asseconda il chiacchiericcio e offre al cliente un salutare silenzio) è possibile concentrarsi sul proprio corpo, sull’esperienza che si sta vivendo, sulle percezioni e reazioni dell’organismo a ciò che accade.

I folli tempi moderni

I tempi moderni, almeno per noi occidentali, sembrano fatti apposta per impedirci una consapevolezza di noi stessi, di ciò che viviamo.

Una follia collettiva fatta di stress, preoccupazioni, paure più o meno alimentate, angoscia, rabbia. Un’enormità di emozioni che ci sovrastano e ci portano continuamente al passato o nel futuro.

Altrove, comunque. Distratti e lontani dal momento, da ciò che più conta. Il presente. L’unica cosa che c’è.

Farlo come un gioco

Per chi volesse riprendere il contatto con la consapevolezza è possibile esercitarsi in ogni occasione quotidiana, magari vivendo l’esperienza come un gioco.

Come? Semplicemente tenendo l’attenzione, la consapevolezza, su ciò che si sta facendo. Evitando i pensieri che ci portano indietro o avanti, anche solo di qualche minuto.

Solo il presente. Solo ciò che sta avvenendo.

Esempi di consapevolezza

Se sto sbucciando un frutto tengo l’attenzione su di me che sbuccio un frutto. Se sto camminando, tengo l’attenzione sui miei passi [leggi: la meditazione caminata, ndr], sul mio corpo che si muove nello spazio, su ciò che percepisco nei piedi. E così mentre sto seduto, mentre lavo i denti, leggo, rido, scelgo cosa comprare, stiro, guardo il sole che sorge, abbraccio, lavo la macchina, osservo una foglia mossa dal vento, faccio l’amore, sento dolore, cucino, corro verso l’autobus, nuoto, canto, provo rabbia, faccio la coda in posta, mangio, faccio la doccia.

Praticamente ogni momento della nostra vita può essere osservato e vissuto con consapevolezza.

Si può iniziare con pochi minuti, poi sempre più frequentemente, magari facendolo diventare un esercizio quotidiano. All’inizio può sembrare un’impresa difficile poi, se fatto con costanza, diventa facile e divertente.

Viviamo pensando ad altro

Fin da subito sarà possibile accorgersi di come viviamo pensando ad altro. E di quanto sia benefico liberarsi dalle trappole stritolanti della nostra mente.

Cambia il modo in cui percepiamo

Con la pratica e con il passare del tempo ci si accorgerà di come si sgonfino, perdano pesantezza, le situazioni a cui dedichiamo costantemente i nostri pensieri. Non cambiano le situazioni, le cose sono come sono, cambia il modo in cui le percepiamo. Ma noi chiamiamo realtà quello che la nostra mente percepisce, quindi arriveremo a “pensare” che le cose siano diverse.

Per alcuni sarà un inizio, per altri una conferma di ciò che hanno intuito o già praticano. Per chi lo vorrà, potrà diventare un semplice modo per prendersi cura di sé.

Buona consapevolezza!

L'arte della Consapevolezza
L’arte della Consapevolezza

Voto medio su 40 recensioni: Da non perdere

© Riproduzione riservata.
Le informazioni contenute in questo articolo sono da intendersi a puro scopo informativo e divulgativo e non devono essere intese in alcun modo come diagnosi, prognosi o terapie da sostituirsi a quelle farmacologiche eventualmente in atto. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. L’autore ed il sito declinano ogni responsabilità rispetto ad eventuali reazione indesiderate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.